Il senso civico: la Scuola di Barbiana fondata da don Lorenzo Milani diventa un modello anche in filatelia

E’ dedicato alla Scuola di Barbiana, il francobollo dal valore di 0,95 euro che l’Italia emette il9 dicembre 2015 per la serie tematica “il Senso civico”. L’istituzione si richiama direttamente a don Lorenzo Milani, che la fondò nel 1956. Siamo nel territorio del Mugello, in Toscana.

 

(TurismoItaliaNews) La scuola di Barbiana nasce nel 1956 per i primi sei ragazzi del popolo che avevano finito la scuola elementare. “Era una scuola di avviamento industriale dove don Lorenzo Milani era insegnante unico – spiegano dalla Fondazione che ne ricorda l’opera - una scuola poverissima, organizzata in Canonica, con un solo libro di testo; i ragazzi, a turno, leggevano la lezione e don Lorenzo spiegava. Era una scuola diversa da tutte le altre: diversa negli orari, diversa nei contenuti, diversa nei metodi di insegnamento. La scuola si sciolse nell’ottobre del 1968. un anno dopo la morte di don Lorenzo”.

Il francobollo che la celebra raffigura la chiesa del ‘300 e la canonica; in primo piano una serie di bambini di spalle intenti a guardare la scuola. Il bozzetto è firmato da Fabio Abbati e il “dentello” è stampato dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato in rotocalcografia, con una tiratura prevista in ottocentomila esemplari in fogli da quarantacinque. A commento dell’emissione arriva il bollettino illustrativo a firma di Manrico Casini - Velcha, coordinatore progetti & relazioni esterne “Centro Formazione e Ricerca don L. Milani e Scuola di Barbiana”, e di Roberto Izzo, sindaco di Vicchio di Mugello (Firenze).

 

“Barbiana non è solo un luogo di Vicchio, ma della collettività – evidenzia Roberto Izzo, sindaco di Vicchio di Mugello - Barbiana sconfina ogni limite geografico perché è un territorio della mente, che ha contribuito a modificare per sempre il paesaggio ideologico, culturale e sociale. Educazione e senso civico, questi gli obiettivi del pensiero dell'azione milaniana. Una scuola che forma il senso morale, il senso della legalità, il senso sociale, il senso dell'accoglienza e della solidarietà, il senso politico, per rendere il cittadino parte attiva della società”. Il territorio di Vicchio è come una fitta trama di culture, costellata da nomi illustri come Giotto, Beato Angelico, Benvenuto Cellini, don Lorenzo Milani, che hanno vissuto proprio qui una tappa importante del loro cammino di vita, trasformate poi, ognuna di esse, in pilastri fondanti della nostra più alta storia culturale. “L'esperienza della Scuola di Barbiana è motivo d'orgoglio e di impegno per il Comune di Vicchio – aggiunge il sindaco Izzo - che la valorizza tramite l'istituzione culturale Centro di Documentazione Don Lorenzo Milani e Scuola di Barbiana, nata non solo per mantenere sempre attuale e vivo il più profondo messaggio milaniano, rivolto ai giovani e alla scuola, ma volta anche ad unire, come forza centripeta, le varie realtà nate per gli stessi scopi, proprio nel segno degli insegnamenti del maestro Don Lorenzo Milani”.

 

E l’Italia celebra anche Gaetano Perusini, nel centenario della scomparsa, con un francobollo da 0,95 euro in uscita il 7 dicembre. La vignetta raffigura un ritratto del medico neuropsichiatra e anatomopatologo dei primi del Novecento, le cui numerose opere scientifiche, rivoluzionarie per i tempi, anticiparono l’evoluzione della moderna scienza neuropsichiatrica. Bozzettista e incisore è Rita Fantini; la tiratura è di ottocentomila francobolli in fogli da quarantacinque. A commento dell’emissione c’è il bollettino illustrativo a firma di Bruno Lucci, primario emerito di Neurologia a Pordenone.

 

Per saperne di più

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...