San Marino si rilancia come patria del Bramante e lo celebra con una moneta da 2 euro

images/stories/numismatica/2014RsmBramante2euro.jpg

E’ dedicata a Bramante Lazzari delle Penne di San Marino, a 500 anni dalla sua scomparsa, la moneta commemorativa da 2 euro che la Repubblica del Titano manda in campo il 23 giugno 2014 per celebrare non solo un artista che il mondo intero invidia all’Italia, ma anche l’uomo di cui proprio in questa antica terra si rivendicano i natali come ricorda il monumento nell’omonima piazzetta…

 

(TurismoItaliaNews) Vissuto tra il 1444 e il 1514, Bramante è stato il progettista della Basilica di San Pietro ed è considerato «inventor e luce della buona e vera Architettura», nonché uno tra i maggiori artisti del Rinascimento. Sono molti i paesi che ne rivendicano i natali, così come il monumento, posto in piazzetta Bramante Lazzari a San Marino, eretto su un disegno di Amos Lucchetti Gentiloni dallo scultore Aldo Volpini, suol ricordare: “Al Sommo architetto Bramante Lazzari - da più Patrie conteso - la Repubblica del Titano – che - sulla fede di Sabba Castiglione - reputa nativo delle Penne di San Marino - nel 525esimo anniversario della nascita - questo ricordo marmoreo – dedica”. Sul fronte del monumento è posto un bassorilievo, opera dello scultore anconetano Sanzio Blasi, che raffigura il Bramante come appare in un affresco di Raffaello. Seppure non vi siano opere dell’architetto sul Titano, la ricostruzione storica, così come la scritta che accompagna il monumento intende testimoniare, sembra ricondurre la nascita del «sommo» proprio in Repubblica.

Il cavaliere Gerosolimitano monsignor Sabba Castiglione, contemporaneo del Bramante e considerato uomo e studioso particolarmente credibile, nell’edizione veneta dei “Ricordi” (1582), pose il suggello a quell’ipotesi con un passaggio indiscutibile: «Onde avviene, che F. Bramante delle penne di San Marino, huomo di grand’ingegno, cosmografo poeta volgare, et pittore valente, come discepolo del Mantegna, et grā prospettivo, come creato di Pietro del Borgo, ma nell’architettura tanto eccellente,…». Nella moneta sammarinese da 2 euro è raffigurato il volto del Bramante e il Tempietto di San Pietro in Montorio realizzato su progetto del Bramante nel Convento di San Pietro in Montorio a Roma. A firmare il bozzetto è Maria Carmela Colaneri e la tiratura è di 110.000 esemplari. Prezzo di vendita 15 euro oltre Iva per residenti in Italia.

 

Per saperne di più
Ufficio Filatelico Numismatico
Dipartimento Finanze - Repubblica di San Marino
Via 28 Luglio, 212 -47893 Borgo Maggiore
tel. +378 0549 882350
www.aasfn.sm

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...