rievocazione - Turismo Italia News

  • A Gualdo Cattaneo (Umbria) rivive il Medioevo: il Palio dell’Arrampicata 2018 al terziere Rocca

    Angelo Benedetti, Gualdo Cattaneo / Umbria

    Il terziere della Rocca si è aggiudicato il Palio dell’Arrampicata, la sfida tra Medioevo e primo Rinascimento che ogni 3 settembre si rivive a Gualdo Cattaneo, in Umbria. Tra due ali di folla assiepate all’ombra della massiccia Rocca che domina la valle, allo scoppio di un petardo ha preso avvio una folle corsa in cui dodici portatori per rione percorrono la salita che conduce in Piazza Grande portando una pesante torre in legno con il vessillo della contrada. A conquistare il Palio è chi giunge per primo davanti alla scalinata del Palazzo Comunale.

  • ABRUZZO | A Lanciano la rievocazione storica medievale del Mastrogiurato: spettacoli, giochi e cortei in costume d'epoca

    E’ il 2 settembre il clou della rievocazione medievale del Mastrogiurato a Lanciano, in provincia di Chieti, una delle tante perle dell'Abruzzo e vera e propria culla dell'arte. Ogni anno, nel primo weekend di settembre, l’evento celebra proprio la solenne cerimonia di investitura del Mastrogiurato con un corteo composto da oltre 700 figuranti in costume d'epoca, provenienti da molte città italiane ed estere, che si snoda lungo il percorso tramandato dagli storici.

  • ARTE | A Siena aperture straordinarie della Cattedrale per ammirare per la Porta del Cielo e pavimento del Duomo

    In Lucem Veniet, la nuova illuminazione del pavimento del Duomo di Siena è stata già ammirata da oltre quattrocentomila persone. Aperture straordinarie della Cattedrale dal 22 al 28 ottobre, dalle 18.30 fino alle 23, daranno la possibilità di ammirare dall’alto, salendo al percorso Porta del Cielo, anche le tarsie illuminate grazie alla tecnologia Erco.

  • Asti riscopre il suo passato medievale: il Palio riaccende le rivalità con la corsa di cavalli tra le più antiche d'Italia

    È datata 1275 la prima attestazione di quello che si è trasformato in un evento turistico di richiamo per un territorio, il Monferrato, già ricco di storia e tradizioni e riconosciuto dall'Unesco per i paesaggi vitivinicoli da tutelare. La città di Asti ad inizio settembre riscopre la sua antica passione e il suo passato medievale: torna il Palio, la corsa di cavalli tra le più antiche d'Italia.

  • COMPAGNIE | Con Hong Kong Airlines debutta sull’Airbus A350 la nuova Business Class, esperienza in volo

    E’ l’evoluzione della sua esperienza premium, con l'inaugurazione di una nuova poltrona Business Class, sul suo ultimo aereo entrato in flotta: l’Airbus A350. Hong Kong Airlines migliora l’esperienza dei passeggeri grazie all’ultimo sistema Ife system. Comfort e privacy senza eguali anche sui voli più lunghi.

  • Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti: dal Museo delle Arti Decorative di Praga al Castello di Miramare a Trieste

    L’ultimo degli stili universali in Occidente, a cavallo tra il XIX e il XX secolo, porta l’arte nella vita e la vita nell’arte influenzando ogni forma creativa anche nella quotidianità. Dal Museo di arti decorative di Praga, per la prima volta in Italia, una selezione di 200 opere delle collezioni riporta ai tempi e ai gusti della Belle Époque in Europa. Fino al 7 gennaio 2018 nelle Scuderie e Museo Storico del Castello di Miramare, a Trieste, la mostra “ Il Liberty e la rivoluzione europea delle arti. Dal Museo delle Arti Decorative di Praga”.

  • Kufsteinerland: quando lo spettacolo popolare della Passione diventa Patrimonio dell’Unesco

    Dal 1623 gli abitanti del paese recitano ogni 6 anni i Passionsspiele, la Passione di Cristo divenuta drammatizzazione per ringraziare il Signore che aveva protetto le famiglie dalla guerra e dalla peste. E’ la rappresentazione teatrale più antica tra quelle in lingua tedesca e si svolge a Erl, in Austria, e che l'Unesco ha voluto inserire nella lista dei Patrimoni orali e immateriali dell’Umanità. Una vera e propria opera d’arte che contraddistingue e ha contraddistinto nei secoli questa zona austriaca e che viene messo in scena ogni sei anni. Il 2019 è l'anno giusto.

  • Le Giubbe Rosse sbarcano sul pontile e “occupano” Boston per il weekend: si rivive l’antefatto della Rivoluzione Americana

    Evento al Columbus Day a Boston per celebrare il 250° anniversario dell’occupazione storica, antefatto della Rivoluzione Americana. La commemorazione dell'arrivo delle truppe britanniche a Boston nel 1768 celebra la ricorrenza dell'episodio storico che vide le giubbe rosse sbarcare in città ed occuparla per sette anni. Fatto storico rilevante, che viene ricordato con la rievocazione in costume sabato 6 ottobre 2018.

  • MARCHE | Weekend nella terra benedetta dagli dei: Sant’Angelo in Vado si tuffa in epoca romana

    Conosciuta come città del “tartufo tutto l’anno”, Sant’Angelo in Vado nelle Marche propone un weekend a bordo della macchina del tempo, tra banchetti luculliani, combattimenti, accampamenti e riti solenni. Tutto rigorosamente del periodo romano. Il 30 giugno ed il 1° luglio 2018, la cittadina dell’Alto Pesarese sarà abitata da popolazioni romane e celtiche, con l’inedita rievocazione storica “Domus Romana – Storia d’Amore tra Mito e Realtà”.

  • PIEMONTE | A Cocconato d’Asti il 50° Palio degli Asini: si rievoca la storia con la fiera medievale e la sfida fra i Borghi

    Il paese è conosciuto come la “Riviera del Monferrato” ed è in questa cornice che il Palio degli Asini raggiunge quest’anno il mezzo secolo di vita: un traguardo importante per una manifestazione storica che appassiona e raccoglie attorno a sé l’intera Cocconato d’Asti. La gara si svolge come di consueto la quarta domenica di settembre. Con la Fiera Medievale, la Cena Propiziatoria, il corteo storico e il Palio si ricrea un’atmosfera d’altri tempi.

  • Puglia, torna la Disfida di Barletta: l’evento storico abbraccia l’estro della rievocazione artistica e la bellezza dello spettacolo

    Riprende dopo 14 anni, fortemente voluta dal sindaco Cosimo Cannito. La rievocazione della Disfida di Barletta torna in campo e per l’edizione 2019 l’attesa per il rinnovato appuntamento con il certame è già grande. Da giovedì 19 a sabato 21 settembre, il borgo antico e marinaro di Barletta - con il Castello, Porta Marina, piazza della Prefettura e le vie del centro - diventa un palcoscenico sul quale andrà in scena uno spettacolo multiforme, suggestivo e coinvolgente, curato dal direttore artistico: il regista teatrale Sergio Maifredi.

  • Quintana di Foligno, la Fiera dei Soprastanti

    NOTIFICAZIONE

     I PRESIDENTI DELLA FIERA

    DELLA CITTÀ `DI FOLIGNO

     Dovendosi celebrare anche in questo anno

    La magnifica et antichissima Fiera de’ Soprastanti

    libera et franca de ogni datio et gabella;

    se fa invito alla S.V. Ill.ma ad intervenirvi

    con le proprie merci, con avvertimento che sarà ben

    accolta, trattata e difesa in ogni incontro.

    La quale Fiera avrà svolgimento in luogo opportuno

    nei pressi del Centro Storico, avendo inizio ad ore 16 et fino alle 24.

     

    In fede. Dato dalla Residenza del Magnifico

    Cancelliere della Giostra della Quintana

    Inizia con questo annuncio la preparazione alla Fiera dei Soprastanti, la rievocazione del mercato che si svolgeva per le vie della città di Foligno nel Rinascimento e che per il 2011 dà appuntamento per domenica 4 settembre in via Scuola di Arti e Mestieri. L’appuntamento acquisisce anno dopo anno un valore ed un sapore inconfondibile, tanto da risultare sempre più attesa ed apprezzata in Umbria e nel resto d’Italia, anche per la sua unicità. "L’originalità in effetti sta sì nella riproposizione di scene di quotidiana vita barocca animata da popolani e commercianti specializzati nella vendita di oggetti rigorosamente coevi – spiega l’architetto Stefano Trabalza, presidente della Commissione Artistica dell’Ente Giostra – ma soprattutto perché la ricostruzione è talmente fedele che le transazioni si concludono solo attraverso il pagamento con i quattrini".

    E questo rappresenta di sicuro il punto di forza della Fiera dei Soprastanti, dettaglio non secondario che diverte i suoi avventori e che li fa ripiombare indietro di quattro secoli. Ecco allora che il visitatore dimentica il presente rituffandosi nel passato e munito dei quattrini, si perde tra le botteghe delle stoffe impreziosite da splendidi broccati, degli ori pregiati che raccontano storie di dame, libri e stampe antichissime, la fedele riproposizione dei cibi dell’epoca riscoprendone gli odori e i sapori autentici. Il quattrino era la moneta dello Stato Pontificio di papa Paolo V nella Foligno del ‘600, appositamente ri-coniato dall’Ente Giostra della Quintana.

    A fare da contorno alla Fiera, i mestieri presentati dai rionali: da quelli più antichi come il bordello, al baratto del bestiame. Così tra un assaggio e un sorso di buon vino, al calar della sera la luce del giorno lascia il posto alle innumerevoli fiaccole che illuminano le facciate dei palazzi e ci si può perdere tra i canti e gli stornelli proposti dai popolani e dalle compagnie teatrali ospiti della manifestazione.

    Ma perché la Fiera dei Soprastanti? Nel Seicento, per la sua naturale conformazione, Foligno era divenuta crocevia di viandanti e mercanti che raggiungevano Roma provenendo sia dal mare Adriatico che dalla Pianura Padana. Per questa peculiarità, soprattutto nel medioevo, si acuì l’aspetto commerciale e mercantile del borgo. Basti pensare che i capi di alta moda arrivavano a Foligno prima di giungere a Roma e Firenze. Il numero dei mercanti e gli interessi che vi gravitavano erano talmente elevati ed importanti, che intorno ai secoli XVI e XVII i folignati si spinsero a regolamentare i mercati, che nascevano spontaneamente in città, attraverso un rigido e severo "dictatum": nasce così quella che oggi rievochiamo e ricordiamo con il nome di "Fiera dei Soprastanti".

    I Soprastanti era cittadini illustri di Foligno che di anno in anno venivano nominati per soprintendere alla fiera, il Capitano della Fiera era invece quel cittadino che aveva massima autorità per tutta la durata della fiera; il Capitano ed i Soprastanti avevano l’autorità di chiudere banchi, disporre ammende e addirittura condannare a morte i mercanti che violavano le regole o che fossero stati colti ad ingannare. La fiera durava due mesi, si teneva in ricordo di Santo Manno e vi potevano partecipare mercanti e cittadini provenienti da ogni dove.

     

     

     

  • TRADIZIONI | A Città della Pieve torna la mai sopita rivalità fra i Terzieri, si rivive in Umbria l'antica caccia del Toro

    A Città di Castello, in Umbria, si rinnova l'appuntamento con il Palio dei Terzieri, con cui viene rievocata l'antica caccia del Toro che ha origine tra il XV ed il XVI secolo. Dal 9 al 20 agosto 2017 in cartellone una serie di eventi che culminano con la sfida in Piazza Plebiscito e al Campo di Santa Lucia.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...