beni culturali - Turismo Italia News

  • "Alla ricerca di Stabia": aspetti inediti della storia in mostra all'Antiquarium di Pompei

    Due contesti di grande importanza per la ricostruzione delle dinamiche insediative del territorio stabiano e per le sue vicende storiche in epoca preromana. "Alla ricerca di Stabia" è il titolo della mostra in corso all'Antiquarium di Pompei fino al 31 gennaio 2019.

  • A Firenze debutta il sistema per eliminare le code alle Gallerie degli Uffizi: migliaia di visitatori entrano senza attendere

    Un nuovo sistema di gestione degli ingressi che consente di azzerare le code, storico e cronico problema del celebre museo. Alle Gallerie degli Uffizi di Firenze debutta la modalità per agevolare l’accesso delle migliaia di visitatori. Ecco come funziona.

  • A L’Aquila riapre la Basilica di Santa Maria di Collemaggio: un lungo restauro finanziato da Eni dopo il sisma 2009

    E’ considerata una delle chiese più importanti dell’Aquila, icona della storia dell’architettura medievale. Gravemente danneggiata dal sisma del 6 aprile 2009 la Basilica di Santa Maria di Collemaggio ha riaperto dopo un restauro finanziato da Eni, con progettazione e direzione dei lavori curate dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per L'Aquila e cratere. Qui Pietro del Morrone fu incoronato Papa il 29 agosto 1294 con il nome di Celestino V.

  • A Pompei riaprono la Casa dei Ceii e il complesso di Giulia Felice: ricche decorazioni da ammirare nel loro splendore

    La Casa dei Ceii, celebre per le pitture sugli alti muri del giardino con scene di ispirazione egizia e animali selvaggi, e i Praedia di Giulia Felice, grande complesso residenziale con ampi spazi verdi, ricche decorazioni e il lussuoso quartiere termale privato sono le due importanti dimore pompeiane che a Pompei riaprono al pubblico dal 1° novembre 2018.

  • All Routes lead to Rome: aperture straordinarie, visite guidate, passeggiate letterarie, cammini, cicloescursioni

    Come pensare di attivare nuove forme di sviluppo capaci di generare filiere produttive ed occupazione qualificata a partire dalla cultura e dalla bellezza? Nell’anno Europeo del Patrimonio Culturale, la Rete di soggetti pubblici, privati ed ecclesiastici messa in piedi da “All Routes lead to Rome” si amplifica, creando per la terza edizione, che si svolge a Roma dal 16 al 25 novembre 2018, nuovi dibattiti, proposte ed opportunità ispirate agli itinerari, rotte, cammini e ciclovie italiane, considerate come le forme più autentiche e straordinarie di viaggio.

  • All’Accademia di Belle Arti di Perugia tra passato e futuro: grandi opere e grandi artisti, di ieri e di domani

    Giovanni Bosi, Perugia

    Una fucina del bello ormai testimonial dell’arte italiana nel mondo. Ma non solo: perché oggi l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia, fondata nel 1573 e dunque seconda accademia più antica d'Italia, è anche uno scritto di antichi tesori oltre che di saperi che guardano al futuro. Il museo dell'accademia conserva infatti un patrimonio storico-artistico di valore inestimabile: i gessi preparatori di importanti opere della scultura europea. Siamo andati a vedere.

  • ANNO EUROPEO | Il patrimonio culturale salpa a bordo della goletta Oloferne, il Polo Museale della Calabria aderisce

    La finalità è quella di valorizzare il patrimonio culturale marittimo italiano che da gennaio 2018, con l’inizio dell’Anno del patrimonio culturale europeo, salperà, a bordo della goletta Oloferne, e farà rotta dall’Adriatico al Tirreno, con tappe in tutte le regioni costiere, per arrivare infine a Sète (Francia) in occasione della manifestazione “Escale à Sèt”e in rappresentanza dei musei italiani. E' il Museo Navigante, al quale ha aderito anche il Polo Museale della Calabria, diretto da Angela Acordon.

  • Antico e moderno in Valle d'Aosta: il Forte di Bard è un polo museale all'avanguardia

    Giuseppe Botti, Aosta

    E' la più imponente fortezza collocata nel cuore delle Alpi e dell'Europa, un tempo presidio di sbarramento per la sicurezza. Oggi è un polo museale all'avanguardia, un luogo di incontro aperto alla conoscenza e al dialogo che unisce tradizione e innovazione, dove l'antica architettura si fonde e convive con la tecnologia e la multimedialità. E' il Forte di Bard, in Valle d'Aosta.

  • ARCHITETTURA | A Firenze concorso per progettare la nuova uscita del Museo delle Cappelle Medicee, costo stimato 540.000 euro

    Un concorso per progettare la nuova uscita del Museo delle Cappelle Medicee a Firenze. Le modalità e le fasi del concorso sono state concordate con la Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato. A indirlo il Museo Nazionale del Bargello, in collaborazione con la Fondazione Architetti Firenze.

  • Arriva la Guida ai musei ecclesiastici dell'Umbria: la ricchezza e la bellezza di un patrimonio accumulato nei secoli

    Si chiama "Guida ai musei ecclesiastici dell'Umbria" la pubblicazione in italiano e in inglese curata dalla Conferenza episcopale umbra - Musei ecclesiastici umbri e pubblicata da Fabrizio Fabbri editore con il contributo della Regione.

  • BENI CULTURALI | “L'autonomia dei musei aiuta ricerca e tutela”: il direttore Gabriel Zuchtriegel al Comitato Scientifico di Paestum

    “Altro che mercificazione, l'autonomia dei musei aiuta la ricerca e la tutela”: è questa una delle conclusioni presentate nella relazione del direttore Gabriel Zuchtriegel al Comitato Scientifico del Parco Archeologico di Paestum, che si è riunito per discutere del programma di pubblicazioni, della catalogazione delle collezioni e della digitalizzazione degli archivi.

  • BENI CULTURALI | Crescono i visitatori nei musei nei primi cinque mesi dell’anno: oltre 21 milioni di ingressi

    Al primo gradino sul podio i musei della Liguria con +37,1% ingressi, mentre al secondo posto si colloca l’Umbria con un aumento di visitatori pari al 29,1% e al terzo posto vi sono le Marche con un incremento del 21%. Musei, monumenti e siti archeologici del ministero per i Beni e le attività culturali hanno registrato un incremento dei visitatori del 7,8% nei primi cinque mesi del 2018 rispetto al medesimo periodo del 2017, con un aumento del 23,4% degli introiti.

  • BENI CULTURALI | Giornate Europee dell'Archeologia: in Italia un appuntamento con la storia il 14, 15 e 16 giugno

    (TurismoItaliaNews) Appassionati di storia o semplici curiosi, in famiglia o con la classe, tutti possono andare a scoprire la ricerca e il patrimonio archeologico. Dal 14 al 16 giugno 2019 si svolgono le Giornate dell’archeologia, iniziativa coordinata dall’Istituto nazionale francese di ricerca archeologica preventiva che per il decimo anniversario, apre le porte a tutti i Paesi europei. Luoghi della cultura statali e non, sono invitati ad aderire mettendo a disposizione i propri spazi per promuovere il patrimonio e far conoscere il lavoro dell’archeologo attraverso conferenze, spettacoli, laboratori didattici e visite guidate a cantieri di scavo.

    In occasione delle Jna, ogni terzo weekend di giugno, tutti gli attori del mondo dell'archeologia si mettono all’opera per far scoprire al pubblico i tesori del patrimonio e i retroscena di questo settore. Questi tre giorni rappresentano l'occasione per sensibilizzare e avvicinare l’opinione pubblica europea all'archeologia e sulle sue implicazioni: attraverso eventi originali e festosi, le famiglie, le scuole, gli studenti, gli appassionati di storia o i semplici curiosi possono scoprire il patrimonio archeologico. Visite di luoghi aperti in via eccezionale al pubblico (cantieri di scavo, centri di ricerca, riserve di collezioni archeologiche...), scambi con gli attori dell’archeologia (archeologi, ricercatori...) che vengono a incontrare il pubblico per presentare il proprio mestiere, attività ludiche e didattiche (iniziazioni allo scavo, dimostrazioni, laboratori...) fanno parte del vasto programma proposto in occasione delle Giornate dell’archeologia in Europa.

    L’Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva francese (Inrap) è l’unico operatore pubblico competente in tutto il territorio transalpino per tutti i periodi storici, dalla Preistoria ai giorni nostri. Con trent'anni di esperienza alle spalle, interviene in ogni tipo di cantiere: urbano, rurale, subacqueo, grandi tracciati lineari. Il suo ruolo è quello di salvaguardare, attraverso lo studio, il patrimonio archeologico interessato dalle operazioni di pianificazione del territorio. L’Inrap realizza ogni anno circa 1.800 diagnosi archeologiche e 250 scavi, in partnership con enti pubblici e privati, in Francia metropolitana e d’Oltremare. Al termine dei cantieri, l’Inrap garantisce che i risultati vengano utilizzati e ne assicura la diffusione presso la comunità scientifica: oltre 350 dei suoi ricercatori collaborano con il Cnrs e l’Università.

    Il sito del ministero dei Beni culturali italiano

     

  • BENI CULTURALI | L'Italia in campo per la tutela e la valorizzazione dei tesori archeologici dell'Afghanistan

    L'Italia in campo per la tutela e la valorizzazione dei tesori archeologici dell'Afghanistan. Formare specialisti afghani nel settore e finanziare le loro ricerche sul campo: questi i campi di azione del contributo della Farnesina alla Missione archeologica Italiana in Afghanistan, che è stato rinnovato anche il per il 2018. La missione, che opera nel Paese dal 1957, è diretta dall’associazione internazionale di studi sul Mediterraneo e l’Oriente (Ismeo) e coadiuva l’opera di conservazione dell’inestimabile patrimonio archeologico e artistico del Paese.

  • BENI CULTURALI | Paestum assicura la manutenzione del Tempio di Nettuno grazie a donazione da 100.000 euro

    Un programma di ricerche e sperimentazioni che permetterà al Parco Archeologico di Paestum di definire strategie per la manutenzione ordinaria del Tempio di Nettuno e assicurare così la conservazione di uno dei più importanti capolavori dell’architettura greca, testimonianza unica del passato. Arriva una donazione da 100mila euro dall’azienda D’Amico.

  • CAMPANIA | Patto territoriale fra la Reggia di Caserta e sei Comuni per il recupero e la valorizzazione dell'Acquedotto Carolino

    Un protocollo d'intesa per il recupero, la valorizzazione e la promozione dell'Acquedotto Carolino. A firmarlo ad Airola, in provincia di Benevento, il direttore della Reggia di caserta Mauro Felicori e i sindaci di Airola, Bucciano, Durazzano, Moiano, Sant'Agata de Goti e Valle di Maddaloni.

  • Campania, aumentano gli ingressi del Parco archeologico dei Campi Flegrei. E il 2019 sarà un anno di svolta

    Più 30 per cento di visitatori ed oltre 23milioni da investire in 14 progetti per la valorizzazione dei siti archeologici e per le aree di collegamento, grazie alla firma del disciplinare Fsccon il ministero dei Beni Culturali, che consente l'inizio di una nuova fase per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, dove gli spazi saranno trasformati in luoghi di vita, cultura e di fruizione aperti al pubblico. E il 2019 sarà l'anno di ulteriori novità.

  • Centri storici e futuro dell'Italia, la prima indagine realizzata da Ancsa e Cresme: una fotografia imparziale su 109 nuclei antichi

    Da oltre 30 anni non si svolgevano ricerche sulla situazione complessiva dei centri storici italiani. Ora una prima indagine conoscitiva sui centri storici dei 109 capoluoghi di provincia italiani - realizzata da Ancsa Associazione Nazionale Centri Storico-Artistici con la collaborazione del Cresme - consegna una fotografia imparziale di quei 172 chilometri quadrati (lo 0,06% del territorio italiano) su cui sussistono i 109 centri storici oggetto dell'indagine.

  • COMO | Centinaia di monete d’oro della tarda epoca imperiale ritrovate in un recipiente in pietra ollare di forma inedita

    Erano custodite in un recipiente in pietra ollare di forma inedita, che non trova al momento confronti. Centinaia di monete d’oro della tarda epoca imperiale sono state ritrovate in pieno centro a Como durante alcuni scavi archeologici in un cantiere per la ristrutturazione dell’ex teatro Cressoni. Per gli studiosi è una scoperta straordinaria.

  • Con il Protocollo di Chengdu la cultura unisce Cina e Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    La creazione di mostre, scambio di esperti e ricerche volte ad applicare metodologie innovative e sperimentali, promozione del patrimonio e cooperazione per lo sviluppo della rete museale: sono i punti dell'accordo di cooperazione, siglato a Chengdu, tra il Parco Archeologico dei Campi Flegrei e l'Amministrazione dei Beni culturali del Sichuan, nella Repubblica Popolare Cinese.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...