Una moneta d’argento da 5 euro per il 900° anniversario della consacrazione del Duomo di Pisa

Stampa
images/stories/numismatica/2018Italia_TorrePisa02.jpg
turismo   italia   news   turismoitalianews   toscana   Unesco   patrimonio   collezionismo   numismatica   moneta   centenario   2018   Pisa   euro   Ipzs   argento   cattedrale   Torre pendente   Piazza dei Miracoli  

Eugenio Serlupini, Pisa / Toscana

E’ uno dei simboli discussi del Belpaese nel mondo, conosciutissima e amatissima per quel suo vezzo inconsueto di sfidare le leggi di gravità, oltre che per essere un capolavoro di architettura. Così la Torre di Pisa compare in primo piano sulla moneta in argento da 5 euro coniata dall’Italia per celebrare il 900° anniversario della Cattedrale medievale di Santa Maria Assunta.

 

(TurismoItaliaNews) La Piazza del Duomo di Pisa rappresenta in tutta la sua maestosità e perfezione architettonica il più alto esempio dello stile Romanico Pisano, una fusione armoniosa di motivi classici, paleocristiani, lombardi e orientali. Gli edifici mantengono un’elegantissima unitarietà stilistica: la Cattedrale, la Torre, il Battistero e il Camposanto rappresentano nel loro insieme l’allegoria della vita umana. Il Museo delle Sinopie ospita i grandi disegni preparatori trovati sotto gli affreschi che decorano il Camposanto e il Museo dell’Opera del Duomo, al momento chiuso e in fase di riallestimento, renderà visibile lo sviluppo dell’arte pisana e la grande scultura medievale con un nuovo e suggestivo percorso museale.

Dal 4 maggio 2018 è in circolazione la moneta d’argento coniata da 5 euro dall’Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato per ricordare i 900 anni dalla consacrazione del Duomo di Pisa. La moneta è stata disegnata dall’artista incisore Annalisa Masini e coniata presso le Officine della Zecca dello Stato con una tiratura di 4.000 pezzi per la versione «proof» (titolo 925, diametro 32 millimetri, peso 18 grammi). La Cattedrale medievale di Santa Maria Assunta di Pisa, con il Battistero e la famosa Torre Pendente, testimonia il prestigio raggiunto dalla città quando era una delle più importanti Repubbliche Marinare. Iniziata dall’architetto Buscheto nel 1063, questo capolavoro del Romanico Pisano sorge al centro di piazza dei Miracoli, patrimonio dell’Umanità Unesco, e armonizza in modo straordinario elementi classici, gotici, lombardo-emiliani, bizantini e islamici.

Sul dritto della moneta, compare la veduta di piazza dei Miracoli, con il Battistero, la Torre Pendente e il Duomo di Santa Maria Assunta, la Cattedrale medievale di Pisa. Alla base della Torre Pendente, il nome dell’autore «A.Masini». Sul rovescio, c’è un particolare del Duomo di Pisa, affiancato ad una formella bronzea della Porta di San Ranieri del Duomo, realizzata da Bonanno Pisano. In alto, le date «1118 2018», rispettivamente anno della consacrazione del Duomo di Pisa e anno di emissione della moneta. Il 4 maggio 2018 è stata emessa anche la divisionale numismatica composta da 9 pezzi dedicata ai 60 anni dell’istituzione del Ministero della Salute.

A Pisa, e questo interessa in modo particolare i collezionisti, si è deciso anche di realizzare una medaglia celebrativa per il 900° anniversario della dedicazione della Cattedrale di Pisa e per la quale è stato indetto un concorso per la progettazione del bozzetto. Tra i 18 partecipanti, la commissione ha ritenuto di proclamare vincitore l’artista Silvia Bargagna. Nata a Pisa il 9 febbraio 1965, Silvia ha conseguito la maturità artistica con indirizzo Tecniche grafiche pubblicitarie presso l’Istituto Statale Russoli di Pisa. Dopo aver frequentato i primi anni dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, ha interrotto gli studi per lavorare come direttore artistico di uno studio grafico pubblicitario.

Nel 1991 ha iniziato a coltivare la grande passione per la scultura e in particolare per il bassorilievo, realizzando migliaia di monete e medaglie, con propri progetti o anche di artisti di fama internazionale. Alla ricerca costante di innovazioni formali di coniatura e finitura, nelle sue produzioni predilige la rappresentazione figurativa con impostazione grafica moderna e concettuale, distaccandosi dalla rigidità della classica iconografia medaglistica.

Per saperne di più
www.ipzs.it
www.opapisa.it

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...