Da Stonehenge al Giant’s Causeway, ecco i pilastri della monumentalità britannica: i siti Unesco più belli in Uk

images/stories/gran_bretagna/Londra_WestminsterPalace01.jpg

Angelo Benedetti

C’è Stonehenge neanche a dirlo. Ma ci sono pure il Giant’s Causeway, Westminster Palace, il Castello di Edimburgo, Greenwich e il castello di Conwy, ovvero i pilastri della monumentalità britannica. Sono questi i soggetti scelti per illustrare i sei francobolli scelti dalle Nazioni Unite per celebrare il patrimonio Unesco del Regno Unito.


(TurismoItaliaNews) Entrano in circolazione il 15 agosto 2018 i dentelli delle Poste azzurre che vanno ad allungare il numero di francobolli Onu emessi nel corso degli anni per contribuire alla conoscenza e alla valorizzazione dei siti iscritti nella World Heritage List. Stavolta tocca dunque al Regno Unito con sei valori postali e tre libretti: “Il patrimonio è quello che ereditiamo dal passato, quello con cui viviamo oggi, e quello che trasmettiamo alle generazioni future – sottolineano dall'Apnu, l'amministrazione postale delle Nazioni Unite nel presentare l'emissione - sia il nostro patrimonio culturale sia quello naturale sono fonti insostituibili di vita e di ispirazione”.

Vediamo dunque quali sono i siti di Gran Bretagna e Irlanda del Nord prescelti. Stonehenge insieme ad Avebury, nel Wiltshire, è tra i gruppi di megaliti più famosi al mondo. I due santuari sono costituiti da cerchi di menhir disposti secondo uno schema il cui significato astronomico è ancora in fase di studio. Questi luoghi sacri e i vicini siti neolitici sono una testimonianza incomparabile dei tempi preistorici.

Il Palazzo di Westminster, ricostruito dal 1840 sul sito di importanti resti medievali, è un bell'esempio di architettura neo-gotica. Il sito - che comprende anche la piccola chiesa medievale di Santa Margherita, costruita in stile gotico perpendicolare, e l'abbazia di Westminster, dove sono stati incoronati tutti i sovrani sin dall'XI secolo - ha un grande significato storico e simbolico.

Edimburgo è stata la capitale scozzese dal XV secolo. Ha due aree distinte: il centro storico, dominato da una fortezza medievale; e la neoclassica Città Nuova, il cui sviluppo dal XVIII secolo in poi ebbe un'influenza di vasta portata sulla pianificazione urbana europea. La giustapposizione armoniosa di queste due aree storiche contrastanti, ognuna con molti edifici importanti, è ciò che conferisce alla città il suo carattere unico.

The Giant's Causeway si trova ai piedi delle scogliere di basalto lungo la costa ai margini dell'altopiano di Antrim, nell'Irlanda del Nord. È composto da circa 40.000 massicce colonne di basalto nero che spuntano dal mare. La vista suggestiva ha ispirato leggende di giganti che attraversano il mare in Scozia. Gli studi geologici di queste formazioni negli ultimi 300 anni hanno notevolmente contribuito allo sviluppo delle scienze della Terra e mostrano che questo straordinario paesaggio è stato causato dall'attività vulcanica durante il Terziario, circa 50-60 milioni di anni fa.

Maritime Greenwich: l'insieme di edifici a Greenwich, quartiere periferico di Londra, e il parco in cui sono ambientati, simboleggiano l'impegno artistico e scientifico inglese nel XVII e XVIII secolo. The Queen's House (di Inigo Jones) è stato il primo edificio palladiano in Inghilterra, mentre il complesso che è stato fino a poco tempo fa il Royal Naval College porta la firma di Christopher Wren. Il parco, allestito sulla base di un progetto originale di André Le Nôtre, contiene l'Old Royal Observatory, opera di Wren e dello scienziato Robert Hooke.

Il castello di Conwy è una struttura fortificata della città gallese di Conwy costruita tra il 1283 e il 1287/1289 su progetto dell'architetto militare James of St. George (1230-1309) e per volere di Edoardo I d'Inghilterra (1239-1307). Si tratta della prima delle quattro fortezze fatte costruire nel nord del Galles e che compongono il cosiddetto Anello di Ferro, nonché di una delle fortezze meglio conservate del Galles settentrionale e di una delle più imponenti fortezze medievali d'Europa, inserita dall'Unesco - come gli altri castelli (il castello di Caernarfon, il castello di Beaumaris e il castello di Harlech) dell'Anello di Ferro - nel patrimonio dell'umanità. I castelli di Beaumaris e Harlech (in gran parte lavoro del più grande ingegnere militare dell'epoca, James of St George) e i complessi fortificati di Caernarfon e Conwy si trovano nell'ex principato di Gwynedd, nel nord del Galles.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...