Rogaska Slatina, autunno alle Terme imperiali della Slovenia tra i migliori centri termali, beauty, fitness e per la remise en forme

Da secoli è una vera e propria cittadella della salute. A Rogaska Slatina, nella Stiria slovena, tutto ruota attorno alla sorgente dell’acqua termale minerale carbonato-alcalina Donat Mg, tra le più diffuse sulle tavole della Slovenia, contenente la maggior concentrazione naturale di magnesio esistente al mondo, ma anche altri sali minerali come calcio, solfati, litio e bromuro, ideale per le patologie gastrointestinali e i disturbi del metabolismo. Cura le patologie renali e lo stress, favorisce la digestione e la perdita di peso.

 

(TurismoItaliaNews) Se la Slovenia detiene il primato di maggior nazione termale del vecchio continente, con almeno una ventina di moderni impianti distribuiti su una superficie di poco inferiore a quella della Lombardia, il complesso di Rogaska Slatina rappresenta la ciliegina sulla torta per nobiltà ed eleganza, dove ad ogni passo si assapora il lusso di altri tempi, ormai irrimediabilmente passati, dove il bon ton si accompagnava sempre al bel vivere.

La suggestiva Sala delle Fonti, affiancata dal Tempio della Musica e dalla romantica passeggiata, si affaccia su un’elegante piazza ben curata a giardino con tanto di cascata, epicentro dell’area termale, sulla quale si affacciano i migliori alberghi, a cominciare dall’imponente Grand Hotel, un edificio di inizi '900 dal lusso antico, compreso il suggestivo Salone degli Specchi. Più defilata la Riviera Termale, con ampie piscine all’aperto e al chiuso, mentre poco si intona all’ambiente l’edificio a 12 piani Terapija, di epoca socialista, dove si svolgono i trattamenti estetici e le cure.

 

Oggi Rogaska si colloca infatti tra i migliori centri termali, beauty, fitness e per la remise en forme d’Europa, con bagni e massaggi di ogni tipo, tutte le discipline orientali di rilassamento, agopuntura, medicina tradizionale occidentale ed orientale omeopatica, oltre a tutti i tradizionali trattamenti medico-termali. Nonostante la distanza dall’Italia (207 km da Trieste, 488 km da Bologna, 658 km da Milano), Rogaska Slatina risulta molto frequentata dagli italiani non più giovanissimi per il suo charme; ai suoi ospiti offre un intenso cartellone di manifestazioni artistiche, culturali e sportive, non ultimo un casinò per frenetiche serate. Situata tra pianure e colline e tra campi, vigne e boschi, in un contesto decisamente riposante, si trova al centro di una serie di località che possono diventare mete di escursioni turistiche, come le cittadine medievali di Celje e Ptuj, il cinquecentesco monastero rinascimentale di Olimje, con una delle più antiche farmacie d’Europa (XVII secolo), il santuario mariano di Ptujska Gora con la miglior chiesa gotica slovena, il museo rurale di Rogatec, con ricostruzione di una fattoria del 1800, e la strada del vino di Haloze.

L’altra specialità di Rogaska, oltre all’acqua termale, è costituita dalla lavorazioni artistica del vetro soffiato e del cristallo: non si può tornare a casa senza aver acquistato un prezioso souvenir. Qui lo sviluppo termale è cominciato nel 1574 quando il governatore austriaco della Stiria andò a “passarvi le acque”, primo personaggio illustre che diede inizio ad un turismo con la costruzione di alberghi e locande. Un forte sviluppo si registra un secolo dopo, quando una pubblicazione medica racconta la miracolosa guarigione del vicerè croato, ottenuta bevendo sistematicamente la benefica acqua Donat ricca di magnesio. La notizia si diffonde rapidamente nel mondo mitteleuropeo, facendo convogliare a Rogaska la miglior nobiltà asburgica, tutti smaniosi di bere l’acqua salvifica e di trascorrere vacanze in un contesto bucolico, facendo sorgere la cittadella termale ricca di eleganti e confortevoli alberghi in stile neoclassico e secessione.

 

A proporre la destinazione è il tour operator “Il Piccolo Tiglio” con soggiorni termali sino a fine anno da 2 a 7 notti nel miglior albergo di Rogaska, il Grand Hotel, 4 stelle superiore dotato di 350 letti e di ampi saloni a prezzi promozionali, con la consapevolezza di soggiornare in un albergo carico di storia. Due notti con mezza pensione (colazione e cena a buffet) in doppia costano da un minimo di 99 euro ad un massimo di 104 euro a persona in camere standard (rispettivamente 110 e 114 in camere superior), tre notti tra 134 e 159 euro, e infine 7 notti per un trattamento completo tra 289 e 344 euro, a seconda del periodo. Sconto del 10 % per soggiorni di 5 notti dalla domenica al venerdì, bimbi gratis fino a 6 anni in camera con due adulti. Tali quote comprendono ingresso libero nella piscina termale, sauna e fitness nel centro benessere Vis Vita spa & Beauty, ginnastica mattutina e acqua aerobica, bottiglia di acqua minerale Donat Mg, wi-fi free, ingresso libero al casinò.

Per saperne di più
Il Piccolo Tiglio
tel. 0381 72098
www.ilpiccolotiglio.com

 

Gli antichi mulini ad acqua della Slovenia, un patrimonio culturale che punteggia il paesaggio fra tecnologia e architettura

 

Si celebra il centenario della Cappella russa sotto il passo Vrsic: una storia di prigionieri di guerra che ancora commuove

 

Slovenia, baby protei nelle grotte di Postumia: il fascino sicuro della pancia della montagna

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...