Colonnato del Bernini: restauro finanziato anche dai collezionisti di francobolli

images/stories/vaticano/BasilicaSanPietro13.jpg

Anche i collezionisti contribuiscono al restauro del Colonnato del Bernini, cornice di piazza San Pietro. Il 20 novembre 2012 l’Ufficio Filatelico e Numismatico del Governatorato della Città del Vaticano emette infatti un certificato filatelico di partecipazione ai lavori, novità assoluta nel campo collezionistico italiano. Dal 2009, dopo quattro mesi di cantiere pilota, è iniziata una complessa opera di restauro di questo grandioso monumento; nell’intento di ridurre l’impatto per turisti e fedeli, si sta procedendo per moduli, tecnica seriale utilizzata dallo stesso Bernini.

 

(TurismoItaliaNews) Il marmo del Colonnnato viene curato e sbiancato per ridare l’antico splendore non solo ai 284 enormi pilastri, ma anche alle 140 statue di Santi soprastanti. L’Ufficio Filatelico, con questa emissione straordinaria, vuol dare il suo contributo, tramite la partecipazione dei collezionisti ma anche di tutti coloro che amano l’arte e la cultura, al restauro della celebre opera del Bernini. Il certificato consiste in un foglietto filatelico che include due valori da 10 euro ciascuno, per un costo totale di 20 euro.

L’emissione è disponibile in due varianti, con tiratura limitata: una con l‘intestazione latina "Officium Philatelicum et Nomismaticum" ed un’altra da personalizzare con il nome ed il cognome della persona che ha contribuito al restauro, entrambe al prezzo di 20 euro ciascuna.

Coloro che intendono acquistarne un esemplare possono scaricare il modulo di richiesta dal sito www.vaticanstate.va (esattamente dalla sezione del sito dedicata all’Ufficio Filatelico e Numismatico) oppure rivolgersi direttamente ai due punti vendita dell’Ufficio Filatelico e Numismatico situati in Piazza Pio XII, n° 4 e all’interno della Città del Vaticano a Santa Marta.

Nel 1656 Gian Lorenzo Bernini iniziò a studiare, su incarico di Papa Alessandro VII, la sistemazione di Piazza San Pietro. Il grande architetto lavorò a questo complesso progetto per ben undici anni; solo grazie alla sua profonda esperienza ed una serie infinita di accorgimenti geometrici riuscì a risolvere il problema degli errati allineamenti tra gli elementi preesistenti (facciata, obelisco, edifici). La soluzione finale fu una piazza ovale con un colonnato realizzato a tre corsie, con colonne di ordine dorico e pilastri in travertino, uniti da una semplice trabeazione ma coronati da una serie di statue di Santi.

Il colonnato, nonostante l’iniziale avversione dei più, creò visivamente quell’immagine di eleganza e maestosità che rese questa piazza unica al mondo ed aggiunse all’insieme architettonico un elemento fondamentale, l’abbraccio della Chiesa al mondo che lo stesso Bernini così descriveva: "La chiesa di San Pietro, quasi matrice di tutte le altre, doveva haver’ un portico che per l’appunto dimostrasse di ricever à braccia aperte".

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...