parco archeologico - Turismo Italia News

  • BENI CULTURALI | Al via il sito www.grandepompei.beniculturali.it per la conoscenza del patrimonio culturale dell’area vesuviana costiera

    Un sito web per la presentazione al vasto pubblico dei programmi e degli interventi contenuti nel Piano strategico e per l’attivazione di canali di comunicazione con cittadini e stakeholder dell’area vesuviana costiera, altrimenti nota come “buffer zone”, per la conoscenza del patrimonio culturale dell’area vesuviana costiera e la partecipazione ai processi di attuazione dei programmi e degli interventi del Piano strategico. E' online www.grandepompei.beniculturali.it

  • BENI CULTURALI | Giornate Europee dell'Archeologia: in Italia un appuntamento con la storia il 14, 15 e 16 giugno

    (TurismoItaliaNews) Appassionati di storia o semplici curiosi, in famiglia o con la classe, tutti possono andare a scoprire la ricerca e il patrimonio archeologico. Dal 14 al 16 giugno 2019 si svolgono le Giornate dell’archeologia, iniziativa coordinata dall’Istituto nazionale francese di ricerca archeologica preventiva che per il decimo anniversario, apre le porte a tutti i Paesi europei. Luoghi della cultura statali e non, sono invitati ad aderire mettendo a disposizione i propri spazi per promuovere il patrimonio e far conoscere il lavoro dell’archeologo attraverso conferenze, spettacoli, laboratori didattici e visite guidate a cantieri di scavo.

    In occasione delle Jna, ogni terzo weekend di giugno, tutti gli attori del mondo dell'archeologia si mettono all’opera per far scoprire al pubblico i tesori del patrimonio e i retroscena di questo settore. Questi tre giorni rappresentano l'occasione per sensibilizzare e avvicinare l’opinione pubblica europea all'archeologia e sulle sue implicazioni: attraverso eventi originali e festosi, le famiglie, le scuole, gli studenti, gli appassionati di storia o i semplici curiosi possono scoprire il patrimonio archeologico. Visite di luoghi aperti in via eccezionale al pubblico (cantieri di scavo, centri di ricerca, riserve di collezioni archeologiche...), scambi con gli attori dell’archeologia (archeologi, ricercatori...) che vengono a incontrare il pubblico per presentare il proprio mestiere, attività ludiche e didattiche (iniziazioni allo scavo, dimostrazioni, laboratori...) fanno parte del vasto programma proposto in occasione delle Giornate dell’archeologia in Europa.

    L’Istituto nazionale di ricerca archeologica preventiva francese (Inrap) è l’unico operatore pubblico competente in tutto il territorio transalpino per tutti i periodi storici, dalla Preistoria ai giorni nostri. Con trent'anni di esperienza alle spalle, interviene in ogni tipo di cantiere: urbano, rurale, subacqueo, grandi tracciati lineari. Il suo ruolo è quello di salvaguardare, attraverso lo studio, il patrimonio archeologico interessato dalle operazioni di pianificazione del territorio. L’Inrap realizza ogni anno circa 1.800 diagnosi archeologiche e 250 scavi, in partnership con enti pubblici e privati, in Francia metropolitana e d’Oltremare. Al termine dei cantieri, l’Inrap garantisce che i risultati vengano utilizzati e ne assicura la diffusione presso la comunità scientifica: oltre 350 dei suoi ricercatori collaborano con il Cnrs e l’Università.

    Il sito del ministero dei Beni culturali italiano

     

  • BENI CULTURALI | L’archeologa Alfonsina Russo nuova direttrice del Parco Archeologico del Colosseo di Roma

    “Profilo di altissima qualità”: così il ministro per i beni culturali Dario Franceschini ha presentato la nomina dell’archeologa Alfonsina Russo a nuova direttrice del Parco Archeologico del Colosseo di Roma a conclusione della procedura di selezione internazionale indetta dal Mibact. Erano le 78 candidature presentate, di cui circa il 15% provenienti dall’estero.

  • BENI CULTURALI | Paestum assicura la manutenzione del Tempio di Nettuno grazie a donazione da 100.000 euro

    Un programma di ricerche e sperimentazioni che permetterà al Parco Archeologico di Paestum di definire strategie per la manutenzione ordinaria del Tempio di Nettuno e assicurare così la conservazione di uno dei più importanti capolavori dell’architettura greca, testimonianza unica del passato. Arriva una donazione da 100mila euro dall’azienda D’Amico.

  • CALABRIA | Il Mosaico dei draghi e dei delfini in esposizione temporanea al Museo e Parco Archeologico dell’antica Kaulon

    Esposizione temporanea per il Mosaico dei draghi e dei delfini al Museo del parco archeologico di Kaulonia, centro coloniale acheo, odierna Monasterace Marina, per l’esposizione temporanea dell’opera pavimentale ad oggi ritenuta il complesso musivo più grande e più importante tra quelli rinvenuti in Magna Grecia. Dal 3 al 16 agosto 2019.

  • CALABRIA | Timeless, attualità dell’antico: conversazioni estive al Museo Archeologico di Crotone e al Parco di Capo Colonna

    Conversazioni estive da martedì 16 luglio al Museo Archeologico Nazionale di Crotone e al Museo e Parco Archeologico Nazionale di Capo Colonna: il pubblico sarà coinvolto su varie dimensioni dell’antico. Primo incontro con il professor Francesco Cuteri, che illustrerà aspetti della Grecità ancora connaturati alla Calabria. Gli altri appuntamenti in cartellone.

  • CAMPANIA | Archeologia, paesaggio e natura: una nuova strategia per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    Un percorso integrato per tenere insieme, in un racconto unitario, i valori unici dell'area flegrea - ecologici, vulcanologici, agrari, archeologici - dando vita ad una rete di itinerari affascinanti tra natura, paesaggio e storia. Presentata al Museo Archeologico di Napoli la convenzione stipulata  tra il Parco archeologico dei Campi Flegrei e il dipartimento di Agraria dell'Università Federico II.

  • CAMPANIA | Giornata nazionale del Paesaggio: il Parco archeologico dei Campi Flegrei apre le sue porte al territorio

    Per la Giornata nazionale del Paesaggio il PaFleg in collaborazione con le associazioni Legambiente Città Flegrea e il gruppo archeologico Kyme, ha aperto i cancelli dell'anfiteatro Cumano alle scuole, e guidato i visitatori in tour alle Terme romane di Baia per una passeggiata archeologica e naturalistica alla scoperta delle specie della macchia mediterranea e delle antiche terme.

  • Campania, aumentano gli ingressi del Parco archeologico dei Campi Flegrei. E il 2019 sarà un anno di svolta

    Più 30 per cento di visitatori ed oltre 23milioni da investire in 14 progetti per la valorizzazione dei siti archeologici e per le aree di collegamento, grazie alla firma del disciplinare Fsccon il ministero dei Beni Culturali, che consente l'inizio di una nuova fase per il Parco Archeologico dei Campi Flegrei, dove gli spazi saranno trasformati in luoghi di vita, cultura e di fruizione aperti al pubblico. E il 2019 sarà l'anno di ulteriori novità.

  • Con il Protocollo di Chengdu la cultura unisce Cina e Parco Archeologico dei Campi Flegrei

    La creazione di mostre, scambio di esperti e ricerche volte ad applicare metodologie innovative e sperimentali, promozione del patrimonio e cooperazione per lo sviluppo della rete museale: sono i punti dell'accordo di cooperazione, siglato a Chengdu, tra il Parco Archeologico dei Campi Flegrei e l'Amministrazione dei Beni culturali del Sichuan, nella Repubblica Popolare Cinese.

  • Crotone: per il Parco archeologico nazionale di Capo Colonna “luogo del cuore” un corposo programma di interventi

    L'obiettivo è quello di rendere maggiormente fruibile e valorizzato uno dei siti più suggestivi della Calabria. Per il Parco archeologico nazionale di Capo Colonna, a Crotone, è attualmente in atto un corposo programma di interventi sostenuti dal Mibac in sinergia con le istituzioni locali.

  • CULTURA | La Giornata nazionale delle Famiglie al Museo torna per il settimo anno: domenica 13 ottobre c’è F@Mu 2019

    Torna domenica 13 ottobre la Giornata nazionale delle Famiglie al Museo, un giorno in cui poter visitare i musei in Italia in modo speciale con tutta la famiglia. La settima edizione si tiene dopo il successo delle precedenti e in particolare di quella del 2018, che ha visto l’adesione di circa 800 luoghi espositivi e la partecipazione di circa 65.000 persone.

  • Drawing Egnazia, lo spettacolo dell’archeologia: ricostruzioni in 3D, concerti live, laboratori e rievocazioni storiche

    Immergersi nel parco archeologico emozionandosi con le ricostruzioni di ambienti del passato. E poi dibattiti culturali, concerti live, laboratori esperienziali e rievocazioni storiche faranno da cornice a questo grande avvenimento archeologico. E’ “Drawing Egnazia - Lo spettacolo dell’Archeologia”, nel famoso sito pugliese in provincia di Brindisi.

  • Elea, la città delle “buone leggi”: il parco archeologico dell’odierna Velia racconta storie di uomini e mutamenti climatici

    Giovanni Bosi, Ascea / Campania

    Un sito archeologico che va oltre quello che mostra oggi (e non è poco). Qui, intorno al 540 a.C., è arrivato il gruppo di esuli provenienti dalla città greca di Focea (nell’attuale Turchia, all’epoca occupata dai Persiani) ai quali si deve la fondazione dell’antica Elea, nome che deriva dalla vicina sorgente Hyele. Il mare era ad appena un centinaio di metri, adesso ben più lontano, a 750 metri di distanza. Conosciuta per le figure di Parmenide e Zenone, fondatori della scuola filosofica eleatica, la città raggiunse un periodo di grande sviluppo in età ellenistica e in gran parte dell’età romana, quando il suo nome diventa Velia.

  • FIUMICINO | L'aeroporto diventa museo grazie alla rinnovata partnership tra Aeroporti di Roma e Parco Archeologico di Ostia Antica

    Sei opere di età romana, cinque sculture ed uno splendido mosaico, tutte provenienti dagli scavi di Ostia antica e dalla Necropoli di Isola Sacra: tesori che costituiscono il percorso espositivo proposto ai passeggeri in transito nell'area di imbarco E del Terminal 3 dell'aeroporto di Fiumicino, dedicato ai voli extra Schengen, grazie alla rinnovata partnership tra Aeroporti di Roma e il Parco Archeologico di Ostia Antica. Il titolo della mostra è “Le immagini del Tempo. L'arte romana e il fluire delle stagioni”.

  • Gli arredi della casa di Giulio Polibio: a Pompei la storia di una famiglia e la ricostruzione dei volti

    “Gli Arredi della Casa di Giulio Polibio”, la mostra allestita al piano superiore dell’Antiquarium di Pompei, con i numerosi reperti rivenuti nella dimora, si immette in quella che doveva essere la vita di una ricca famiglia pompeiana, quella di Giulio Polibio. Il racconto di una famiglia, di un personaggio pubblico, di individui strappati alla vita. Le loro abitudini, il vezzo e il desiderio di mostrare la propria ricchezza, attraverso il lusso negli arredi e negli oggetti di vita quotidiana.

  • Herculaneum 3D Scan, nel Parco archeologico grazie alla rivoluzione digitale: ecco l'antica città come non l'avete mai vista

    Protagonisti di un’esperienza di visita immersiva: il Parco Archeologico di Ercolano, a poche settimane dal lancio dei Lapilli del Parco, mette in rete “Herculaneum 3D Scan”, nuovi contenuti digitali interattivi accelerando la rivoluzione digitale di tutte le proprie attività, con strumenti online per esperti e appassionati e tutte le attività smart. In collaborazione con l’Herculaneum Conservation Project sostenuto dal Packard Humanities Institute (Phi).

  • Il Castello del Valentino a Torino e il parco archeologico di Ostia Antica candidati al Marchio del patrimonio europeo 2020

    Tra le 19 proposte (tre delle quali sono transnazionali) arrivate da Austria, Belgio, Croazia, Francia, Germania, Italia, Lettonia, Paesi Bassi, Polonia, Portogallo, Repubblica Ceca, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Ungheria per la selezione 2019 al Marchio del patrimonio europeo, ci sono anche due siti italiani di straordinaria bellezza: il Castello del Valentino a Torino e il parco archeologico di Ostia Antica, nel Lazio.

  • Il Colosseo si racconta: la storia infinita di un’icona tra archeologia, filmati e lingue orientali [VIDEO]

    Giuseppe Botti, Roma

    E' il monumento più visitato d’Italia e ormai è un’icona per l’eccezionale architettura, per la fama dei gladiatori e dei giochi, per la sua fortuna nei secoli, dal riuso medievale e cristiano a quello ideologico che ne hanno fatto il simbolo di un impero e oggi quello della città di Roma e del mondo. Adesso il Colosseo e il suo parco archeologico offrono al pubblico il nuovo allestimento permanente del grande anfiteatro, arricchito con contenuti multimediali e materiali frutto delle ricerche coordinate in questi anni da Rossella Rea, in collaborazione con l’Università di Roma 3 e l’Istituto Archeologico Germanico di Roma.

  • Il Parco archeologico dei Campi Flegrei si rinnova: immagine moderna che perfeziona la forma e trasmette tradizione e storia

    Un’immagine moderna che perfeziona la forma e trasmette la tradizione e la storia: un logo e una linea grafica che lo rendono riconoscibile, anche attraverso l’identificazione dei confini del territorio, che comprende ben 24 siti archeologici. Il Parco archeologico dei Campi Flegrei apre con nuovo slancio le proprie porte.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...