pinguini - Turismo Italia News

  • ALITALIA | Voli su Olbia senza compensazione: “Necessario tutelare migliaia di passeggeri e salvaguardare investimenti fatti”

    Alitalia ha comunicato alla Regione Sardegna la propria volontà di accettare gli oneri di servizio pubblico per volare sulle due rotte Olbia - Roma Fiumicino, e viceversa, e Olbia - Milano Linate, e viceversa, senza compensazione finanziaria dal prossimo 17 aprile.

  • Antartide: scatta il censimento dei pinguini grazie ai primi droni italiani a supporto dei ricercatori Enea [VIDEO]

    Immagini suggestive e di straordinario interesse naturalistico e scientifico. Per la prima volta in Antartide, droni pilotati da ricercatori Enea hanno sorvolato la base italiana “Mario Zucchelli” e il territorio circostante a supporto delle attività scientifiche dell’ultima spedizione, la 34.a campagna estiva del Programma nazionale di Ricerche in Antartide (Pnra), finanziata dal Miur e attuata dall’Enea per la parte logistica e dal Cnr per il coordinamento scientifico.

  • CALABRIA | Nuova Ferrovia Jonica: investimenti per 530 milioni di euro, sottoscritto l'accordo tra Regione, Rfi e Mit

    Investimenti per 530 milioni di euro e il cronoprogramma di attuazione dei progetti per l'ammodernamento e la velocizzazione della linea ferroviaria ionica. E’ quanto prevede il Protocollo d'intesa sottoscritto in Calabria dal presidente della Regione Mario Oliverio e dall'amministratore delegato di Rfi Maurizio Gentile, alla presenza del Ministro delle infrastrutture Graziano Delrio.

  • Dieci buoni motivi per essere a Valencia nel 2019: nuove culture, tradizioni, divertimento, natura, food e sport

    Città mediterranea dal clima sempre mite con oltre 300 giorni di sole all’anno, Valencia è una destinazione perfetta per ogni tipo di viaggio e viaggiatore. Le numerose attrazioni, eventi e punti d’interesse sia storici sia moderni, garantiscono nella città spagnola una vacanza rilassante e piacevole, all’insegna della scoperta di nuove culture e tradizioni ma anche del divertimento, della natura, dell’enogastronomia e dello sport.

  • GENOVA | Tornano in Ecuador i reperti archeologici precolombiani della collezione Pavesi

    (TurismoItaliaNews) Tornano in Ecuador i reperti archeologici precolombiani della collezione Pavesi in ottemperanza alla Convenzione Unesco. Le preziose testimonianze del passato sono quelle al centro dell’intesa firmata a Genova in occasione della mostra "Ecuador al mundo: un viaje por su historia ancestral" che al Castello D’Albertis fino al 6 luglio 2014 racconta 11.000 anni di archeologia nel Paese dell'America Latina. A firmare l’accordo il sindaco Marco Doria e il console dell'Ecuador a Genova, Esther Cuesta, per l’operazione di restituzione di antichità allo Stato di provenienza. La mostra è composta da una selezione di 218 reperti, tra i più rappresentativi tra quelli presenti nelle tre collezioni recuperate a Genova: la collezione Norero, 3.504 pezzi, la collezione Pavesi, 687 pezzi e la collezione Dogana di Genova, 667 pezzi.

    Dopo aver presentato le diversità naturali e umane di questo Paese, l'esposizione in corso approfondisce le diverse espressioni culturali della sua storia ancestrale, attraverso più di 200 reperti preispanici in ceramica, conchiglia e metallo, appartenenti ai diversi periodi culturali dell’archeologia dell’Ecuador, Paese dove sono state ritrovate le prime terracotta del continente americano con le figurine della cultura Valdivia (4000 avanti Cristo). La costa, le Ande, la foresta amazzonica e le Isole Galapagos: la molteplicità degli ecosistemi rende l’Ecuador un Paese megadiverso, nel quale già a partire da 11.000 anni avanti Cristo sono presenti gruppi umani. Attualmente in Ecuador convivono culture e popolazioni con storie, costumi e tradizioni distinte e molto differenti, tra le quali indigene, meticce e afro-discendenti.

    Dal periodo Pre-ceramico (11000-4000 a.C.) all’Impero Inca ( 1470-1534 d.C), la mostra evidenzia come la caratteristica comune a tutti i gruppi sia stata lo scambio di conoscenze in rapporto: all’uso delle materie prime, come l’ossidiana e la conchiglia spondylus, alle tecniche per la realizzazione di oggetti di uso quotidiano e cerimoniale, e alle pratiche agricole e commerciali, che permisero alle diverse popolazioni di sostentarsi con prodotti di uso domestico e beni di lusso.

    Protagonisti della mostra sono figurine umane declinate nelle diverse tappe della vita, e rappresentazioni di animali riprodotti per la loro valenza mitica e simbolica: in vasi, in stampi per tessuti e pittura corporale, in fischietti o maschere, in utensili per la vita domestica o cerimoniale, come macine per cereali o offerte funerarie. Essi compaiono nelle diverse aree geografiche testimoniando la cosmo-visione delle diverse culture nel tempo. La mostra si conclude evidenziando il ruolo del patrimonio culturale nella definizione dell’identità interculturale e plurietnica dell’Ecuador, e sottolinea come, nella accezione dinamica della identità, il recupero dei beni, oltre che dei saperi, faccia parte dell’identità ecuadoriana stessa, e come, per ovviare alla dispersione dei reperti archeologici appartenenti al patrimonio nazionale, la repubblica dell’Ecuador abbia recentemente implementato linee di azione internazionali per la restituzione dei suoi beni culturali.

    In questo senso va intesa la collaborazione tra Genova e l’Ecuador, che ha visto la consegna allo Stato dell’Ecuador delle tre collezioni che costituiscono la mostra: collezione "Dogana" restituita dalla Dogana di Genova, collezione "Pavesi", restituita dal Comune di Genova, e collezione "Norero", restituita dal Comune di Genova dopo la donazione da parte della stessa famiglia Norero.

     

  • Luca di Paolo e il Rinascimento nelle Marche: a Matelica nelle sale di Palazzo Piersanti opere mai viste in pubblico

    E’ stato uno dei protagonisti del Rinascimento nelle Marche e del quale, grazie ai nuovi studi, si è oggi in grado di ricostruire le vicende artistiche e biografiche. A Matelica, in provincia di Macerata, per la prima volta un’esposizione dedicata a Luca di Paolo nelle splendide sale di Palazzo Piersanti, curata da Alessandro Delpriori, promossa dal Museo Piersanti e dalla Città di Matelica e organizzata da Civita.

  • Per il Worlds Penguin Day grande festa nel celebre parco Phillip Island Nature Park nello stato del Victoria, in Australia

    Oltre 320.000 simpatici pinguini saranno al centro delle celebrazioni del Worlds Penguin Day. che coinvolgeranno l’isola e il celebre parco Phillip Island Nature Park, nello Stato del Victoria. L'appuntamento è per il 25 aprile.

  • Prima Reggenza interamente femminile, nella Repubblica di San Marino due donne guidano (per 6 mesi) il piccolo Stato

    Mimma Zavoli e Vanessa D'Ambrosio: sono loro le due donne che assicurano alla storia la Prima Reggenza interamente femminile della Repubblica di San Marino. Un primato di grande portata, tanto che sul Titano hanno deciso di emettere due francobolli stampati uniti in foglietto in distribuzione dal 26 settembre 2017.

  • Tra la pineta litoranea e la spiaggia il “Museo Alternativo Remo Brindisi”: a Lido di Spina capolavori nel capolavoro

    Angelo Botti, Lido di Spina / Ferrara

    La casa di un artista è sempre un luogo intrigante da visitare. In primo luogo perché vi si ritrova l’essenza del padrone di casa, e poi perché diventa una vera e propria full immersion nella sua vita e nelle sue opere. Ma di certo, se è una casa pensata per essere un museo e una dimostrazione tangibile di quella che è stata la vita del suo proprietario, allora la visita è irrinunciabile. Se poi l’artista è Remo Brindisi, il valore aggiunto è garantito.

  • Tunisia: tra Sbeitla, Sufetula e El Kef meravigliosi siti archeologici sono testimoni del passato

    E’ particolarmente legata alla Roma Antica e giocoforza ha una forte testimonianza storica. A 260 km da Tunisi sorge Sbeitla, un altro straordinario sito archeologico di quel meraviglioso Paese mediterraneo che è la Tunisia, luogo di storia condivisa. Le più antiche tracce di civilizzazione riguardano steli funerarie, megaliti punici e resti della sottomissione del regno dell’imperatore Vespasiano e di suo figlio Tito. E poi, in zona, ci sono anche Sufetula e El Kef , nella valle di Wadi Mellègue.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...