archeologia - Turismo Italia News

  • Bangkok: al via l’Italian Festival con oltre 30 appuntamenti tra musica, archeologia, design, letteratura, arte e cinema

    Si è partiti dal Jazz con un concerto del duo Gianluca Petrella & Pasquale Mirra e il programma si concluderà a dicembre con il flauto di Gianni Biocotino. Tra i due eventi oltre 30 appuntamenti con la musica, l’archeologia, il design, la letteratura, l’arte, il cinema. Al via a Bangkok la quattordicesima edizione dell’Italian Festival in Thailand 2019, la rassegna di eventi culturali e di promozione integrata promossa dall’Ambasciata d’Italia.

  • Benevento, Arco di Traiano: la pietra tutta da leggere

    Eretto per celebrare il prolungamento della Via Appia da Benevento a Brindisi, è una della straordinarie testimonianze di epoca romana costruita tra il 114 e il 117 dopo Cristo dedicata all’imperatore Traiano. E’ l’Arco di Benevento, un autentico libro aperto di pietra che narra – attraverso scene in rilievo – le azioni di buongoverno del princeps e opere di pace. Ma anche molto altro. E dal 9 settembre 2011 questo monumento è diventato pure francobollo.

  • BENI CULTURALI | Giornate Europee dell'Archeologia: in Italia un appuntamento con la storia il 14, 15 e 16 giugno

    (TurismoItaliaNews) Appassionati di storia o semplici curiosi, in famiglia o con la classe, tutti possono andare a scoprire la ricerca e il patrimonio archeologico. Dal 14 al 16 giugno 2019 si svolgono le Giornate dell’archeologia, iniziativa coordinata dall’Istituto nazionale francese di ricerca archeologica preventiva che per il decimo anniversario, apre le porte a tutti i Paesi europei. Luoghi della cultura statali e non, sono invitati ad aderire mettendo a disposizione i propri spazi per promuovere il patrimonio e far conoscere il lavoro dell’archeologo attraverso conferenze, spettacoli, laboratori didattici e visite guidate a cantieri di scavo.

    In occasione delle Jna, ogni terzo weekend di giugno, tutti gli attori del mondo dell'archeologia si mettono all’opera per far scoprire al pubblico i tesori del patrimonio e i retroscena di questo settore. Questi tre giorni rappresentano l'occasione per sensibilizzare e avvicinare l’opinione pubblica europea all'archeologia e sulle sue implicazioni: attraverso eventi originali e festosi, le famiglie, le scuole, gli studenti, gli appassionati di storia o i semplici curiosi possono scoprire il patrimonio archeologico. Visite di luoghi aperti in via eccezionale al pubblico (cantieri di scavo, centri di ricerca, riserve di collezioni archeologiche...), scambi con gli attori dell’archeologia (archeologi, ricercatori...) che vengono a incontrare il pubblico per presentare il proprio mestiere, attività ludiche e didattiche (iniziazioni allo scavo, dimostrazioni, laboratori...) fanno parte del vasto programma proposto in occasione delle Giornate dell’archeologia in Europa.

    L’Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva francese (Inrap) è l’unico operatore pubblico competente in tutto il territorio transalpino per tutti i periodi storici, dalla Preistoria ai giorni nostri. Con trent'anni di esperienza alle spalle, interviene in ogni tipo di cantiere: urbano, rurale, subacqueo, grandi tracciati lineari. Il suo ruolo è quello di salvaguardare, attraverso lo studio, il patrimonio archeologico interessato dalle operazioni di pianificazione del territorio. L’Inrap realizza ogni anno circa 1.800 diagnosi archeologiche e 250 scavi, in partnership con enti pubblici e privati, in Francia metropolitana e d’Oltremare. Al termine dei cantieri, l’Inrap garantisce che i risultati vengano utilizzati e ne assicura la diffusione presso la comunità scientifica: oltre 350 dei suoi ricercatori collaborano con il Cnrs e l’Università.

    Il sito del ministero dei Beni culturali italiano

     

  • BENI CULTURALI | L'Italia in campo per la tutela e la valorizzazione dei tesori archeologici dell'Afghanistan

    L'Italia in campo per la tutela e la valorizzazione dei tesori archeologici dell'Afghanistan. Formare specialisti afghani nel settore e finanziare le loro ricerche sul campo: questi i campi di azione del contributo della Farnesina alla Missione archeologica Italiana in Afghanistan, che è stato rinnovato anche il per il 2018. La missione, che opera nel Paese dal 1957, è diretta dall’associazione internazionale di studi sul Mediterraneo e l’Oriente (Ismeo) e coadiuva l’opera di conservazione dell’inestimabile patrimonio archeologico e artistico del Paese.

  • BENI CULTURALI | Nasce a Taranto la Soprintendenza nazionale per il patrimonio subacqueo, Franceschini: rafforzata la tutela

    Avrà sede a Taranto la nuova Soprintendenza nazionale per il patrimonio subacqueo istituita con il nuovo regolamento del ministero approvato dal Consiglio dei Ministri. “Nasce una soprintendenza nuova chiesta da decenni – ha spiegato il ministro per i beni e per le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini – che ha origine da una consapevolezza fin troppo ovvia: siamo un Paese circondato dal mare”.

  • BENI CULTURALI | Paestum assicura la manutenzione del Tempio di Nettuno grazie a donazione da 100.000 euro

    Un programma di ricerche e sperimentazioni che permetterà al Parco Archeologico di Paestum di definire strategie per la manutenzione ordinaria del Tempio di Nettuno e assicurare così la conservazione di uno dei più importanti capolavori dell’architettura greca, testimonianza unica del passato. Arriva una donazione da 100mila euro dall’azienda D’Amico.

  • Biblioteca di Celso, un tesoro dell’arte antica nella Turchia più bella

    Katia Sposini, Efeso / Turchia

    E’ una delle Sette Meraviglie del Mondo Antico; è stata una delle più grandi città ioniche in Anatolia; è una delle sette città indicate nell’Apocalisse di Giovanni, è la città natale dello scrittore Androne, autore dell’opera sui Sette Sapienti; è stata sede di famosi Concili. Tanto basta per qualificare Efeso, nell’attuale Turchia, un luogo straordinario da visitare. E la meraviglia c’è davvero davanti all’imponente Biblioteca di Celso, pezzo forte del sito archeologico.

  • Bimillenario di Tito Livio, per lo storico latino più grande dell’età augustea l’opera d’arte arriva da Padova

    L’Italia celebra il bimillenario di Tito Livio, considerato lo storico latino più grande dell’età augustea. Vissuto fra il 59 a.C. e il 17 d.C. a Patavium, l’odierna Padova, è autore di una monumentale storia di Roma. Il 2 maggio 2017 entra in circolazione un francobollo da 0,95 euro che lo celebra.

  • CALABRIA | Il Mosaico dei draghi e dei delfini in esposizione temporanea al Museo e Parco Archeologico dell’antica Kaulon

    Esposizione temporanea per il Mosaico dei draghi e dei delfini al Museo del parco archeologico di Kaulonia, centro coloniale acheo, odierna Monasterace Marina, per l’esposizione temporanea dell’opera pavimentale ad oggi ritenuta il complesso musivo più grande e più importante tra quelli rinvenuti in Magna Grecia. Dal 3 al 16 agosto 2019.

  • CAMPANIA | Archeologia, paesaggio e natura: una nuova strategia per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    Un percorso integrato per tenere insieme, in un racconto unitario, i valori unici dell'area flegrea - ecologici, vulcanologici, agrari, archeologici - dando vita ad una rete di itinerari affascinanti tra natura, paesaggio e storia. Presentata al Museo Archeologico di Napoli la convenzione stipulata  tra il Parco archeologico dei Campi Flegrei e il dipartimento di Agraria dell'Università Federico II.

  • CAMPANIA | Giornata nazionale del Paesaggio: il Parco archeologico dei Campi Flegrei apre le sue porte al territorio

    Per la Giornata nazionale del Paesaggio il PaFleg in collaborazione con le associazioni Legambiente Città Flegrea e il gruppo archeologico Kyme, ha aperto i cancelli dell'anfiteatro Cumano alle scuole, e guidato i visitatori in tour alle Terme romane di Baia per una passeggiata archeologica e naturalistica alla scoperta delle specie della macchia mediterranea e delle antiche terme.

  • Campania, aumentano gli ingressi del Parco archeologico dei Campi Flegrei. E il 2019 sarà un anno di svolta

    Più 30 per cento di visitatori ed oltre 23milioni da investire in 14 progetti per la valorizzazione dei siti archeologici e per le aree di collegamento, grazie alla firma del disciplinare Fsccon il ministero dei Beni Culturali, che consente l'inizio di una nuova fase per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, dove gli spazi saranno trasformati in luoghi di vita, cultura e di fruizione aperti al pubblico. E il 2019 sarà l'anno di ulteriori novità.

  • CAMPOBASSO | Con una app un percorso immersivo nella storia dell'antico Sannio: Sanniti Experience viaggio nel tempo

    “Gentes Fortissimae Italiae / Sanniti Experience” è il percorso immersivo nella storia dell'antico Sannio proposto dal Polo Museale del Molise e dall'Università degli Studi del Molise attraverso una app concepita e sviluppata per migliorare l'accessibilità ai contenuti culturali nell'ambito del progetto "Smart Cultural Heritage 4 All".

  • Carsulae, lungo l’antica Flaminia c’è molto da scoprire

    Giovanni Bosi / Carsulae, Terni

    Ventidue ettari di parco archeologico ancora per lo più da esplorare, ma già di straordinario valore documentario grazie alle testimonianze riportate alla luce soprattutto a partire dalla metà del secolo scorso. Eppure Carsulae, in Umbria, è un’antica città romana che sta continuando a raccontare la propria storia. Le ultimissime campagne di scavo condotte hanno aggiunto nuovi tasselli con ulteriori ritrovamenti. E adesso gli studiosi vogliono capire quello che resta il mistero più grande: perché Carsulae ad un certo punto è stata abbandonata.

  • Cartagine, nel cuore antico della Tunisia abita la storia: il quartiere delle ville romane, il teatro, la basilica cristiana e le terme di Antonino

    Fenici, romani, arabi: tutti hanno lasciato un segno della loro dominazione nelle architetture che ancora oggi caratterizzano la città di Cartagine. Siamo in Tunisia, un concentrato di testimonianze artistiche, culturali e storiche che meritano di essere conosciute. E’ sulla sponda orientale del lago di Tunisi che si trova il sito archeologico che più di tutti rappresenta la varietà di popoli che hanno colonizzato il Paese. Senza dimenticare che la Tunisia non è solo custode dei resti di una storia millenaria, in un susseguirsi di civiltà che hanno reso grande e spettacolare questa terra, ma offre anche spiagge bianchissime e mare incontaminato.

  • Cerveteri, patrimonio dell’Umanità che racconta la suggestiva storia degli Etruschi

    Giovanni Bosi, Cerveteri / Lazio

    E se a Cerveteri tornasse per sempre l’antico cratere di Eufronio, saccheggiato da una tomba etrusca del territorio, rocambolescamente finito al Metropolitan Museum of Art di New York, poi recuperato dall’Italia ed oggi esposto (impropriamente) al museo di Villa Giulia a Roma? Ben più di una semplice aspirazione per la cittadina laziale, che possiede la più maestosa necropoli etrusca proclamata dall’Unesco Patrimonio dell’umanità. Storia ma anche presente, perché qui non c’è luogo più animato dell’antica Città dei Morti… Siamo andati a vedere.

  • COMO | Centinaia di monete d’oro della tarda epoca imperiale ritrovate in un recipiente in pietra ollare di forma inedita

    Erano custodite in un recipiente in pietra ollare di forma inedita, che non trova al momento confronti. Centinaia di monete d’oro della tarda epoca imperiale sono state ritrovate in pieno centro a Como durante alcuni scavi archeologici in un cantiere per la ristrutturazione dell’ex teatro Cressoni. Per gli studiosi è una scoperta straordinaria.

  • Crotone: per il Parco archeologico nazionale di Capo Colonna “luogo del cuore” un corposo programma di interventi

    L'obiettivo è quello di rendere maggiormente fruibile e valorizzato uno dei siti più suggestivi della Calabria. Per il Parco archeologico nazionale di Capo Colonna, a Crotone, è attualmente in atto un corposo programma di interventi sostenuti dal Mibac in sinergia con le istituzioni locali.

  • Da Apatam un itinerario di 12 giorni dedicato al Messico archeologico e alle civiltà Maya e Azteca

    Palenque, Uxmal, Chichen Itzà e Tulum: luoghi che evocano alcuni tra i più significativi siti archeologici mesoamericani, appartenenti in particolare alla cultura Maya, civiltà di grande fascino per l’estensione dei suoi agglomerati urbani, per la grandiosità dei suoi monumenti. I turisti frettolosi e accaldati che si stipano nelle località più celebri come Cancun e Playa del Carmen, ignorano che lo Yucatan, e in particolare la regione montuosa del Chiapas celano, nascosti tra l’esuberante vegetazione tropicale e in luoghi spesso difficili da raggiungere, centinaia di altri tesori, spesso non ancora scavati ma non di minore importanza, la cui visita assume il fascino delle scoperte ottocentesche.

  • Da Cancùn alla Riviera Maya: alla ricerca dei pesos d'oro di Maximiliano nel Messico più ammaliante

    Giovanni Bosi, Cancùn / Messico

    Da Cancùn alla Riviera Maya, nei luoghi dove il mito dell’antica popolazione si ritrova sugli oggetti più belli da portare a casa, si riscoprono storia e simboli preziosi dell’Imperatore che fece costruisce il Castello di Miramare a Trieste.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...