Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

images/stories/varie_2023/Castello_di_Rivalta_07.jpg

 

Giovanni Bosi, Gazzola / Piacenza

Potrebbe mancare in un castello che si rispetti la storia di un paio di fantasmi che si aggirano nelle stanze combinandone di tutti i colori? Storie, miti e leggende si intrecciano e si sovrappongono anche nel Castello di Rivalta, a una manciata di chilometri da Piacenza. Se tutto questo solletica e sollecita una visita al maniero, in realtà qui si arriva per visitare uno splendido complesso tuttora abitato dai suoi proprietari, interamente arredato e con un museo del costume militare che trabocca di storia. E se volete, c’è anche un hotel di charme…

 

(TurismoItaliaNews) Siamo nelle terre dei castelli, nel cuore del circuito dei Castelli del Ducato e nel dominio dei Landi, affacciati sul fiume Trebbia. E’ praticamente un privilegio entrare nel Castello di Rivalta, nel senso che questa sontuosa residenza signorile con l’inconfondibile “torresino” di guardia, fruibile attraverso visite guidate, ama farsi scoprire a poco a poco, svelando stanze, camminamenti, torri, passaggi segreti e opere d’arte come se ci si ritrovasse all’improvviso secoli e secoli indietro.

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Un racconto ammaliante ti avvolge mentre la guida alterna dati tecnici e storici a dettagli di vita vissuti, che a tratti non mancano di farti venire i brividi. Anche se poi è ti rendi conto che è la bellezza a sovrastarti mentre tenti di comprendere come poteva essere e come è tuttora vivere tra queste antiche mura. E sì, perché se c’è un castello, circondato dal caratteristico borgo e da un magnifico parco, ci sono pure un castellano e una castellana. Nel caso specifico ad abitarci sono i Conti Zanardi Landi, legati ad amicizie importanti come si conviene. Ad esempio alcuni membri della famiglia reale d'Inghilterra e d'Olanda, che qui hanno soggiornato.

A Rivalta sono perfettamente “leggibili” le mutazioni subite nei secoli dal castello. Luoghi come questi sono una sorta di essere vivente, mutano, crescono e si evolvono contestualmente al verificarsi di nuove esigenze: da presidio a maniero come caposaldo d’alta ripa, e poi una residenza gentilizia con tutti gli adeguamenti necessari. La sua storia parte da molto lontano: le prime notizie certe sul castello risalgono a non prima dell’XI secolo e di queste, le più lontane nel tempo si ricavano da un atto di donazione del 1025, con passaggi di mano e personaggi importanti a deciderne le sorti, come . Successivamente, si trovano attestazioni nel 1037 e nel 1048, anno in cui l’imperatore Enrico III di Franconia che nel 1048 conferma la donazione di una porzione al monastero dei padri benedettini di San Savino di Piacenza. Dopo quasi tre decenni anche il resto del complesso passò al cenobio, contribuendo a consolidarne la ricchezza e l’autorevolezza. La famiglia Landi – al cui interno quella degli Zanardi Landi di Veano, gli attuali proprietari del castello di Rivalta – è stata tra le più antiche, numerose e illustri del patriziato di Piacenza, nonché l’unica a raggiungere, con il ramo principale, la dignità di principi di un feudo “immediato” del Sacro Romano Impero, cioè di sovrani dipendenti unicamente dall’imperatore.

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Il complesso immobiliare è enorme e la visita è piacevole e sorprendente, tanto che da fuori guardando la sua mole (meravigliosa) non ti aspetti all’interno tanta bellezza. I saloni, le cucine, le stanze decorate, i lunghi corridoi, gli scorci e gli affacci suggestivi sull’intorno, fino ad arrivare nel punto più alto. L’escursione nel Borgo di Rivalta parte dall’Oratorio della Madonna del Ponte: una costruzione dall’inconsueta pianta ottagonale ricavata da una torre di fattura medievale che faceva parte del ponte levatoio: di questo ultimo non rimane traccia, se non nel nome del luogo sacro. La chiesa tuttora aperta al culto, è dedicata a San Martino di Tours, nato in Pannonia, l’attuale Ungheria, e divenuto vescovo di Tours, in Francia, all’incirca nel 370; è menzionata per la prima volta in un documento del 1025, ma c’è anche chi ha proposto, visto che l’origine del culto di Martino è di quel periodo, di collocarne la fondazione già in epoca longobarda.

La Torre medievale è l’antico mastio che, un tempo più alta, ha costituito il primo nucleo del castello, ricoprendo il ruolo fondamentale di torre d’avvistamento e di residenza. Intrigante anche il Museo del Costume Militare, con una raccolta di armi dal XV al XVIII secolo, ben 90 divise autentiche dagli antichi stati preunitari fino alla seconda guerra mondiale, e tre vessilli e undici piccole bandiere risalenti alla battaglia di Lepanto (7 ottobre 1571) che sventolarono sulle galere della famiglia Scotti, avi degli Zanardi Landi, in occasione della vittoriosa battaglia di Lepanto in cui i cristiani sconfissero i turchi, nonostante la prevalenza numerica delle navi di questi ultimi.

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Le leggende & i miti.

Secondo il racconto, Obizzo Landi – feudatario di Rivalta nel XIV secolo – e la moglie Bianchina ebbero tre figli. Il più giovane perde la vita in un’imboscata, perciò il Castello passa alle sorelle ed ai rispettivi mariti, Pietro Zanardi Landi e Galvano Landi. Questi si contendono a lungo l’eredità, finché non ne divenne proprietario Galvano III Landi. La rivalità tra i due dà origine alla leggenda del fantasma del Castello, poiché la vicenda si conclude con l’assassinio di Pietro Zanardi Landi. Secondo la credenza, al fine di vendicarsi, lo spirito di Zanardi Landi avrebbe vagato nel Castello fino al 1890, anno di passaggio dei beni ai discendenti della vittima innocente. Placato, ma dalla memoria durevole e non molto incline al perdono, il fantasma sarebbe ritornato nel 1970, quando presso gli Zanardi Landi è ospite un ignaro discendente dell’antico assassino. L’ospite viene tormentato per tutta la notte ed è in quell’occasione che, cercando tra le pieghe della storia, emerge la tragica vicenda.

Più recente, ma sempre dall’origine tragica, l’altra presenza inspiegabile. Si tratta del cuoco Giuseppe, ucciso nel Settecento dal maggiordomo di cui aveva insidiato la moglie. Si manifesterebbe accendendo e spegnendo interruttori. Negli anni Ottanta, durante una notte in cui era al Castello la principessa Margaret d’Inghilterra, Giuseppe si sarebbe divertito per oltre dieci minuti a mettere in funzione elettrodomestici e altre apparecchiature, spostando quadri e oggetti vari, soprattutto nell’ala del Castello affacciata sul Trebbia, dove si trovava la vecchia cucina. Il fantasma è stato studiato anche dall’equipe di Alessandro Cecchi Paone. Ogni tanto, quando la casa è particolarmente affollata, il cuoco Giuseppe torna a manifestarsi, sempre però in modo più scherzoso che terrificante.

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parcoCastello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Castello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parcoCastello di Rivalta: tra miti, leggende e storia c’è da scoprire un maniero incredibile con il caratteristico borgo e un magnifico parco

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...