A San Marino il grande Giovanni Pascoli è in argento: il poeta è nella Divisionale 2012

images/stories/numismatica/2012RsmMonetaArgento5euroGiovanniPascoli.jpg

Si arricchisce il forziere della numismatica sammarinese. Arriva infatti la Divisionale fior di conio con millesimo 2012, che si presenta anche con una versione “pesante” per effetto della moneta in argento da 5 euro dedicata a Giovanni Pascoli nel centenario della sua morte. La data di emissione annunciata dall’Azienda autonoma di Stato filatelica e numismatica è il 22 marzo 2012.

 

(TurismoItaliaNews) Più di millesettecento anni di indipendenza e libertà. Le sue origini si richiamano all’illustre leggenda del Santo Fondatore della comunità sammarinese e della Repubblica, quando Marino, alla fine del terzo secolo dopo Cristo si rifugiò sul Monte Titano per sfuggire con altri  cristiani alle persecuzioni di Diocleziano. Tutto questo richiama la nuova Divisionale di monete in euro della Serenissima Repubblica di San Marino. La tiratura è di 40mila esemplari con bozzetti  di Frantisek Chochola (parte dritto) e di Luc Luycs (parte rovescio). Le incisioni sono di Ettore Lorenzo Frapiccini mentre la coniazione è stata affidata alla Zecca di Roma Il prezzo di vendita è di 35,09 euro.

La Divisionale fior di conio con millesimo 2012 di San Marino

Nella versione con la moneta in argento dedicata a Giovanni Agostino Placido Pascoli (San Mauro di Romagna, 31 dicembre 1855 – Bologna, 6 aprile 1912) il prezzo di acquisto sale a 54,45 euro. La tiratura è di 40mila esemplari, ciascuno dei quali pesa 18 gramnmi: il bozzetto è Valerio De Seta. Non casuale l’omaggio per il grande poeta. A cento anni dalla scomparsa di una delle più importanti figure della letteratura europea, che ha segnato in maniera indelebile la poesia italiana, risuonano ancora come auree e fresche le parole che l’autore romagnolo dedicò a San Marino. Strofe alcaiche, appartenenti alla sua poderosa produzione latina, che vennero offerte come lode e saluto (Mons Titan – 1894), in occasione dell’inaugurazione del Palazzo del Governo cui il poeta venne invitato assieme a Giosuè Carducci.

La sede pubblica lo vedrà, pochi anni dopo, ancora protagonista quando pronuncerà un discorso in memoria del Maestro scomparso. In quell’occasione, inaugurando un’erma del poeta toscano, pronuncerà l’orazione “Alla gloria di Giosuè Carducci e di Giuseppe Garibaldi”, (Discorso pronunciato in San Marino il 30 settembre 1907 al cospetto dell’Ecc.ma Reggenza) accomunando nel discorso il vate della terza Italia e l’Eroe dei due mondi.  Una presenza quella del Pascoli che trova la sua adesione in un telegramma dell’epoca alquanto esplicativo: “Dopo lunga esitazione forzano ad accettare l’invito l’amore per la regione natia e l’ammirazione per la Repubblica di San Marino, fior di poesia nella severa via della storia”. Un tributo quello nei confronti del piccolo Stato che il poeta ripropone nel frammento di una lirica (“Romagna”, contenuta nella raccolta “Myricae”) dedicata all’amico fraterno Severino Ferrari “…il paese ove, andando, ci accompagna l’azzurra vision di San Marino”.

 

Oggi la Repubblica di San Marino fa parte a pieno titolo delle più importanti Istituzioni internazionali come le Nazioni Unite e il Consiglio d’Europa e di tante organizzazioni mondiali per la difesa dei Diritti dell’Uomo e della Pace. Una sessantina  di chilometri quadrati inseriti nel 2008 dall’Unesco tra i patrimoni dell’Umanità, in grado di offrire ai visitatori un panorama unico e affascinante. La piccola capitale, San Marino, racchiude un’eredità culturale, storica, museale e architettonica di inestimabile valore. Angoli di preziosa bellezza, botteghe artigiane, attività artistiche di ogni genere, eventi sportivi mondiali e passione per il buon cibo e l’arte enogastronomica, accolgono il turista nel suo cammino viandante.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...