Per la Società Geografica Italiana il francobollo che celebra il 150° anniversario della fondazione

Stampa
images/stories/francobolli2017/2017ItaliaSocietaGeograficaItalianaB.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   2017   filatelia   collezionismo   anniversario   cultura   francobollo   Società Geografica Italiana  

Eugenio Serlupini, Roma

Una mission storica che resta tutt’oggi valida: avere un quadro di conoscenze scientifiche del territorio nazionale e far conoscere l’Italia agli italiani. Compie 150 anni la Società Geografica Italiana e per celebrare l’anniversario arriva anche un francobollo che rende omaggio all’associazione che, attraverso la propria azione, dà un contributo alla diplomazia culturale e alla conoscenza degli altri Paesi.

 

(TurismoItaliaNews) Fondata il 12 maggio del 1867 a Firenze, allora capitale del Regno d’Italia, figlia del Risorgimento e dell’Unità nazionale, la Società Geografica Italiana ha percorso l’intera traiettoria storica dell’Italia unita promuovendo la conoscenza geografica. Trasferita nel 1872 a Roma, la Società ha sede dal 1924 nel Palazzetto Mattei, edificio del Cinquecento circondato dal parco di Villa Celimontana, a due passi dal Colosseo, dove è custodito, valorizzato e a disposizione degli studiosi e del largo pubblico un notevole patrimonio materiale e intangibile sedimentato nel corso del tempo.

Per l’anniversario della fondazione, arriva dunque l’omaggio dentellato: il 14 novembre 2017 entra in circolazione il francobollo da 0,95 euro che raffigura, sullo sfondo, il Palazzetto Mattei in Villa Celimontana con, in primo piano, alcuni cimeli custoditi dalla stessa Società: una riproduzione del Mappamondo di Martin Behaim realizzato nel 1492, il cui originale si trova presso il Germanisches Nationalmuseum di Norimberga, un Taccuino di note e schizzi geografici del viaggio in Africa orientale del 1881 di Orazio Antinori, primo Segretario generale della Società Geografica Italiana, e un esemplare del Bollettino pubblicato dal 1868. In alto, a sinistra, è riprodotto il logo del 150° anniversario della fondazione della Società Geografica Italiana. Il francobollo è impaginato da Isabella Castellana ed è stampato dall’Ipzs con una tiratura annunciata di quattrocentomila esemplari in fogli da ventotto.

“La Biblioteca della Società Geografica Italiana – sottolinea il presidente Filippo Bencardino nel presentare l’emissione - conserva oltre 400.000 volumi con una sezione di libri Rari che comprende opere pubblicate dal XVI al XIX secolo, tra cui atlanti, pregevoli testi a stampa e importanti manoscritti di viaggi. La Cartoteca contiene materiale di elevato valore scientifico e storico-artistico, costituito da circa 250.000 carte geografiche. Il documento cartografico pergamenaceo manoscritto di maggior pregio è la Carta nautica di Albino de Canepa del 1480. Di rilevante interesse è la raccolta di carte geografiche cinesi e giapponesi, appartenenti prevalentemente ai secoli XVIII e XIX, quasi tutte manoscritte. L’Archivio storico conserva e tramanda la memoria dell’attività del Sodalizio dalla sua fondazione. Migliaia di lettere, taccuini di viaggio e disegni raccontano le esperienze di esploratori e viaggiatori. L’Archivio fotografico rappresenta uno dei giacimenti culturali di maggior pregio nello scenario nazionale, con oltre 400.000 fototipi (positivi, negativi, diapositive e cartoline d’epoca), materiali rari e spesso inediti”.

Ente morale tutelato e vigilato dallo Stato dal 1869 e dal 2007 Onlus, la Società Geografica Italiana è un'associazione ambientalista e opera sotto l’egida del Mibact, con il sostegno del Miur e del Maeci dando anche un contributo al costante contatto, per la promozione in ambito culturale e scientifico, convegnistico e di mostre, con gli organi d’ambasciata nazionali ed esteri. Il centocinquantesimo anniversario della fondazione è stato ricordato attraverso numerose iniziative programmate nel corso del 2017, volte a far conoscere la storia della Società Geografica Italiana e il suo contributo allo sviluppo del Paese. “Il francobollo per celebrare questo anniversario, come già fu per il centenario, è motivo di grande orgoglio, in quanto consolida nel tempo l’avvenimento, divulga il contributo offerto dal Sodalizio allo sviluppo del progresso geografico e sottolinea il suo impegno costante a favore della conoscenza del mondo e delle dinamiche territoriali e socio-culturali che lo attraversano” chiosa il professor Filippo Bencardino.

Il sito istituzionale della Società Geografica Italiana

 

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...