Fermo - Turismo Italia News

  • Emirati, Louvre e… Marche Experience: verso Expo 2020, ad Abu Dhabi trionfa l’Extraordinary Italian Taste

    Viene dalle Marche la risposta all’operazione francese che ha visto il presidente Macron inaugurare il Louvre Abu Dhabi. Negli stessi giorni, infatti, Tipicità è stata protagonista - insieme a Camera di Commercio di Fermo, Ubi Banca, Bim Tronto, Coldiretti e Cna - nel Padiglione Italia organizzato da Wec nell’ambito del Festival “Taste of Abu Dhabi”, voluto fortemente dall’Ambasciata Italiana e dall’Italian Trade Agency.

  • FESTIVAL | Musica&Cibo lanciano Tipicità 2018, ventiseiesima edizione in programma a Fermo dal 3 al 5 marzo

    Tipicità 2018 parte da Milano, con una gremitissima presentazione tenutasi nella sede lombarda di Anci, condotta dal celeberrimo duo Ardemagni-Poli del programma di Radio Rai “Caterpillar”. In realtà si è trattato di un vero e proprio evento, con tanto di omaggio musicale al genio di Gioacchino Rossini, musicista e gourmet.

  • GUSTO | Dalle Marche parte la proposta di una Rete italiana dello Stoccafisso: si pesca nel mare della tradizione e della storia

    (TurismoItaliaNews) Evento unico nel panorama gastronomico italiano, “Stoccafisso senza frontiere” chiude ogni anno la “tre giorni” di Tipicità, il Festival del made in Marche che si svolge a Fermo. Negli scorsi anni l’iniziativa ha registrato la presenza di rappresentanti norvegesi, a suggellare il forte legame esistente con il “grande nord”, la terra dalla quale lo stoccafisso inizia il suo lungo cammino verso le cucine e le tavole mediterranee. L’appuntamento è stato rispettato anche in questa edizione, con un collegamento in teleconferenza di Andrea Vergari, dell’International Stockfish Society, con Tor-Arne Andreassen, sindaco dell’isola di Røst, nell’arcipelago delle Isole Lofoten.

    Declinato nelle sue numerose varianti regionali esistenti nel Bel Paese, il succulento merluzzo artico ha dato vita, per l’undicesima volta, a quello che è ormai considerato un vero e proprio Giro d’Italia dello Stocco che, fin dalla sua nascita, ha assunto la fisionomia di un autentico “evento nell’evento”. Al di là del piacere di degustare il prelibato pesce scandinavo, Stoccafisso senza frontiere ha rappresentato l’occasione per un confronto costruttivo tra le diverse realtà associative aderenti alla manifestazione, che ha dato luogo alla proposta di costituzione di una Rete italiana dello stoccafisso, un’iniziativa che presenta interessanti risvolti storici, culturali, sociali e di costume, oltreché, naturalmente, gastronomici.

    L’idea è di Andrea Vergari, Gran Maestro della Vulnerabile Confraternita dello Stofìss dei Frati di Rovereto: “Stoccafisso senza frontiere si è rivelato l'appuntamento ‘epicentro’ per tutta l'Italia. Le scosse di energia positiva partono puntuali, ogni anno, dal ‘punto Fermo’ di Tipicità e nell'ultima edizione il desiderio di fare rete è stato unanime. Ben nove confraternite italiane si sono confrontate a tavola e il collegamento Skype con le isole Lofoten ha consentito a tutti i commensali di ricordare la provenienza dello stoccafisso: un mare incontaminato, con una natura pronta a conservarlo”.

    “Fare rete – ha aggiunto Vergari - significa creare i presupposti affinché sia sempre possibile portare a tavola la cultura dello stoccafisso che, partito dalla lontana Norvegia, trova nelle regioni italiane elementi per trasformarsi in tipicità enogastronomiche differenti, ma ben rappresentative del territorio in cui hanno dato vita a ricette tradizionali. Una Rete italiana dello stoccafisso consentirà di ‘pescare’ nel mare della tradizione e della storia, facendo emergere punti di contatto tra le diverse realtà, come la sua diffusione tra le popolazioni povere o il suo utilizzo nei giorni di magro”.

    “Ma c'è di più. Lo stoccafisso sta diventando un ‘cibo esempio’ per la sua salubrità ed è necessario diffondere tra i giovani la sua cultura e la conoscenza per prepararlo” ha puntualizzato il Gran Maestro, aggiungendo: “L’edizione del prossimo anno di Tipicità, quella del 25°, sarà l'occasione per organizzare un meeting internazionale sullo stoccafisso, all’interno del quale tutte le regioni avranno la possibilità di raccontare la propria tipicità sul territorio e come questa viene difesa e promossa. Il tutto al fine di annodare insieme la Rete italiana dello stoccafisso, con spunti di riflessione e comunione d’intenti da nord a sud”.

    Quest’anno, il tanto atteso “Giro d’Italia dello stocco” ha richiamato dai quattro angoli del Paese, nove sodalizi dediti al “culto” del pregiato merluzzo artico, ciascuno con il suo piatto di stoccafisso, baccalà, stocco o bacalà che dir si voglia. Dalla Venezia Giulia alla Liguria, dal Trentino alla Sicilia, dal Veneto alla Campania, dalle Marche al Cilento, sono stati ben quindici i piatti presentati quest’anno da realtà rappresentative di sodalizi, associazioni, confraternite o, più semplicemente, formazioni spontanee di stockfish lovers, impegnate nella promozione dello stuzzicante “merluzzo essiccato”: Venerabile Confraternita del bacalà alla vicentina - Sandrigo (Vi); Macaronicorum Collegium Amici di Merlin Cocai - Bassano del Grappa (Vi); Proloco di Turriaco (Go); Patavina Confraternita del baccalà alla cappuccina - Torreglia (Pd); Strada del riso vialone nano veronese- Isola della Scala (Vr); Vulnerabile Confraternita dello stofiss dei frati-Rovereto (Tn); Associazione San Giovanni Battista - Cantalupo (Sv); Accademia dello stoccafisso all’anconitana - Ancona; Accademia campana per la promozione della cultura e del consumo dello stoccafisso e del baccalà-Acerra (Na).

     

  • Il Duomo di Fermo e la Cavalcata dell’Assunta, le due gemme della città affacciata sull'Adriatico

    A Fermo arriva in piena atmosfera di festa per la Cavalcata dell'Assunta il francobollo che celebra il Duomo della città marchigiana nell'ambito della serie tematica "Il patrimonio artistico e culturale italiano". L'edificio religioso è dedicato a Maria Assunta in cielo e dunque l'emissione è stata programmata per il 14 agosto 2012 e cioè quando in occasione della festa della Vergine Assunta, patrona di Fermo, si rinnova la magia della nobile rievocazione storica risalente al 1182. Come allora, anche oggi il solenne corteggio culmina nella corsa del Palio, gara equestre tra le dieci contrade.

  • MARCHE | Arriva Tipicità: a Fermo il festival del gusto coniugato al futuro, edizione numero 25

     

    (TurismoItaliaNews) Con un’affollata anteprima, condotta a due voci da Marco Ardemagni e Paolo Notari, rispettivamente voce nota di Caterpillar e volto noto televisivo, è stato lanciato definitivamente il programma di Tipicità 2017. “Venite nelle Marche! - l’invito unanime di amministratori, associazioni ed imprenditori - … abbiamo tanto da offrirvi e siamo già ripartiti!”. A Fermo, dal 4 al 6 marzo, va in onda la venticinquesima edizione di un fenomeno che in un quarto di secolo è divenuto molto più di un Festival ed ha travalicato i confini, prima regionali e poi nazionali, per aprirsi ai confronti internazionali tra identità culturali, turistiche e gastronomiche.

  • MARCHE | Arriva Tipicità: il festival del gusto coniugato al futuro. Si riparte da qui: la “Zona rossa!” si apre alla bellezza

     

    Con un’affollata anteprima, condotta a due voci da Marco Ardemagni e Paolo Notari, rispettivamente voce nota di Caterpillar e volto noto televisivo, è stato lanciato definitivamente il programma di Tipicità 2017. “Venite nelle Marche! - l’invito unanime di amministratori, associazioni ed imprenditori - … abbiamo tanto da offrirvi e siamo già ripartiti!”. L’appuntamento è a Fermo dal 4 al 6 marzo.

  • MARCHE | Bastianelli, Enit: da Fermo la ricetta per il turismo che verrà, presentata la nuova Gallery di Tipicità

    Il segreto per avere successo nel turismo? Stare insieme e saper raccontare i territori. La sfida da vincere? L’Italia è il Paese che ha più cose nel turismo, ma fa meno cose per valorizzarlo. Parola di Giovanni Bastianelli, direttore esecutivo dell’Enit, intervenuto a Fermo per la presentazione della Made in Marche Gallery, l’innovativo format ideato da Tipicità.

  • MARCHE | Esperienza Stocco a Porto Sant’Elpidio: il Grand Tour propone un “fuoriclasse della cucina”

    Un’imperdibile celebrazione del pregiato pesce del nord del globo: il Grand Tour delle Marche, il circuito di eventi promosso da Tipicità ed Anci, il 27 e 28 ottobre fa tappa a Porto Sant’Elpidio, in provincia di Fermo, per proporre Stocco Fest. Il protagonista è ovviamente lo stoccafisso.

  • MARCHE | Tipicità 2020: al Fermo Forum la 28.a edizione di un Festival unico in Italia per l’esclusività dell’offerta

    Il cibo in tutte le sue declinazioni, ma anche turismo esperienziale e alta gamma, dalle Marche al mondo, con grandi personaggi e chef stellati. Tipicità 2020, edizione numero ventotto, è in programma dal 7 al 9 marzo nelle Marche, presso il Fermo Forum.

  • MARCHE | Tipicità supera se stessa, edizione 2018 da record: numeri, personaggi e grandi temi per il “crocevia delle qualità”

    Ben oltre 10mila i biglietti staccati al Fermo Forum, circa 15.000 le presenze complessive, tra eventi collaterali e Tipicità in the city nel centro storico di Fermo. “Tipicità” si consolida come l’evento di punta delle Marche di qualità proiettate nel mondo. Centoventi eventi, più di 200 realtà partecipanti nei tre padiglioni allestiti, grandi chef e prestigiosi ospiti, oltre 20 delegazioni da altre regioni italiane e dall’estero. Sono i numeri di un’edizione, la ventiseiesima, che ha celebrato anche due grandi marchigiani: Gioachino Rossini e Giacomo Leopardi.

  • MARCHE | Tipicità svela le carte per l’edizione 2019: anche un roadshow in Albania, Grecia e Stati Uniti

    Sarà ancora più aperta verso il mondo e con ulteriori format tuttora in gestazione nel suo “laboratorio permanente”: svelata Tipicità 2019, la cui edizione numero 27 è in calendario dal 9 all’11 marzo del prossimo anno. Un roadshow toccherà Stati Uniti, Albania e Grecia.

  • Marche motore propulsore dell’economia: dalla nicchia all’export i territori fanno rete (con Tipicità)

     

    Giovanni Bosi, Fermo / Marche

    Il festival Tipicità 2017 si è confermato una volta di più quale opportunità strategica per affermare il ruolo delle Marche e dei suoi territori come motore propulsore dell’economia italiana. Export delle eccellenze, ma anche capacità di attrarre e sedurre con i suoi borghi e le sue aziende. Non a caso il leit motiv della venticinquesima edizione è stato “Il futuro dalle nostre radici”.

  • Stoccafisso senza frontiere, chef italiani si cimentano con le proprie ricette in una singolar tenzone dei sapori

    In passerella una quindicina di cuochi giunti a Fermo da tutto il Belpaese con la propria ricetta del succulento merluzzo artico. “Stoccafisso senza frontiere” ha concluso il programma della 27.a edizione di Tipicità, evento tradizione chiude il sipario sul Festival marchigiano.

  • Stoccafisso senza frontiere, defilée del gusto con una ventina di chef provenienti dai quattro angoli d’Italia

    Una ventina di cuochi provenienti dai quattro angoli d’Italia, ciascuno con la propria ricetta di stoccafisso, il merluzzo essiccato originario dell’Artico norvegese. E’ stato un vero e proprio defilée del gusto quello che ha chiuso la “tre giorni” di Tipicità 2017 a Fermo, nelle Marche.

  • Tipicità mostra il laboratorio permanente di cibo, turismo e manualità: il modo di vivere all’italiana si scopre con il Grand Tour delle Marche

    È l’anno del cibo italiano e Tipicità non poteva trovare contenitore migliore della Bit di Milano per presentare le iniziative che nel 2018 attraverseranno tutti i territori delle Marche. Il viaggio del gusto parte da Fermo, dal 3 al 5 marzo, sede storica di Tipicità, giunta alla ventiseiesima edizione. “Abbiamo già il tutto esaurito per l’area espositiva con oltre 200 realtà presenti - sottolinea l’organizzatore Alberto Monachesi - con 100 eventi in programma e 20 delegazioni internazionali e nazionali che tra meno di un mese saranno nella nostra regione”.

  • Torre di Palme tra i Borghi più belli d’Italia: l’antico fortilizio ricco di tesori è uno straordinario balcone sull’Adriatico

     Giovanni Bosi, Fermo / Marche

    Uno straordinario balcone panoramico sul mar Adriatico. Espressione più autentica del fascino marchigiano questo paesino nel territorio di Fermo, è la guest star dei Borghi più belli d’Italia. Bandiera e targa sono stati consegnati alle porte del Borgo, il cui assetto medievale denota il suo antico ruolo di protezione fortificata dell’antico scalo marittimo della città romana di Palma per difenderlo dalle frequenti incursioni dei pirati.

  • Un anno di Tipicità, svelato il palinsesto 2019 della kermesse marchigiana che promuove le eccellenze

    E’ davvero intenso il 2019 del “brand ombrello” Tipicità. A Milano la “comunità delle eccellenze”, ossia i numerosi partners della kermesse marchigiana, hanno anticipato gli eventi in cartellone in occasione di Bit, la Borsa internazionale del turismo.

  • UNESCO | Protocollo d’Intesa fra Civita e l’Università degli Studi Roma Tre per la promozione delle Learning Cities

    Un protocollo d’intesa per promuovere la conoscenza del Global network of learning cities e dell’Unesco Learning City Award. A sottoscriverlo Civita e il Dipartimento di Scienze della Formazione dell’Università degli Studi Roma Tre. Costituito un Comitato tecnico per individuare e supportare le realtà urbane italiane che per patrimonio di interessi di natura territoriale, culturale, economica e sociale.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...