“De Gustibus. Cibi e sapori antichi nell’Agro”: al Museo archeologico di Sarno in mostra alimentazione, archeologia e paesaggio

Stampa
images/stories/musei_vari/Sarno_MuseoArcheologico01.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   mostra   archeologia   Campania   2019   2018   museo archeologico   Salerno   Anno del Cibo   Sarno   Valle del Sarno   De Gustibus  

Al Museo archeologico nazionale della Valle del Sarno apre la mostra "De Gustibus. Cibi e sapori antichi nell’Agro", dedicata alla produzione e al consumo del cibo nelle ville rustiche che costellavano il territorio in epoca romana. Dal 19 ottobre al 21 dicembre 2018 l’evoluzione del gusto dall’antichità a oggi e lo stretto legame tra alimentazione, archeologia e paesaggio.

 

(TurismoItaliaNews)  Nell’Anno del Cibo italiano, al Museo archeologico di Sarno (in provincia di Salerno) attraverso l’esposizione - per la prima volta - di utensili, oggetti personali, affreschi, attrezzi, vasellame in terracotta, vetro e bronzo, legati alla produzione, alla lavorazione, alla conservazione, alla cottura e al consumo degli alimenti, si racconta l’evoluzione del gusto dall’antichità a oggi e lo stretto legame tra alimentazione, archeologia e paesaggio. “De Gustibus. Cibi e sapori antichi nell’Agro” intende valorizzare e promuovere anche una riflessione sui simboli e sul significato del comportamento alimentare da ieri a oggi, sulle funzioni sociali e culturali del cibo e della convivialità che rappresenta un “luogo” privilegiato dell’incontro e dello scambio di conoscenze, parte integrante del patrimonio e dell’identità di ogni civiltà. In occasione dell’inaugurazione apertura straordinaria del Museo fino alle ore 22.

Tra i reperti più interessanti del Museo Archeologico Nazionale di Sarno ci sono due tombe dipinte risalenti al IV secolo a.C.

Il Museo, inaugurato nel 2011, ha soddisfatto l’esigenza di far conoscere i ritrovamenti archeologici provenienti da tutto il territorio dell’Agro Nocerino-Sarnese, dall’età preistorica fino al periodo medievale. In un percorso articolato cronologicamente è esposta, oltre ad una piccola scelta di materiali preistorici (IV millennio – X sec.a.C.), una selezione dei corredi funerari delle necropoli protostoriche della Valle del Sarno (IX –VI sec. a.C),  importantissime testimonianze di una particolare espressione della “Cultura delle tombe a fossa” diffusa all’epoca in diverse aree dell’Italia antica.

Museo archeologico di Sarno
Via Cavour (Palazzo Capua), 7
tel. 081-941451
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario: 9-19 - chiuso lunedì
Ingresso gratuito

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...