Vardzia, la città scolpita nella roccia: in Georgia il capolavoro rupestre che racconta storie di donne straordinarie, in viaggio con Paolo Pretelli

Giovanni Bosi

Ben più di semplici grotte scavate dall'uomo nella roccia: questi veri e propri capolavori dell'ingegno umano si integrano perfettamente nel paesaggio, dimostrando peraltro un tipo di pianificazione di grande livello che addirittura non si riscontra nell'architettura costruita. Siamo a Vardzia, la città rupestre nel fianco del monte Erusheli, nel sud della Georgia, linea di demarcazione tra Europa e Asia. Un luogo che tra l'altro tramanda storie di donne straordinarie. Ce lo racconta Paolo Pretelli, gran patron di Apatam Viaggi.