nazismo - Turismo Italia News

  • ABRUZZO | Terremoto: a rischio da ventricina a caciofiore, in gioco migliaia di posti di lavoro tra agroalimentare e turismo

     

    (TurismoItaliaNews) La calamità ha messo a rischio specialità conservate da secoli, dal pecorino di Farindola al caciocavallo abruzzese, dalla mortadella di Campotosto al caciofiore aquilano, dalla scamorza abruzzese alla ventricina teramana fino ad arrivare al salame aquila che nell'insieme rappresentano un patrimonio culturale del Paese, oltre che una opportunità produttiva e occupazionale insostituibile. E' quanto è emerso dalla mobilitazione degli agricoltori e degli allevatori colpiti dal terremoto e dal maltempo in Abruzzo dove è a rischio un intero sistema agroindustriale dal quale dipendono migliaia di posti di lavoro, dal campo alla tavola. Un volano per l'economia del territorio anche dal punto di vista turistico se si considera che, nelle zone particolarmente interessate dagli eventi, ci sono circa 160 agriturismi, molti dei quali già fortemente colpiti dal sisma del 2009 e negli ultimi anni in ripresa, con perdite quantificabili anche in termini di mancate presenze in circa nove milioni.

  • Il pallido sole di Buchenwald: un viaggio in Turingia è come fare un passo nella storia

    Giovanni Bosi, Buchenwald / Turingia

    Arrivare in una mattinata in cui un pallido sole fa brillare la distesa di ghiaccio sulle campagne che circondano Weimar e la collina dell’Ettersberg ricca di boschi, o piuttosto in una giornata estiva in cui l’amenità della natura trasmette sicurezza e pace, non cambia il valore della visita a Buchenwald, uno fra più grandi campi di concentramento della Germania nazista, i cui resti sono lì come ammonimento per l’intera umanità.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...