Le monete 2013 di San Marino dedicate a Federico Fellini, 20 anni senza il maestro

images/stories/numismatica/2013RsmFellini5euro1AG.jpg

Vent’anni senza Federico Fellini. Il 2013 inizia con una ricorrenza storica: la nascita del grande regista, il 20 gennaio (1920), e giungerà al suo epilogo, il 31 ottobre (1993), con l’anniversario della sua scomparsa. Tributi, onori, mostre, convegni e retrospettive, dipingeranno l’anno in corso. Non da meno l’Azienda Filatelica e Numismatica della Repubblica di San Marino che dedica a colui che è unanimemente riconosciuto come uno dei più importanti ed autorevoli cineasti della storia mondiale del cinema, le monete divisionali Fior di Conio 2013, una è d’argento. Data di emissione il 22 marzo 2013.

 

(TurismoItaliaNews) Fellini, come sottolineato nel testo inserito nel contenitore delle nuove monete, ha raccontato il presente, un’Italia inebriata e sperduta, il passato fatto di frammenti che ognuno di noi sorprende di aver giù vissuto, e il sogno. Il sogno di un mondo altro dove rifugiarsi, il sogno come amplificazione delle nostre emozioni, o come rivelatore della nostra psiche.

Ed ecco che la moneta da 5 euro d’argento in finitura fior di conio, disegnata da Maria Carmela Colaneri, ricompone nei suoi 18 grammi, la visione onirica richiamata. Nel dritto, è la macchina di ripresa cinematografica, strumento della sua opera, a comandare lo sguardo. Poi, con un profilo di tre quarti, l’effigie di Federico Fellini avvolto nella sua caratteristica sciarpa si trasforma, surreale e suadente, nel più grande transatlantico italiano costruito, il Rex. Una nave che in "Amarcord" fornisce il pretesto per dare voce ed immagine all’identità collettiva degli anni ‘30 e che in questa moneta d’argento diventa base e preambolo per raffigurare gli elementi simbolo della Repubblica di San Marino: le tre torri e le tre piume.

 

Nel rovescio della moneta l’incisione di una vignetta del regista riminese raffigurante la caricatura di Giulietta Masina dal film "La strada" e una libera interpretazione della firma del Maestro ed uno spezzone di pellicola con la scritta Federico Fellini. A completare la monete divisionali Fior di Conio 2013 altre otto monete da circolazione (da 1, 2, 5, 10, 20 e 50 centesimi e da 1 e 2 euro), bozzetti di Frantisek Chochola (dritti) e di Luc Luycx (rovesci). Incisioni di Ettore Lorenzo Frapiccini racchiuse in confezione. La tiratura è di 30mila esemplari con coniazione effettuata dalla Zecca di Roma.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...