Dal Vaticano moneta aurea per la Madonna di Foligno, capolavoro di Raffaello

images/stories/numismatica/ScvFronte100euroOroNapolione2012.jpg

Non solo francobolli per la Madonna di Foligno. La Città del Vaticano manda in campo una splendida moneta aurea da 100 euro dedicata al capolavoro di Raffaello conservata nella Pinacoteca dei Musei Vaticani. A firmare il bozzetto è l’artista Antonella Napolioni. Data di entrata in circolazione il 12 giugno 2012. Limitatissima la tiratura: solo 999 esemplari, coniati dalla Zecca di Roma.

 

(TurismoItaliaNews) La moneta da 100 euro raffigura per il 2012 la Madonna di Foligno di Raffaello Sanzio (1483-1520), oggi nella Pinacoteca Vaticana, realizzata 500 anni orsono su commissione di Sigismondo de’ Conti, segretario di Papa Giulio II, per l’altare di Santa Maria in Aracoeli. La Vergine con il Bambino è rappresentata come appare, secondo la Legenda Aurea, all’imperatore Augusto il giorno del Santo Natale: i Santi Francesco, Giovanni Battista e Girolamo, dottore della Chiesa, partecipano a questa trascendentale esperienza insieme con il donatore stesso.

Il capolavoro collocato a Foligno non attirò mai l’attenzione di molti visitatori, fin quando venne trasferito nella corte papale e divenne un’icona della cultura occidentale. La moneta, realizzata dall’artista Antonella Napolione, riproduce una parte del dipinto, valorizzando il soggetto centrale dell’opera dell’urbinate. Si arricchisce così la monetazione del Pontificato di papa Benedetto XVI.

La moneta d’oro è a fondo specchio, ha un diametro di 35 millimetri e pesa 30 grammi. Sul bordo circolare è incisa la scritta "Cooperatores Veritatis + MMXII +". L’incisore è Valerio De Seta. Prezzo di vendita 1.750 euro.

 

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...