Parità di genere, migrazione e lo stop allo sfruttamento e agli abusi sessuali: ecco i nuovi francobolli dell’Onu

Stampa
images/stories/francobolli_Onu/Onu_Definitiva2019_a.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   francobolli   filatelia   collezionismo   Onu   Nazioni Unite   Apnu   2019   sfruttamento   abusi   parità di genere   migrazione  

Parità di genere, migrazione e lo stop allo sfruttamento e agli abusi sessuali sono i temi che le Nazioni Unite hanno scelto come soggetto dei nuovi francobolli ordinari in circolazione dal 15 marzo 2019 per richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica su tali delicate questioni, sempre all’ordine del giorno. I dentelli postali sono stampati nelle tre valute delle sedi Onu: dollari statunitensi, franchi svizzeri ed euro. I francobolli hanno valori di 0,85 dollari, 1,50 franchi e 1,80 euro.

 

(TurismoItaliaNews) Il primo argomento è un invito perentorio: stop allo sfruttamento e agli abusi sessuali.
L'obiettivo di questo francobollo è sia quello di accrescere a livello globale la consapevolezza riguardo al problema dello sfruttamento e degli abusi sessuali, dai quali nessuna istituzione è immune, sia quello di combattere lo stigma e la discriminazione che le vittime si trovano ad affrontare. Le Nazioni Unite riconoscono di avere una responsabilità unica nell'introduzione di regole globali, dalla prevenzione alla risposta, in materia di contrasto allo sfruttamento e agli abusi sessuali.

Il Segretario Generale dell'Onu, António Guterres si è assunto l'impegno di fare tutto ciò che è in suo potere, in collaborazione con gli Stati membri e la società civile, per debellare questi crimini. Partendo dalla politica di tolleranza zero già esistente, le Nazioni Unite hanno elaborato una strategia mirata a suscitare un cambiamento culturale e operativo, per migliorare drasticamente il modo in cui le Nazioni Unite prevengono e affrontano lo sfruttamento e gli abusi sessuali. Come elemento principale di questa strategia, il Segretario Generale ha assegnato la massima priorità ai diritti e alla dignità delle vittime. La prevenzione e l'obbligo di responsabilità incondizionata sono al cuore dell'attuazione della politica di tolleranza zero, così come altre misure volte ad accrescere la consapevolezza pubblica, all'addestramento e all'esecuzione di valutazioni dei rischi.
Per saperne di più

Parità di genere
Non è solo un diritto umano fondamentale, ma una condizione necessaria per un mondo prospero, sostenibile e in pace. Le donne e le ragazze costituiscono la metà della popolazione mondiale e quindi anche la metà del suo potenziale. Nonostante siano stati fatti alcuni progressi verso la parità di genere e l'autoaffermazione femminile, donne e ragazze continuano a subire discriminazioni e violenze in ogni parte del mondo. Fornire alle donne e alle ragazze parità di accesso all’istruzione, alle cure mediche, a un lavoro dignitoso, così come la rappresentanza nei processi decisionali, politici ed economici, promuoverà economie sostenibili, di cui potranno beneficiare le società e l’umanità intera.

Per eliminare la discriminazione di genere è indispensabile applicare quadri giuridici nuovi in materia di parità femminile sul luogo di lavoro ed eliminare le pratiche dannose nei confronti delle donne. L'Obiettivo per lo Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite n. 5, Raggiungere l'uguaglianza di genere ed emancipare tutte le donne e le ragazze, affronta specificamente questi problemi.
Per saperne di più

Migrazione
Numeri da record di rifugiati e migranti attraversano le frontiere tra gli stati, sia per sfuggire ai conflitti, alle persecuzioni e alla povertà e ad altre situazioni di pericolo per la loro sopravvivenza, sia in risposta ai cambiamenti demografici e alla mancanza di manodopera e di competenze, cercando opportunità migliori in un altro Paese. Le migrazioni offrono enormi opportunità e benefici ai migranti, alle comunità ospitanti e a quelle d'origine. Tuttavia, se non vengono adeguatamente regolate, possono rappresentare sfide imponenti. Le infrastrutture sociali possono essere sopraffatte dall'arrivo inaspettato di un gran numero di persone, e i migranti che affrontano viaggi pericolosi possono perdere la vita.

Per fronteggiare queste sfide le Nazioni Unite hanno avviato alcune iniziative. Nel 2016, l'Assemblea Generale dell'Onu ha deciso di elaborare un accordo globale (Global Compact) per rendere sicure, ordinate e regolari le migrazioni tramite l'adozione della Dichiarazione di New York su rifugiati e migranti. Nel mese di luglio 2018 gli Stati membri dell'Onu hanno finalizzato il testo del  dell’accordo globale per una migrazione sicura, ordinata e regolare che verrà formalmente adottato dagli Stati membri nel corso di una conferenza intergovernativa che si è tenuta a Marrakesh, in Marocco, nel mese di dicembre 2018.
Per saperne di più

L’artista. Chris Gash è un illustratore concettuale le cui opere sono apparse su testate come The New Yorker, The New York Times, The Wall Street Journal, Time, The Atlantic, Scientific American, Politico, Fortune, Variety, Golf Digest e molte altre. Ha lavorato per varie grandi e piccole compagnie, università e studi di design, tra cui Southwest Airlines, Harvard University, Barnes & Noble, Nickelodeon, Delta Airlines, Energizer, Wells Fargo, Bbc, New York University, Fred & Friends, EmDash, Taylor Design, 2Communiqué, Pentagram e, più di recente, per le Nazioni Unite. Chris vive a Montclair, nel New Jersey, con l'amata moglie e quattro figli.

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...