Cento anni fa il ripristino delle relazioni diplomatiche tra Santa Sede e Polonia, la filatelia si fa congiunta

images/stories/francobolli2019/2019Scv_RelazioniVaticanoPolonia1.jpg

Eugenio Serlupini, Roma Per il 100° anniversario del ripristino delle relazioni diplomatiche tra la Santa Sede e lo Stato della Polonia, l’Ufficio filatelico del Vaticano realizza un francobollo da 1,15 euro in emissione congiunta con la Polonia. Per la serie PostEurop la scelta delle Poste di San Pietro è caduta sul germano e sul piccione… In circolazione anche l'omaggio a don Giuseppe Diana.

 

(TurismoItaliaNews) Le prime relazioni diplomatiche tra Santa Sede e Polonia risalgono al 1555, quando arrivò a Varsavia il primo rappresentante pontificio residente con il rango di nunzio. All’inizio del 1600, fu siglato un primo Concordato tra Santa Sede e Polonia ma nel 1795 la Polonia, in seguito a tre grandi spartizioni territoriali da parte delle nazioni limitrofe, cessò di esistere fino al 1918 quando tornò finalmente indipendente. Le relazioni diplomatiche furono così ristabilite nel 1919. Il francobollo realizzato da Stefano Morri ritrae il Pontefice Benedetto XV, il cui pontificato vide il riallacciarsi dei rapporti diplomatici e il Maresciallo Józef Piłsudski, considerato il maggiore artefice della riconquista dell’indipendenza della Polonia dopo la prima guerra mondiale. Il francobollo uscito il 29 marzo 2019 ha una tiratura di 80.000 esemplari; realizzata anche una busta “primo giorno di emissione” in 3.000 esemplari venduti a 4 euro ciascuno.

E il 19 marzo sono entrati in circolazione anche i due consueti dentelli a marchio PostEurop quest’anno incentrati sul tema comune degli uccelli nazionali. La serie vaticana è costituita da due valori affidati alla mano di Daniela Fusco che ha ritratto un esemplare di germano reale sul valore da 1,10 euro e un piccione sul valore da 1,15 euro.

Il germano reale, dal capo verde e il corpo argentato, appartiene alla famiglia degli Anatidae e viene considerato il capostipite della maggior parte delle razze domestiche dell’anatra che popola giardini e fontane vaticane. Il colombo meglio noto come piccione selvatico occidentale, è una specie di Columbide abbastanza diffusa; dalla sua forma domestica Columba livia domestica, che include i piccioni viaggiatori e numerose razze ornamentali, discendono i colombi semi-selvatici diffusi in quasi tutto il mondo, soprattutto nelle piazze delle grandi città, come Piazza San Pietro. La tiratura è di 60.000 serie stampati dalla Printex di Malta.

Sempre il 19 marzo emesso anche il francobollo per il 25° anniversario della morte di don Giuseppe Diana, in versione minifoglio realizzato da Marco Ventura. Don Diana nacque a Casal di Principe il 4 luglio del 1958; nel 1989 fu nominato parroco della parrocchia di San Nicola di Bari nella sua città. Con grande forza di volontà iniziò subito a lavorare per realizzare un centro di accoglienza per i primi immigrati africani, cercando così di impedire che diventassero manovalanza della malavita.

Nell’intento di porre fine al dominio della camorra sul territorio scrisse un documento dal titolo «Per amore del mio popolo non tacerò». Le parole e le azioni del prete divennero poi bersaglio dei clan camorristici, che non potevano accettare questo smacco. Così, la mattina del 19 marzo 1994, mentre si preparava a celebrare la messa nella sua chiesa a Casal di Principe, due sicari lo assassinarono senza pietà. La tiratura è di 120mila francobolli stampati dalla francese Cartor.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...