Per il 50° dello sbarco sulla Luna e la storica figura dell’Imperatore Augusto la Zecca italiana conia due monete celebrative

Stampa
images/stories/numismatica/2019Italia_50SbarcoLuna.jpg
collezionismo   numismatica   monete   oro   2019   Ipzs   argento   5 euro   proof   Luna   1969   Apollo 11   Zecca dello Stato   sbarco dell’uomo   Imperatore Augusto   micro-moneta  

Una in argento e l’altra in oro, addirittura micro. Sono le due nuove monete che il Poligrafico e Zecca dello Stato ha coniato per celebrare il 50° anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna e la figura dell’Imperatore Augusto.

 

(TurismoItaliaNews) La prima moneta, in argento dal valore nominale di 5 euro, è dedicata ad uno degli avvenimenti più significativi che hanno segnato la storia individuale e collettiva di ciascuno di noi, con le suggestive immagini trasmesse in tutto il mondo dell’atterraggio dell’Apollo 11 e del primo passo compiuto sulla superficie lunare, il 20 luglio 1969, dall’astronauta Neil Armstrong. La moneta, realizzata dall’artista incisore Claudia Momoni, intende riprodurre nei suoi aspetti artistici queste suggestioni, riportando sul dritto la composizione a colori del globo terrestre e della Luna; sullo sfondo la rete dello spazio-tempo. Sul rovescio, in primo piano, è rappresentata l’impronta lasciata dall’astronauta Armstrong sul suolo lunare, con la Terra a colori che sorge all’orizzonte; a destra, le date «1969» e «2019», rispettivamente anno dello sbarco sulla Luna e anno di emissione; in basso il nome dell’autore «Momoni»; nel giro la frase pronunciata dall’astronauta appena atterrato sulla luna: «One small step for a man, one giant leap for mankind» (Un piccolo passo per l’uomo, un grande passo per l’umanità). La moneta è disponibile in versione Proof, con una tiratura di 6000 pezzi.

La seconda emissione, una micro-moneta in oro, realizzata dall’artista incisore Silvia Petrassi, celebra una delle figure più importanti della storia antica, l’Imperatore Augusto. La moneta riporta sul dritto una libera interpretazione del ritratto dell’Imperatore, con il profilo rivolto a destra, ispirato ad una antica moneta. Nel campo di sinistra, «Sp», sigla dell’autrice. Sul rovescio è raffigurato un particolare del fregio a girali d’acanto dal registro inferiore dell’Ara Pacis, l’altare dedicato da Augusto nel 9 a.C. alla Pace e oggi esposto nell’omonimo museo di Roma. La moneta, dal valore nominale di 10 euro, fa parte della serie «Imperatori Romani», è in finitura Proof ed è disponibile in tiratura limitata di 1.000 pezzi.

Per saperne di più

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...