Beethoven - Turismo Italia News

  • EVENTI | Il Perù ospita la famosa Maratona des Sables: per la prima volta in Sud America si corre tra le dune del deserto di Ica

    C’è grande attesa per la partenza della Maratona des Arenas (la cui denominazione internazionale è Marathon des Sables). Quest’anno i concorrenti voleranno da tutto il mondo in Perù, che è il primo Paese dell’America Latina ad ospitare questa competizione sportiva.

  • Fête de la Gastronomie: l'autunno francese arriva con gusto a Parigi e nell'Ile-de-France, tre giorni di eventi

    E’ la più importante manifestazione nazionale dedicata al cibo: tre giorni di eventi aperti al pubblico per festeggiare il buon cibo, l'arte della cucina francese e i suoi protagonisti. In Francia la Festa della Gastronomia dà appuntamento dal 22 al 24 settembre 2017. Tra musica e film, migliaia di eventi, perlopiù gratuiti, tra questi il taglio del pesce, trionfi di cioccolato, raccolta di ortaggi nell'ex abbazia benedettina, il premio per il miglior food truck e i segreti delle più buone torte di mele.

  • GERMANIA | E’ a Bonn l'ostello più stravagante: al BaseCamp roulotte, pullmini Volkswagen, camper Airstream e il tetto di una Trabant come camere

    E’ un singolare ostello vintage, dove non ci sono camere tradizionali: una serie di roulotte, pullmini Volkswagen e camper Airstream, tutti rigorosamente d'epoca, sono i luoghi deputati ad assolvere al compito di stanze. E i suoi clienti sono entusiasti. Dove? A Bonn e questo ostello si chiama BaseCamp, a sud della città.

  • MOSTRE | “Zoran Mušič. Occhi vetrificati”: al Civico Museo “Revoltella” di Trieste disegni che sono urla silenziose

    Urla silenziose. Dal 27 gennaio al 2 aprile, il Civico Museo “Revoltella” di Trieste propone al pubblico un nucleo, inedito, di 24 disegni che Zoran Mušič realizzò nel 1945, mentre era imprigionato a Dachau. L’esposizione, intitolata “Zoran Mušič. Occhi vetrificati”, è promossa dal Comune di Trieste - assessorato alla Cultura e curata da Laura Carlini Fanfogna.

  • SARDEGNA Prende forma il progetto “Lago Omodeo 2.0”: è vinta la sfida raccolta dai Comuni del Guilcer e del Barigadu

    (TurismoItaliaNews) Creare un progetto di sviluppo del territorio a partire dal lago Omodeo: è questa la sfida raccolta e vinta dai Comuni del Guilcer e del Barigadu, ovvero i cuore e l'identità stessa della Sardegna. Il lago artificiale dell'Omodeo è stato realizzato tra il 1919 e il 1924, con uno sbarramento del fiume Tirso nella gola di Santa Chiara D'Ula, è il più importante invaso dell'Isola e per molto tempo ha detenuto il primato di più grande d'Europa.

    Il progetto di sviluppo del territorio intorno all'area lacuale, denominato “Lago Omodeo 2.0”, ruota intorno al recupero di alcune strutture storiche come l'albergo “Tirso” e la ex caserma di Lochele, alla realizzazione di un centro sportivo, alla riqualificazione paesistica e delle infrastrutture viarie. "Le zone interne sono tante cose diverse: concentriamoci sulle singole vocazioni per far diventare importante la somma delle parti. Stiamo parlando del cuore e dell'identità stessa della Sardegna - sottolinea il presidente della Regione, Francesco Pigliaru - ogni scelta politica che facciamo per questa regione è una scelta politica per le aree interne e lo sviluppo di queste zone sarà al centro della seconda parte della legislatura".

    Per poter costruire l'invaso, è stato sacrificato l'antico paese di Zuri, ricostruito poi a monte con il materiale originario, compresa l'antica chiesa romanica dedicata a San Pietro, che venne come smontata e riedificata pezzo per pezzo, in modo tale da non lasciare ad alcuno la possibilità di accorgersene. La superficie d'acqua è lunga oltre 22 chilometri e larga più di 3, e si estende tra i monti del Barigadu, andando poi a confluire, all'altezza di Fordongianus, nelle acque del Flumini Mannu.

    L'Omodeo è una meta turistica molto interessante perché il lago è circondato da altopiani basaltici ed aspre montagne che rappresentano una Sardegna affascinante e selvaggia, nonostante la natura artificiale dell'invaso, immerso quindi in un'area importante sia da un punto di vista florofaunistico che archeologico: numerosi sono infatti i nuraghi distribuiti nella zona. Certo resta da risolvere lla questione del Poligono: "Qui una parte importante della crescita è legata al lago Omodeo e il fatto che si svolgano esercitazioni è chiaramente un problema - aggiunge Pigliaru - ci siamo già fatti carico della richiesta di spostarle e l'abbiamo portata all'attenzione del ministro Pinotti che ci ha assicurato il suo interesse. La porteremo subito all'attenzione anche degli altri ministri interessati. La Sardegna ha già un carico eccessivo di servitù militari, tenerne parti sparse in più luoghi non ha senso quando si possono fare dove già se ne fanno altre".

    "Questo è un progetto che asseconda realmente la vocazione del territorio, un percorso concreto intorno al quale costruire valore, un modello che non interessa soltanto i Comuni che si affacciano sul lago, ma riguarda tutta la Sardegna – osserva l'assessore fregionale del Turismo, artigianato e commercio, Francesco Morandi - Omodeo 2.0 è coerente con la visione di sviluppo della Regione e con la strategia dell'assessorato. Un'iniziativa complementare al turismo balneare e in grado di promuovere una delle aree interne dell'isola, creando nuove motivazioni di viaggio e arricchendo il sistema di offerta turistica. Adesso è importante attrarre gli investimenti privati e procedere con decisone per realizzare gli interventi necessari. E per promuovere un progetto propongo una nuova sfida: identificare un grande evento Internazionale, che qualifichi il territorio e ci consenta di raccontare al mondo la nuova idea di sviluppo".

    Come arrivare

    Percorrendo la ss.131 da Cagliari si arriva al km 120 dove si trova l'uscita per Paulilatino. Da qui si percorre la Strada Provinciale per Busachi, da dove si diparte un sentiero di 3-4 km che porta fino al lago. La strada non è però segnalata, perciò è consigliabile chiedere informazioni in loco. Da Sassari si percorre sempre la ss.131 e si prende lo svincolo per Abbasanta, da l quale di prosegue in direzione Fordongianus - Busachi. Da Busachi si prende lo stesso sentiero non segnalato.

    Per saperne di più
    www.unionecomunibarigadu.it
    www.unionecomuniguilcer.it

     

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...