In contemporanea con il Festival di Sanremo debuttano i due francobolli che celebrano Domenico Modugno e Mia Martini

Stampa
images/stories/francobolli2018/2018Italia_MartiniModugno.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   febbraio   francobolli   filatelia   collezionismo   2018   celebrazioni   Domenico Modugno   Mia Martini   Sanremo   canzoni   cantanti  

Escono in contemporanea con il Festival di Sanremo i due francobolli che l'Italia dedica ai cantautori italiani Domenico Modugno e Mia Martini, inseriti a pieno titolo nella serie “le Eccellenze italiane dello spettacolo”. I dentelli, entrambi da 0.95 euro, vengono presentati da Franca Modugno e Loredana Bertè.

 

(TurismoItaliaNews) Escono oggi 10 febbraio i due francobolli che celebrano Domenico Modugno e Mia Martini. Le vignette raffigurano i ritratti dei due cantanti delimitati dal particolare di un disco in vinile. A curare l'impaginazione sono rispettivamente Tiziana Trinca e Isabella Castellana. Lo sportello filatelico di Sanremo utilizza in occasione del giorno di emissione, gli annulli realizzati per entrambi i valori postali; inoltre a Polignano a Mare, in provincia di Bari, è disponibile l’annullo giorno di emissione per Domenico Modugno e a Bagnara Calabra quello per Mia Martini. I folder saranno presentati in occasione della manifestazione filatelica “Milanofil 2018”, il 23 e il 24 marzo prossimi: due folder dalla forma particolare che riproducono il vecchio 45 giri, i primi di una lunga serie dedicati alla musica.

“Ho conosciuto mio marito al Centro Sperimentale di Cinematografia dove eravamo tutti e due allievi attori. Era primo in tutti i corsi di formazione: recitazione, dizione, scherma, equitazione e pugilato – ricorda Franca Modugno - era determinato e ironico ma nello stesso tempo romantico e poetico, come nelle sue canzoni in dialetto salentino che parlavano di animali dall'animo umano, di distese sconfinate di ulivi, di profumo di mare. Un francobollo che lo ritrae è una realtà bellissima che Mimmo avrebbe apprezzato, quanto i due Grammy Award e l'Oscar dell'industria discografica americana ricevuti per "Volare". Questo importante riconoscimento da parte del Ministero dello Sviluppo Economico e di Poste Italiane alla sua carriera di artista lo avrebbe reso orgoglioso e di certo gli avrei fatto la sorpresa di incorniciarlo e metterlo nel suo studio. Vi ringrazio per l'onore che gli fate”.

“Imprigionare un’anima libera come Mimì in una fredda biografia sarebbe come tarpare le ali a un gabbiano. Non lo farò. Non c’è bisogno di spiegare ai posteri chi è Mia Martini. A parlare sono le sue canzoni, le sue emozioni, i brividi che è riuscita a trasmettere, fin da sempre – sottolinea Loredana Bertè - per me è stata la mia unica famiglia, da sempre e per sempre. Ho vissuto la mia vita con lei, scontrandoci, incontrandoci, amandoci, lasciandoci e ritrovandoci. Sempre. Per sempre. Il destino ha voluto che condividessimo, oltre all’arte, anche lo stesso giorno e mese di nascita. Sì, perché siamo nate entrambe il 20 settembre, con tre anni di differenza. E lei, da brava sorella maggiore, mi ha sempre difesa, sempre, dentro e fuori casa. Descrivere Mimì è impossibile, lei era immensa. Ho sempre pensato che la vita e l’ambiente musicale avrebbero dovuto riconoscerle di più. È stata un faro. Un carrarmato forte e fragile. È per questo che mi riempie di orgoglio l’iniziativa filatelica in suo onore, un riconoscimento ufficiale e prestigioso, qualcosa che resterà nel tempo e le consentirà, in qualche modo, di continuare a viaggiare arrivando, come solo lei sapeva fare, al cuore più profondo della gente. Per me è stata l’esempio da seguire, l’inarrivabile arte da ammirare”.

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...