Girona - Turismo Italia News

  • CATALUNYA | Pirenei di Girona: 16 stazioni sciistiche per divertirsi sulla neve in Catalunya, gastronomia e wellness compresi

    (TurismoItaliaNews) Sedici stazioni sciistiche con un’offerta ricca e variegata, la più ampia di tutta la Spagna, e un comprensorio sciistico di 600 km e una capacità di trasporto di 165.000 sciatori ogni ora. Lo sci è un settore che attira ogni anno più di due milioni di visitatori in Catalunya, sui Pirenei. Del resto proprio la Catalogna è stata un pioniere nello sci con l'apertura nei Pirenei di Girona, nel 1943, del resort La Molina, il primo in tutta la Spagna. Quattro anni più tardi si aggiungeva la Vall de Núria, anch'essa nei Pirenei di Girona.

    Come detto, la Catalunya possiede attualmente 16 stazioni, di cui 10 attrezzate per lo sci alpino e 6 per lo sci nordico. Le dieci località sciistiche sono Baqueira Beret, Boí Taüll Resort, Espot Esquí, La Molina, Masella, Port Ainé, Port del Comte, Tavascan, Vall de Núria e Vallter 2000. Inoltre, le sei stazioni di sci nordico offrono dei circuiti sciistici e escursioni con le racchette da neve: Aransa, Guils Fontanera, Lles, Sant Joan de l’Erm, Tuixent-La Vansa e Virós-Vall Ferrera.

    Ma nei Pirenei si possono svolgere altre attività legate alla neve, come le escursioni con le racchette da neve, escursioni in motoslitta, surf, telemark gite in slitte trainate dai cani, l'arrampicata su ghiaccio ed eliski. Il tutto è completato da una vasta gamma di sistemazioni che dispongono di tutti i comfort immaginabili, una gastronomia tradizionale di montagna modernizzata e centri wellness.

    Per saperne di più

    www.costabrava.org
    www.costadaurada.org
    www.costadebarcelonamaresme.cat
    www.terresdelebre.travel
    www.visitbarcelona.com

  • Dai Pirenei alle Coste: 5 itinerari in Catalunya, tutti i segreti della meta scelta da oltre un milione di italiani

    Pirenei, Mediterraneo, Barcellona, segreti nascosti, natura e cultura: così l’Ente del Turismo della Catalunya confida di conquistare ancor di più i viaggiatori italiani, già estremamente affascinati dal territorio catalano. E così, in occasione dei festeggiamenti dell’Anno del Turismo Culturale, si presentano all’Italia cinque grandi itinerari che permettono di scoprire tutto il territorio a seconda delle preferenze del singolo viaggiatore.

  • FIRENZE | Tre studi dal vero in terracotta di Vincenzo Gemito eccezionalmente esposti al Museo Nazionale del Bargello

    E' un prestito eccezionale da parte di Intesa Sanpaolo, dalle Gallerie d’Italia di Palazzo Zevallos Stigliano di Napoli, di tre sculture di Vincenzo Gemito al Museo Nazionale del Bargello. L'esposizione è già visitabile, nel mese di aprile saranno annunciate visite straordinarie a tema dedicate allo scultore napoletano.

  • Girona, il privilegio di sentirsi desiderata: dall’Arazzo della Creazione alle tapas

    Giovanni Bosi, Girona / Catalogna

    Quel che colpisce di Girona è il perfetto equilibrio tra gli oltre mille anni di espressione artistica del suo patrimonio, frutto della spiritualità e del culto, e la contemporaneità di una città che ha saputo riscoprire se stessa, in un percorso urbanistico, edilizio, sociale e commerciale che agli occhi del visitatore si mostra con estrema armonia. Miracolo della Catalogna, forse si dovrebbe dire, dove il turismo è il primo effetto dell’investimento che da queste parti tutti hanno saputo compiere in uno sforzo collettivo.

  • Magica e cosmopolita: un city-break a Girona per immergersi nelle tradizioni della Catalogna

    Magica e cosmopolita. E’ Girona, una delle città simbolo della Catalogna. Per le sue dimensioni e la sua proposta turistica è una delle mete più amate dagli italiani e sicuramente adatta per un city-break. Ecco allora alcune idee per conoscerla meglio e andarci nelle prossime settimane.

  • Nit d’Espelmes: a Pals in Costa Brava la seconda Notte delle Candele gemellata con Vallerano (29 luglio)

    E’ nuovamente il borgo di Pals, Girona (Costa Brava) il paese gemellato con la celebre Notte delle Candele di Vallerano. Sabato 29 luglio dalle 21.30 alle 1.30 si svolge infatti la seconda edizione della "Nit d'Espelmes", un evento ancora più grande che vedrà questa volta illuminare nuove strade con oltre 20mila candele (il doppio rispetto allo scorso anno).

  • Sant Sebastià, panorama mozzafiato e gastronomia gourmet

    (TurismoItaliaNews) Ad una cinquantina di chilometri da Girona, in Catalogna, sulla strada della Costa Brava che conduce a Palafrugell (deliziosa da visitare con i suoi caseggiati di tradizione marinara, luogo di straordinari sapori) si incontra sulla Muntanya de Sant Sebastià l’omonimo faro costruito nel 1857, confine naturale tra Llafranc e Tamariu. Un belvedere mozzafiato assicura una vista straordinaria sulla costa.

    Se siete da queste parti, vale davvero una sosta al ristorante El Far (4 stelle,www.elfar.net). Qui vi accoglierà lo chef  Tony Saez, la cui cucina ha un ampio menù che richiama la tradizione marinara, a base di prodotti freschi della Costa Brava con un ottimo rapporto qualità/prezzo. Saez sta lavorando per il recupero della cucina tradizionale attraverso una sua rilettura Prodotti a km zero rivisitando le eccellenze del territorio, soprattutto con il pesce freschissimo che arriva dal mercato di Palamós (famosa per la vitalità dei suoi pescherecci oltre che per l’esportazione di gamberi saporitissimi) oltre a carni e verdure del luogo.

    Fatevi conquistare dalla simpatia di Tony Saez e da uno straordinario menù come: Copa de cava de benvinguda, Escabetx de verat amb poma, Ou remenat amb botifarra de perol i espàrrecs, Les patates braves Far, Pèsols ofegats a la catalana, Tall de turbot amb patates a l’antiga. Obbligatorio presentarlo in spagnolo, certissima la riuscita. Il tutto annaffiato con Vi blanc Perelada Covest e Vi negre perelada 3 Fincas.

    Prima di pranzo si può dare un’occhiata al faro maestoso Sant Sebastià che si trova praticamente lì: la presenza di strutture legate al mare e alla sicurezza qui risale a molti secoli fa. Nel corso del 1445 venne costruita una torre di avvistamento sulla montagna Sa Guarda sul Cap de Sant Sebastià. La funzione di questa torre era di dare un preavviso alla popolazione dell'area circostante in caso di attacco dal mare dei pirati e dei corsari turchi (si completò poi con una cappella dedicato al martire San Sebastian). La costruzione del faro vera e propria è iniziata nel XVIII secolo, nei pressi della torre, con un santuario, una casa per eremiti e una casa per l’accoglienza. Ad inaugurare il faro nel 1857 è stato l'ingegnere Josep M. Maquinetto, attualmente è il più potente sulla costa peninsulare del Mediterraneo e nel golfo del Leone.

     

    Per dormire in zona, ci si può appoggiare all’agriturismo Mas Salvi(4 stelle,www.massalvi.com)

     

    Girona, il privilegio di sentirsi desiderata

     

     

    Sant Sebastià, panorama mozzafiato e gastronomia gourmet

     

     

    Da Figueres a Pùbol, ecco i luoghi di Dalì

     

     

    Catalogna, un Doc biologico nel Parco Cap de Creus

     

  • SINERGIE | Htms e Visit Brussels insieme per la promozione del settore Mice: la capitale belga destinazione privilegiata

    Lo scopo è di incrementare il traffico del segmento Mice verso varie destinazioni, una mission che vede Htms impegnata in un percorso volto, specificatamente, a proporre sinergie con gli enti di promozione turistica. Un ottimo viatico per aprire nuovi mercati. Come nel caso della collaborazione con Visit Brussels e dunque con la capitale belga quale destinazione privilegiata.

  • Tecnica impeccabile, profondità psicologica e realismo: gli antichi affreschi della Chiesa Boyana in Bulgaria sono un vero tesoro

    Giovanni Bosi, Sofia / Bulgaria

    E’ uno dei pochi monumenti medievali completi e perfettamente conservati che testimonia il contributo significativo della pittura monumentale bulgara alla cultura europea nel Medioevo. E non a caso l’Unesco ha voluto inserirla tra i Patrimoni dell’Umanità. Nell’omonimo sobborgo di Sofia, ai piedi del monte Vitosha, la Chiesa Boyana è uno scrigno prezioso di arte del passato.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...