PAESTUM | Riemergono i resti di Porta Aurea durante uno scavo per Enel: si sta lavorando a un progetto di valorizzazione

Importante scoperta a Paestum: nei pressi di Porta Aurea, l’accesso nord della città antica, parzialmente distrutta nel 1829 dall’attuale via Magna Grecia, l’ex statale 18, sono riemersi parte della pavimentazione e blocchi in calcare locale di uno dei due pilastri su cui poggiava l’arco della porta. Il ritrovamento nel corso dei lavori per il rifacimento della linea elettrica, condotti dalla società Sogea per conto di Enel e seguiti dalla Archeoservizi Sas, sotto la direzione scientifica della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Salerno e Avellino.