Genova - Turismo Italia News

  • GENOVA | Salini Impregilo lancia un messaggio di speranza con il tricolore dell’Italia: acceso il “Ponte di luce”

    Il nuovo ponte di Genova si è acceso con i colori della bandiera italiana. Dopo che il 17 marzo scorso il Tricolore ha illuminato Palazzo Chigi a Roma, in occasione dell’anniversario dell’Unita d’Italia, a Genova un fascio luminoso con i colori dell’Italia, verde, bianco e rosso, ha unito i due estremi del nuovo ponte sul torrente Polcevera, simbolo di rinascita. Un’iniziativa lanciata da Salini Impregilo – il Gruppo che sta costruendo il nuovo ponte insieme a Fincantieri – per esprimere la vicinanza al Paese e alla città di Genova durante l’emergenza del Covid-19.

  • GENOVA | Torna il Sacro Catino restaurato da Opificio delle Pietre Dure: per alcuni esperti potrebbe essere il Sacro Graal

    Secondo alcuni esperti potrebbe essere il celebre "Santo Graal", la coppa con la quale Gesù di Nazareth celebrò l'Ultima Cena e successivamente usata per raccogliere il sangue fuoriuscito dal costato di Cristo dopo la crocifissione. Il Sacro Catino è tornato a Genova dopo il restauro dell'Opificio delle Pietre Dure.

  • GENOVA | Tornano in Ecuador i reperti archeologici precolombiani della collezione Pavesi

    (TurismoItaliaNews) Tornano in Ecuador i reperti archeologici precolombiani della collezione Pavesi in ottemperanza alla Convenzione Unesco. Le preziose testimonianze del passato sono quelle al centro dell’intesa firmata a Genova in occasione della mostra "Ecuador al mundo: un viaje por su historia ancestral" che al Castello D’Albertis fino al 6 luglio 2014 racconta 11.000 anni di archeologia nel Paese dell'America Latina. A firmare l’accordo il sindaco Marco Doria e il console dell'Ecuador a Genova, Esther Cuesta, per l’operazione di restituzione di antichità allo Stato di provenienza. La mostra è composta da una selezione di 218 reperti, tra i più rappresentativi tra quelli presenti nelle tre collezioni recuperate a Genova: la collezione Norero, 3.504 pezzi, la collezione Pavesi, 687 pezzi e la collezione Dogana di Genova, 667 pezzi.

    Dopo aver presentato le diversità naturali e umane di questo Paese, l'esposizione in corso approfondisce le diverse espressioni culturali della sua storia ancestrale, attraverso più di 200 reperti preispanici in ceramica, conchiglia e metallo, appartenenti ai diversi periodi culturali dell’archeologia dell’Ecuador, Paese dove sono state ritrovate le prime terracotta del continente americano con le figurine della cultura Valdivia (4000 avanti Cristo). La costa, le Ande, la foresta amazzonica e le Isole Galapagos: la molteplicità degli ecosistemi rende l’Ecuador un Paese megadiverso, nel quale già a partire da 11.000 anni avanti Cristo sono presenti gruppi umani. Attualmente in Ecuador convivono culture e popolazioni con storie, costumi e tradizioni distinte e molto differenti, tra le quali indigene, meticce e afro-discendenti.

    Dal periodo Pre-ceramico (11000-4000 a.C.) all’Impero Inca ( 1470-1534 d.C), la mostra evidenzia come la caratteristica comune a tutti i gruppi sia stata lo scambio di conoscenze in rapporto: all’uso delle materie prime, come l’ossidiana e la conchiglia spondylus, alle tecniche per la realizzazione di oggetti di uso quotidiano e cerimoniale, e alle pratiche agricole e commerciali, che permisero alle diverse popolazioni di sostentarsi con prodotti di uso domestico e beni di lusso.

    Protagonisti della mostra sono figurine umane declinate nelle diverse tappe della vita, e rappresentazioni di animali riprodotti per la loro valenza mitica e simbolica: in vasi, in stampi per tessuti e pittura corporale, in fischietti o maschere, in utensili per la vita domestica o cerimoniale, come macine per cereali o offerte funerarie. Essi compaiono nelle diverse aree geografiche testimoniando la cosmo-visione delle diverse culture nel tempo. La mostra si conclude evidenziando il ruolo del patrimonio culturale nella definizione dell’identità interculturale e plurietnica dell’Ecuador, e sottolinea come, nella accezione dinamica della identità, il recupero dei beni, oltre che dei saperi, faccia parte dell’identità ecuadoriana stessa, e come, per ovviare alla dispersione dei reperti archeologici appartenenti al patrimonio nazionale, la repubblica dell’Ecuador abbia recentemente implementato linee di azione internazionali per la restituzione dei suoi beni culturali.

    In questo senso va intesa la collaborazione tra Genova e l’Ecuador, che ha visto la consegna allo Stato dell’Ecuador delle tre collezioni che costituiscono la mostra: collezione "Dogana" restituita dalla Dogana di Genova, collezione "Pavesi", restituita dal Comune di Genova, e collezione "Norero", restituita dal Comune di Genova dopo la donazione da parte della stessa famiglia Norero.

     

  • Genova e il mare, la città rivela la sua straordinaria unicità a partire dal Porto Antico e dal Galata Museum

    Giovanni Bosi, Genova

    Genova e il mare? Un amore antico. Qui tutto parla di Mediterraneo, lo ricordano persino i nomi delle strade del cuore storico della città. Ma anche le tradizioni, i suoi palazzi, i suoi personaggi, il suo modo di vivere. E pure il suo modo di mangiare. Questa città straordinaria, da scoprire e riscoprire, è una sorpresa dietro l'altra, spesso addiritura anche per i genovesi. Per capirla non si può non attardarsi nel Porto antico, quello che Renzo Piano ha ridisegnato e riqualificato, rendendolo nuova estensione della zona vecchia. E le suggestioni non mancano...

  • Genova, Natale e Capodanno in riva al mare: menu e proposte del Bristol Palace

    Sapori mediterranei, di mare e di terra, caratterizzano i menu delle feste da trascorrere con i propri cari. Il fascino di Genova in inverno fa da cornice ai festeggiamenti per Natale e San Silvestro nelle sale Liberty del Bristol Palace, elegante hotel in pieno centro.

  • Genova, tutto ciò che vuoi: città e dintorni come destinazione per l'estate, suggestioni di una capitale del Mediterraneo

    Chi la sceglie per le vacanze può restare per più giorni, per vivere e assaporare tutte le suggestioni di una capitale del Mediterraneo. Una città che offre tante esperienze ed emozioni da godere in pieno relax, dal mare al verde, dalla cultura al cibo. Genova riparte con entusiasmo e in totale sicurezza, per accogliere turisti e visitatori e mostrare tutte le sue bellezze.

  • Giorgio de Chirico, il volto della Metafisica: oltre 100 opere in mostra a Palazzo Ducale di Genova

    L'evento celebra il genio artistico di Giorgio de Chirico: oltre 100 opere esposte, alcune mai viste sino ad oggi. A Palazzo Ducale di Genova dal 30 marzo al 7 luglio 2019 l’esposizione “Giorgio de Chirico. Il volto della Metafisica” lo consacra ulteriormente a 130 anni dalla nascita e a 100 anni dall’avvento che segnò la consapevolezza di una nuova pittura metafisica. Un uomo che non fu solo pittore ma scrittore, critico d’arte, saggista e divoratore di libri.

  • Gli chef di Genova Liguria Gourmet da Nobel: galà a Stoccolma per la cerimonia di consegna dei Premi

    Enogastronomia genovese da Nobel. E infatti a Stoccolma gli chef di Genova Liguria Gourmet hanno curato la grande cena di gala del “Liguria Day” nell’ambito della settimana delle celebrazioni del Premio Nobel. A tavola tante specialità tipiche: focaccia genovese, gnocchi al pesto, croxetti in salsa di noci, cappon magro, sacripantina e il vino dei Colli di Luni Doc.

  • Hitchcock a Genova, il “vertiginoso” Bristol Palace partner della mostra a Palazzo Ducale che celebra il maestro del brivido

    Custodisce una chicca per veri cinefili: lo scalone ellittico in stile liberty che, come narra la leggenda, avrebbe ispirato “Vertigo”, lo straordinario film “La donna che visse due volte” del 1958 diretto da Alfred Hitchcock e tratto dal romanzo “D’entre les morts” di Thomas Narcejac e Pierre Boileau. E’ l’Hotel Bristol Palace di Genova, dove il maestro del brivido è stato ospite ripetutamente fin da quando girò a Genova alcune scene del suo primo film. Dal 13 novembre all'8 marzo 2020 a Palazzo Ducale c’è una mostra interamente dedicata al grande regista americano.

  • Il Campionato mondiale di pesto al mortaio, testimonial del gusto genovese, rimandato al 26 settembre

    Slittano anche gli eventi e gli appuntamenti del Campionato mondiale di pesto genovese al mortaio per l'emergenza Coronavirus. Oltre alla gara finale dell’ottava Campionato prevista per il 28 marzo, rimandata al 26 settembre, sono state rinviate anche le gare eliminatorie previste al Taste di Firenze, alla "Corri Sul Mare" a Levanto e anche quella che avrebbe dovuto essere la prima gara eliminatoria del nono Campionato prevista il 31 marzo a Colonia nell’ambito della manifestazione GenussGipfel. Il Pesto al mortaio è un simbolo indiscusso della tradizione genovese e ligure a tavola.

  • LIGURIA | A Genova fino al 20 luglio c'è il Festival Internazionale di Nervi, la rassegna di arti e culture

    Grandi concerti, performance di danza e teatro per incantare il pubblico, rilanciando il complesso botanico di Genova, uno dei parchi più belli al mondo. Sono i contenuti del Festival Internazionale di Nervi, la rassegna di arti e culture che il Comune di Genova, da un'idea dei Rotary e in sinergia con il Teatro Nazionale propone fino al 20 luglio 2019.

  • LIGURIA | App per scoprire il centro di Genova: Exploracity, realtà virtuale e aumentata per conoscere la città antica divertendosi

    Andare alla scoperta della città medievale oppure dedicarsi alla riscoperta degli antichi mestieri? A Genova un percorso interattivo nella città medievale e un gioco alla ricerca degli antichi mestieri. Presentata la nuova app Exploracity per visitare il capoluogo ligure con l’aiuto di realtà virtuale e realtà aumentata.

  • LIGURIA | Genova si “accende” durante le festività natalizie: 10 alberi di Natale e l'antica tradizione del Confeugo

    Si parte il 7 dicembre con presepi storici ed artistici, mercatini, botteghe storiche, concerti, la cerimonia del Confeugo, che rievoca antiche tradizioni cittadine, la suggestiva ruota panoramica in Porto Antico, Circumnavigando Festival e molti altri eventi. Genova si “accende” durante le festività natalizie con tantissime iniziative che animeranno la città.

  • LUOGHI | Primavera a Genova: fioriscono le Camelie di Villa Durazzo Pallavicini a Pegli, visite guidate da febbraio ad aprile

    Un imperdibile appuntamento con la fioritura delle camelie e i suoi segreti. Una volta di corolle rosa, bianche, rosse, un tappeto di petali, è l’attrazione primaverile del parco: è quanto accade nell'incantevole cornice di Villa Durazzo Pallavicini a Pegli, nei pressi di Genova che solo nello scorso anno ha richiamato 20mila visitatori. Sono tanti i visitatori provenienti da tutta Italia, ma soprattutto numerosi i turisti stranieri che scelgono di ammirare questo gioiello verde del capoluogo ligure.

  • MANIFESTAZIONI | Dall'1 al 6 ottobre 2020 la 60.a edizione del Salone Nautico di Genova: un mare di novità

    E’ l’edizione numero 60 quella che il Salone Nautico di Genova tiene in questo 2020. In calendario dall'1 al 6 ottobre 2020, si conferma il più grande salone del Mar Mediterraneo festeggiando un traguardo importante per una manifestazione conosciuta in tutto il mondo. Un’edizione particolare che si svolge in totale sicurezza grazie ai protocolli anticovid. Si tratta di un evento di particolare rilievo per il settore della nautica, uno dei più colpiti dagli effetti del lockdown, un appuntamento indispensabile per il rilancio e la ripartenza di un comparto strategico per l’economia nazionale.

  • MOSTRE | A Genova "Sinibaldo Scorza - Favole e natura all'alba del Barocco", prima retrospettiva dedicata al raffinato miniaturista

     

    (TurismoItaliaNews) "Sinibaldo Scorza, Favole e natura all'alba del Barocco" è il titolo della prima retrospettiva dedicata al pittore (1589-1631), raffinato miniaturista: a Genova, fino al 4 giugno 2017, a Palazzo della Meridiana sono in mostra una sessantina di opere tra dipinti e disegni.

  • Msc Crociere lancia il servizio “Port Info” e nuove escursioni per gli ospiti della nave Meraviglia

    Sono due le novità che Msc Crociere mette sul piatto: 19 proposte di nuove escursioni nel Mediterraneo, tra cui cinque tour ideati appositamente per gli ospiti della nave Meraviglia, e il servizio di assistenza Port Info, che permetterà agli ospiti di approfondire ulteriormente l’esperienza su ogni destinazione di attracco, attraverso consigli e informazioni di personale esperto.

  • NATURA | All’Acquario di Genova nate sei tartarughe Pyxis (a forte rischio di estinzione) e cinque Razze chiodate

    Sei piccole tartarughe Pyxis arachnoides, specie originaria del Madagascar, e cinque razze chiodate (Raja clavata) sono i nuovi piccoli abitanti dell’Acquario di Genova. Le piccole Pyxis sono una specie a forte rischio di estinzione che viene riprodotta nella struttura genovese, unica in Europa: sono nate tra fine agosto ed inizio settembre da uova deposte un anno prima.

  • Nel cuore del mitico Hotel Bristol Palace: ecco il gioiello di Genova che ha ammaliato anche Alfred Hitchcock

    In piena Belle Epoque ospitava feste e banchetti dell’alta società. Oggi, grazie ad un’accurata opera di restauro, è stato restituito all’antico splendore. Con una particolarità: il suo nome è legato al nome di Alfred Hitchcock, più volte ospite della struttura, che secondo la leggenda si ispirò all’imponente scalone ellittico di marmo del palazzo per il suo film “Vertigo”. Del resto, nel corso degli anni, il prestigio dell’edificio ha attratto numerosi personaggi del jet set internazionale. Siamo a Genova e questo è il mitico Hotel Bristol Palace, simbolo della città della Lanterna.

  • Nelle botteghe storiche di Genova tradizione e fascino d’un tempo: nel cuore antico lo shopping che non ti aspetti

    Giovanni Bosi, Genova

    C’è la tripperia con tanto di calderoni utilizzati per bollirla. C’è la liquoreria che tramanda la tradizione nata nel 1780 con gli arredi stile Carlo X. C’è la pasticceria che tra marmi e legni pregiati propone le (antiche) golosità della casa. Poi c’è la barberia in un unicum raffinatissimo tra Liberty e Déco. E ancora: la macelleria aperta nel 1790, là dove c’erano i macelli fin dal Medioevo; oppure l’attività per la produzione artigianale di timbri, targhe e incisioni fondata nel 1896. Nel cuore di Genova lo shopping avviene ancora come una volta: in quelle botteghe storiche che sono autentici  “monumenti vivi”, testimonial di quel sottile fil rouge che lega la città di oggi a quella del passato.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...