I feel Slovenia Nft: una nuova card digitale e l'utilizzo della tecnologia blockchain per promuovere il turismo

images/stories/varie_2022/Slovenia_AljosaOta_EnteSlovenoTurismo.jpg

 

L’innovazione e la semplificazione spesso si nascondono dietro termini incomprensibili che piacciono tanto agli addetti del settore (ma soltanto a loro). Eppure basterebbe un piccolo sforzo di fantasia per far capire a tutti di cosa si tratta, come nel caso di questo sistema assolutamente innovativo per promuovere il turismo sul mercato italiano, utilizzando una tecnologia altrettanto innovativa, come ha iniziato a fare l'Ente sloveno per il Turismo.

 

(TurismoItaliaNews) In collaborazione con il ministero dello Sviluppo Economico della Slovenia, l’ente del turismo ha presentato “I feel Nft”, la prima azione di promozione turistica in Italia legata agli Nft e alla tecnologia blockchain. Di cosa si tratta? La blockchain (letteralmente "catena di blocchi") è una struttura dati condivisa e "immutabile". È definita come un registro digitale le cui voci sono raggruppate in "blocchi", concatenati in ordine cronologico, e la cui integrità è garantita dall'uso della crittografia. Nft, ossia non-fungible token (in italiano gettone non fungibile o gettone non riproducibile) è un tipo speciale di token che rappresenta l'atto di proprietà e il certificato di autenticità scritto su catena di blocchi di un bene unico (digitale o fisico).

I feel Slovenia Nft: una nuova card digitale e l'utilizzo della tecnologia blockchain per promuovere il turismo

La Slovenia, che ancora una volta si distingue quale destinazione smart, innovativa e sostenibile, è pronta a guardare al futuro e alle nuove tecnologie: la blockchain si è dimostrata uno strumento utilissimo, portatore di grandi cambiamenti negli ultimi anni, migliorando e rendendo più sicura la digitalizzazione di innumerevoli settori, con ricadute estremamente positive. Lo hanno sottolineato Nena Dokuzov del ministero dello Sviluppo Economico, Tadej Slapnik ceo di Hashnet, Aleš Pevc del Tehološki Park Ljubljana insieme ad Aljoša Ota, direttore dell'Ente Sloveno del Turismo. Il turismo si evolve continuamente e quelle destinazioni pronte ad abbracciare l'evoluzione digitale otterranno vantaggi significativi: l'utilizzo della tecnologia blockchain permette di mantenere alta la competitività internazionale promuovendo la digitalizzazione, migliorando la soddisfazione dei clienti e il grado di fiducia, aumentando l'efficienza, la trasparenza e la sostenibilità, valori da sempre fondamentali su cui l'Ente sloveno per il turismo ha fondato la sua policy.

In occasione di Expo Dubai 2020 la Slovenia è stato il primo Paese al mondo a emettere Nft - token non fungibili e insostituibili - perché certificati con tecnologia blockchain, per promuovere i risultati dell'economia e delle destinazioni turistiche del Paese, con una raccolta di 15.000 icone 3D digitali uniche, panoramiche esclusive e 360 foto ad alta risoluzione. Con l'implementazione di tale tecnologia è stata creata una nuova piattaforma informativa, con l'obiettivo di aumentare il valore e la qualità per la Slovenia, accrescendo l'aggiornamento delle attività promozionali dell'Ente, con la finalità di garantire la presentazione del comparto turistico sloveno in versione digitale, moderno e innovativo.

I feel Slovenia Nft: una nuova card digitale e l'utilizzo della tecnologia blockchain per promuovere il turismo

I feel Slovenia Nft: una nuova card digitale e l'utilizzo della tecnologia blockchain per promuovere il turismo

"Siamo molto lieti di poter presentare il progetto ‘I Feel Nft’ – ha detto Aljoša Ota, direttore dell'Ente sloveno per il turismo (nella foto in apertura) – crediamo che con l'innovazione tecnologica possiamo rendere la nostra destinazione molto più interessante, puntando decisamente sulle nuove possibilità di promozione che si stanno aprendo con il mondo degli Nft e delle possibili implementazioni delle attività promozionali nel metaverso. La Slovenia si presenta ancora con un progetto innovativo, che abbraccia il cambiamento tecnologico che stiamo vivendo”. La Slovenia ha quindi lanciato ufficialmente in Italia il progetto con un sito web dedicato e la Nft Card, prevista per il lancio in sole 1.000 unità.  Le prime, almeno. La card garantisce - attraverso un codice univoco – di acquisire nel proprio wallet "portafoglio digitale" un Nft: un souvenir certificato, unico e non replicabile, scelto dalla raccolta presente sulla piattaforma dedicata, che garantisce l'accesso ad una serie di servizi esclusivi (come musei, mostre, esperienze) e a contenuti digitali esclusivi ed attrazioni proposte dall'offerta turistica slovena. Bastano pochi, semplici passaggi: i possessori della Card dovranno inserire il codice in piattaforma, in app nel proprio wallet digitale - et voilà, un ricordo unico sarà trasferito nella collezione di Nft personale, collegata al proprio wallet.

I cimeli digitali e le esperienze presenti sulla piattaforma in formato Nft mostrano i luoghi unici e le peculiarità del territorio sloveno. Tra le categorie la scelta è ampia: si possono trovare paesaggio, attrazioni, cultura, video, fotografia, immagini a 360 e modelli 3D.  Una soluzione innovativa, che presto si dimostrerà premiante per l'Ente sloveno per il turismo e la Slovenia che, con l'integrazione della sostenibilità e della tecnologia blockchain, si sta sempre più ritagliando un ruolo da destinazione smart modello.

I feel Slovenia Nft: una nuova card digitale e l'utilizzo della tecnologia blockchain per promuovere il turismo

I feel Slovenia Nft: una nuova card digitale e l'utilizzo della tecnologia blockchain per promuovere il turismo

Ma quali sono i principali benefici della digitalizzazione attraverso la Nft Card e la blockchain? Intanto promuovere e presentare le principali destinazioni turistiche, mostre rappresentative slovene, opere d'arte e prodotti delle aziende slovene sotto forma di token Nft, contenuti digitali e souvenir durevoli per i visitatori. E poi la forma di souvenir innovativa: il visitatore potrà trasferire impressioni ed esperienze in una nuova forma digitale unica, attraverso le collezioni di Nft. Inoltre un valore aggiunto nello sviluppo delle competenze digitali per l'utente finale, che ottiene token univoci (monete) o gettoni in serie limitata. I token Nft possono essere utilizzati anche come certificato o prova della visita in loco.  “L'esperienza dell'utente viene prima di tutto e la tecnologia viene eseguita in background, generando fiducia negli utenti. Questo riduce principalmente la barriera all'ingresso, incoraggiando lo sviluppo delle competenze digitali e rendendo più semplici i passaggi per i visitatori che non hanno troppa dimestichezza con la tecnologia” spiegano ancora dall’Ente del turismo sloveno.

La Slovenia prevede inoltre l'attuazione dei certificati Nft per i corsi di formazione ai tour operator. in Slovenia: gli agenti di viaggio potranno diventare Slovenia Expert, ottenendo un certificato registrato come Nft. Un altro passo avanti dell'Ente sloveno per il turismo, che negli ultimi anni ha saputo affermare la destinazione quale meta green, intelligente e lungimirante, attenta ai cambiamenti e alle opportunità offerte dallo sviluppo digitale per migliorare la visibilità, la qualità dei servizi offerti ai visitatori e la promozione turistica del territorio.

Per saperne di più
Ente Sloveno per il Turismo in Italia
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.slovenia.info

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...