Marmolada Grande Guerra 3.000 m.: nel museo più alto d’Europa la storia di un conflitto assurdo per trasmettere valori di pace e solidarietà

Stampa
images/stories/musei_vari/MuseoMarmoladaGrandeGuerra04PhFunivieMarmolada.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   storia   guerra   museo   funivia   Marmolada   Grande Guerra   documentazione  

Non solo sport e natura, con le funivie Marmolada è anche possibile un approfondimento culturale e storico con la visita al Museo Marmolada Grande Guerra 3000 m, il museo più alto d’Europa che si trova a Serauta, stazione d’arrivo del secondo tronco della funivia. E’ questa una tappa culturale che può essere inserita anche nell’ambito di una giornata di sport sugli sci.

 

(TurismoItaliaNews) Attraverso la prenotazione di una visita guidata si può anche affrontare con occhi diversi la storia di questa assurda guerra. La guida cercherà infatti di trasmettere a tutti quelle emozioni che fanno rivivere la cruda realtà di cento anni fa, dove in luoghi impervi l’uomo cercava di sopravvivere, mantenendo un contatto con la realtà al di fuori della trincea scrivendo racconti, diari o scrivendo lunghe e terribili lettere ai propri famigliari lontani. Il focus del museo è sicuramente la vita del soldato in trincea o nelle baracche. Nel percorso museale si incontreranno, infatti, sia reperti italiani che austro-ungarici, rispecchiando così il vero spirito del museo che è quello di ricordare i tanti caduti non esprimendo opinioni sui fatti, ma raccontando ai visitatori le condizioni in cui la guerra li costrinse a vivere.

Dai finestroni del Museo si può ammirare la Zona Monumentale Sacra, dove i soldati hanno realmente combattuto e dove l’estate si possono visitare le diverse posizioni belliche, attraverso un interessante percorso attrezzato che farà ripercorrere i passi di quegli uomini-soldato costretti dalla guerra a retrocedere a talpe nella roccia. Questo è infatti il primo museo in alta montagna dedicato ai cimeli della Grande Guerra rinvenuti sul massiccio della Marmolada. Nel 2015 l’associazione Museo della Grande Guerra in Marmolada Onlus lo ha rinnovato in occasione delle manifestazioni del Centenario, grazie al finanziamento di Marmolada Srl. Il nuovo Museo è stato ampliato in uno spazio all’interno della seconda stazione della funivia a Serauta. Il filo conduttore del nuovo Museo è il racconto della vita del soldato tra il tunnel della morte e la galleria della vita in cima ad una montagna, che sicuramente non era un luogo adatto per una guerra.

E’ un museo interattivo e multisensoriale, adatto a tutti i tipi di visitatore: dal bambino, allo storico, allo sciatore che vuole fare una pausa culturale nella sua giornata sugli sci, immergendosi nella storia della guerra di allora. Il significato più grande di questo museo sta nella volontà di trasmettere i valori di pace e di solidarietà, e ogni anno lo fa presentando nuovi eventi utili a mantenere vivi i ricordi di un tragico periodo vissuto dalle popolazioni di questi territori. Nella sua nuova veste il museo trova fondamento in un approccio narrativo che racconta la guerra dalla parte del soldato e ha la finalità culturale di mantenere viva la memoria storica del conflitto vissuto in alta montagna sulla Marmolada. Il visitatore viene idealmente preso per mano e guidato lungo un percorso multimediale e multisensoriale che parte dalla realtà d’inizio Novecento e prosegue nella quotidianità della guerra condotta in condizioni estreme tra rocce, neve, ghiaccio e temperature polari.

Il filo conduttore di questo percorso è rappresentato da stralci di diario e lettere che descrivono il vissuto, l’interiorità e gli stati d’animo dei soldati. La parte principale del museo è costituita dalla rivisitazione di una trincea e da un tunnel espositivo che mette l’accento sulle diverse realtà della guerra, sia nel suo senso più ampio che, nello specifico, di questo settore del fronte: la vita nelle baracche, gli aspetti sanitari, il duro lavoro e la lotta contro le forze della natura. L’allestimento, curato dall’architetto Claudine Holstein di G22 Projects Srl con i grafici della Gruppe Gut, è estremamente innovativo e fa uso di moderne tecnologie per consentire al visitatore di immedesimarsi realmente nelle condizioni climatiche d’alta quota (da non perdere gli apparecchi che simulano il freddo patito dai soldati e la differenza di suono fra un martello pneumatico, un aereo che decolla e una bomba che esplode. Il risultato è un museo di grande impatto che coinvolge e invita alla riflessione alternando vetrine tematiche a numerose fotografie, reperti, contenuti multimediali.

Per saperne di più
www.museomarmoladagrandeguerra.com
Marmolada Srl
Via Malga Ciapela, 48
32023 Rocca Pietore (Bl)
tel. +39 0437-522984
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.funiviemarmolada.com

 

Funivia Marmolada celebra i 50 anni di attività con due avveniristici ascensori panoramici a 3.265 metri di quota a Punta Rocca

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...