Vinitaly - Turismo Italia News

  • Arte & Sagrantino: con le Cantine Francescane di Montefalco arte, vino e territorio al centro della proposta dell’Umbria

    Il Comune di Montefalco e i produttori del Consorzio Tutela Vini stanno pianificando l’ambizioso ampliamento delle Cantine Francescane - struttura annessa al Complesso Museale di San Francesco con ampie vasche di pigiatura dell’uva, utilizzate già tra il XVIII e XIX secolo per la produzione del Sagrantino una – per dare seguito alle azioni di valorizzazione del patrimonio artistico culturale che rappresentano il cuore pulsante del Sistema Sagrantino.

  • Con i 50 anni di Vinitaly un brindisi filatelico con tredici Docg dello Stivale

    Arriva in contemporanea con l’edizione numero 50 di Vinitaly il nuovo brindisi filatelico con le eccellenze vinicole del Belpaese. Dall’11 aprile sono infatti in circolazione ben quindici francobolli che celebrano le produzioni italiane da nord a sud, con un occhio particolare – in questo 2016 – alla kermesse di Verona, alla quale vengono dedicati ben due dentelli.

  • GUSTO | Cresce il valore del marchio "Doc Sicilia" in Italia, Germania e Usa: il Consorzio presenta il trend a Vinitaly 2019

    Obiettivo da record quello raggiunto dai vini della Doc Sicilia nel 2018, che grazie all’exploit di Grillo e Nero d'Avola e le ottime performance di tutti gli altri vitigni dell'isola hanno permesso di chiudere l'anno con un bilancio da capogiro, raggiungendo al 31 dicembre la quota di 80 milioni di bottiglie di vino prodotte, numeri destinati a crescere con una previsione di 100 milioni di bottiglie a fine 2019.

  • GUSTO | La Valle d’Aosta sul palcoscenico di Vinitaly 2018 con le perle della sua viticoltura estrema

    Saranno 19 le realtà valdostane presenti a Verona per il Vinitaly 2018 e, come sempre, offriranno agli operatori del settore e agli appassionati un’ampia panoramica di un’annata sfortunata dal punto di vista del tempo, ma non per questo povera di importanti novità.

  • GUSTO | Vinitaly and the City: il fuori salone che conquista i wine lover con musica, arte, design, architettura e moda

    (TurismoItaliaNews) Il centro di Verona racconta per quattro giorni il vino attraverso musica, arte, design, architettura e moda. C’è grande attesa per l’apertura dell’evento dedicato ai wine lover e non solo: “Vinitaly and the City” è il fuori salone che Veronafiere, in collaborazione con il Comune di Verona e con il patrocinio della Provincia di Verona, organizza da venerdì 8 a lunedì 11 di aprile, nel cuore della città scaligera. Un’iniziativa che rafforza ancora di più il legame tra la Fiera e la sua città esaltando le ricchezze che il territorio offre. Per la prima volta il fuori salone di Vinitaly coinvolge gli esercizi commerciali del centro storico, con decine di eventi nei negozi e bar, non solo nella Notte Viola di sabato 9 aprile, ma durante tutti i quattro giorni.

    Vinitaly and the City è un evento diffuso, che ha il suo cuore in Piazza dei Signori dove sommelier accompagnano i wine lovers alla scoperta dei migliori vini italiani proposti da consorzi di tutela e cantine. Sono a cura di I love Italian Food, invece, le piccole degustazioni tematiche di eccellenze 100% italiane, mentre la Loggia di Fra’ Giocondo e la Loggia antica diventano esclusive lounge dove ascoltare racconti e storie legate alla tradizione e alla cultura enologica italiana, con narratori d’eccezione quali Marco Balzano, vincitore della 53.a edizione del premio Campiello. Nel vicino Cortile del Mercato vecchio è la musica ad essere protagonista, con concerti ed esibizioni live delle voci più in voga nel panorama musicale italiano come Paola Turci, Bianca Atzei, Irene Fornaciari, Francesco Gabbani, Giò Sada (vincitore di XFactor 9) & Barismoothsquad, Sagi Rei, Mauro Ermanno Giovanardi e Sonohra, senza dimenticare i dj set con Luca Onere, Davide Polettini e Marco Fullone di Radio Montecarlo, radio ufficiale dell’evento. Spostandosi nella vicina Piazza delle Erbe, la cima della Torre dei Lamberti offre l’emozione di una degustazione unica, a più di 80 metri d’altezza, affacciati sul panorama di Verona. La Torre non è il solo monumento di Verona toccato da Vinitaly and the City. Grazie al Tour Arte e Sapori del Territorio, organizzato in collaborazione con Fuori-Fiera insieme ai ristoratori del centro storico, si possono conoscere le bellezze culturali e storiche di una città patrimonio dell’Unesco.

    Un vero e proprio evento enogastronomico itinerante, alla scoperta dei luoghi più suggestivi, con l’aiuto di guide turistiche professionali. I percorsi sono diversi, ma tutti iniziano da Piazza Bra, all’info point dedicato, e terminano nella Loggia di Fra’ Giocondo in Piazza dei Signori. Sempre di Fuori-Fiera è l’iniziativa “Taste and Visit” che anima Corte Sgarzerie, Arco dei Gavi e Piazza Bra con degustazioni di vini e le spiegazioni delle guide sui più importanti siti archeologici e monumentali di Verona. Il fuori salone riserva un’attenzione speciale anche agli appassionati dei vini biologici e biodinamici con Biologic, dalla Terra alla Strada, nei padiglioni dell’Arsenale austriaco. Una rassegna realizzata insieme a Studioventisette dove al vino biologico e biodinamico si abbina il gusto dello street food, con 16 foodtruck in versione gourmet da tutta Italia. Si va dai Casonsèi de la Bergamasca alla polenta brustolita, dalla Miassa, all'arrosticino, dall'oliva ascolana all'hamburger di chianina, l'hamburger di persico del lago di Garda al vegan burger di quinoa, ceci ed erbette, dalla farinata di ceci alla pasta al pesto.

    Ancora prodotti tipici del Parmense rivisti in chiave street food, per tutti i gusti e per tutti palati. Ad accompagnare le degustazioni, incontri, spettacoli e workshop con un programma che spazia dall’e-commerce e storytelling del vino agli showcooking e alla moda. Biologic è anche concerti, con la delicata voce di Violetta Zironi e l’immancabile ukulele che l’ha resa famosa ad XFactor. Per chi ama cucinare cantando c’è Bengi dei Ridillo e il suo That's Amore Music Kitchen – un vero e proprio cooking show musicale a base di swing italiano e cucina tradizionale –, lo ska jazz a ritmo giamaicano dei Gengi- Ska, il folk pop naif dei C+C= Maxigross che aprono l’evento venerdì 8 aprile e la canzone popolare dei Contrada Lorì. Tutti gli spettacoli si svolgono all’interno dei padiglioni dell’Arsenale, anche in caso di pioggia.

    Per saperne di più

     

  • L'enoturismo e l'esperienza di visita in cantina: a Vinitaly con Movimento Turismo del Vino, Mipaaft e Enit

    Bastano 10 minuti in cantina, prima di assaggiare un vino, per rendere un'esperienza di successo oppure sgradevole e tale esperienza può essere trasmessa in maniera esponenziale attraverso il passaparola e i social network. Il 22,3% dei turisti italiani e il 29,9% degli stranieri sceglie l'esperienza enogastronomica: un settore in costante crescita che per la prima volta viene regolamentato attraverso il decreto legge sull'enoturismo.

  • Nasce Fabriano Experience, nell’Appennino marchigiano il turismo esperienziale è full immersion

    Giovanni Bosi, Fabriano / Marche

    Di notte nei boschi del Parco per intercettare i suoi tanti abitanti e magari ascoltare l’ululato del lupo? O piuttosto in Pinacoteca accolti dai personaggi del passato per ammirare i capolavori dell’arte alla luce dei candelabri? O magari immergersi nelle profondità della montagna erosa milioni di anni fa, ripercorrere gli stessi sentieri dei mistici del Medioevo o vivere la suggestione del suono di magnifici clavicembali e pianoforti? E, perché no, dedicarsi alla scoperta delle eccellenze gastronomiche… Tutto questo si chiama Fabriano Experience, nelle Marche.

  • Nasce Rosautoctono, l’Istituto del Vino Rosa Autoctono Italiano: si alleano i Consorzi di tutela

    Fanno rete per la promozione unitaria dei vini “in rosa” della tradizione italiana. Tra gli obiettivi, la creazione di un Osservatorio con l’ausilio di Valoritalia e Federdoc. Loro sono i sei distretti produttivi più significativi del Nord, Centro e Sud Italia. Un “new deal” tra i principali distretti produttivi del Paese per diffondere la cultura del bere in versione rosa, che in Italia rappresenta oggi il 6% dei consumi, mentre ogni cento bottiglie vendute in Francia più di trenta sono di rosé.

  • Porto Santo, l’isola di Cristoforo Colombo in mezzo all'Atlantico

    Giovanni Bosi, Porto Santo

    Adagiata com’è in mezzo all’Oceano Atlantico, Porto Santo è l’isola che non ti aspetti. Lanciata in tempi recenti sul mercato internazionale del turismo, gli italiani la stanno scoprendo a piccole dosi. Isola portoghese appartenente alla regione autonoma di Madeira, è ad un tiro di schioppo dalla più famosa isola che ha per capitale Funchal. Lunga dieci chilometri e larga sei, Porto Santo ha legato il proprio nome a Cristoforo Colombo, la cui casa è stata trasformata in un museo. Siamo andati a vederla.

  • TREND | I consumatori chiedono vini di qualità e legati al territorio: cantine e grande distribuzione pronte a migliorare la collaborazione

    Il pericolo post Brexit viene dai vini dei Paesi oltremare, ma il mercato della Grande distribuzione britannica vuole aumentare l'import di vino italiano. Di certo i consumatori chiedono vini di qualità e legati al territorio. E’ quanto emerge dalla ricerca Iri sui consumi di vino nella Grande distribuzione presentata a Vinitaly.

  • UNINDUSTRIA | “Cammino del Cibo, Roma & Lazio: a food experience”: enogastronomia driver di sviluppo dell’economia locale

    “Cammino del Cibo – Roma & Lazio: a food experience” è il progetto presentato oggi al Vinitaly 2018 in occasione dell’incontro “Lazio eterna scoperta: una storia di sapori”. “Una proposta che testimonia quanto l’enogastronomia rappresenti oggi uno dei principali driver di sviluppo e di crescita per la nostra regione” ha commentato Stefano Fiori, presidente della Sezione Industria del turismo e del tempo libero di Unindustria.

  • VERONA | Brexit, ma a Vinitaly 2017 è remain: 400 buyers in più dal Regno Unito, vino Ue importante anche per loro

    A Verona dal 9 al 12 aprile si svolge Vinitaly 2017. Nonostante le incertezze sul futuro commerciale, cresce l'interesse per il vino italiano, con 400 nuovi buyers mai venuti a Veronafiere in arrivo dal Regno Unito. Di Brexit si parla con il direttore di Berkmann Wine Cellars, Alex Canneti, nel convegno su Vino e Gdo, lunedì 10 aprile.

  • VINITALY | Da vino ammuffito a oche in vigna, le curiosità: anche bottiglie gioiello, hi-tech e ritorno pigiatura con i piedi

    Dal ritorno della pigiatura con i piedi alle oche che concimano il vigneto fino al vino ottenuto da uve "ammuffite" o quello vinificato in antiche anfore dell'isola di Creta, ma ci sono anche le bottiglie gioiello con cristalli e oro e quelle hi-tech che consentono di ricostruire con lo smartphone la storia e le caratteristiche del vino. Sono solo alcune delle curiosità del vino 2,0 presentate dalla Coldiretti al Centro Servizi Arena in occasione del Vinitaly 2018.

  • VINITALY | Le Marche a Verona con 143 produttori, il 50° del Verdicchio di Matelica e Rosso Conero, le prospettive per il Piceno

    Una partecipazione davvero corposa per le Marche alla 51.a edizione di Vinitaly. La regione approda a Verona con una qualificata rappresentanza di 143 produttori, record storico per la regione.

  • VinitalyBio, Fivi e ViViT, vini artigianali e sostenibili: è “green” Vinitaly 2018

    Michele Broccoletti, Perugia

    Biologici, biodinamici, artigianali, sostenibili: i vini del 2018 stanno guadagnando nuove nicchie di mercato, fatte di clienti che cercano prodotti certificati, controllati e garantiti nella filiera, per un consumo sempre più attento e sempre più consapevole. A conferma delle tendenze c’è l’impostazione sempre più “green” di quella che è la rassegna delle rassegne se si parla di enologia e di vitivinicoltura. Nell’edizione 2018 di Vinitaly organizzata da Veronafiere, la cui 52ª edizione è in programma a Verona dal 15 al 18 aprile, trovano spazio saloni speciali nonché gruppi di vignaioli che credono in un approccio vitivinicolo strettamente collegato con il territorio e rispettoso dell’ambiente, dell’ecosistema, della natura e della biodiversità.

  • Vino: Italia raddoppia in Francia e vince la storica sfida: record del decennio con 170 milioni di euro

    Record storico per l'export di vino italiano in Francia che sfiora i 170 milioni di euro nel 2017 e praticamente raddoppia (+92,3%) negli ultimi 10 anni mentre nello stesso periodo al contrario gli arrivi nella Penisola dai cugini d'oltralpe sono crollati del 14% in valore. E' quanto emerge da un'analisi di Coldiretti su dati Istat in occasione di Vinitaly che spiega come le bottiglie tricolori stiano vincendo la tradizionale sfida enologica con i francesi.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...