Greece - Turismo Italia News

  • Fra tramonti mozzafiato e spiagge per i romanticoni: ecco la Kassandra che non ti aspetti

    Giovanni Bosi, Kassandra / Grecia

    C’è il villaggio più bello e insolito della penisola; c’è quello dove si produce uno dei mieli più pregiati dell’intero Paese; c’è quello che da sempre è contemporaneamente sinonimo di vacanza tranquilla e di movida; c’è il luogo in cui ammirare tramonti mozzafiato; e poi c’è il posto giusto per vivere le autentiche tradizioni. Insomma un concentrato di proposte ed emozioni. Siamo in Grecia, protèsi sull’Egeo, nella regione della Calcidica. Siamo a Kassandra.

  • Grande gusto a Lefkada: sull’Isola ionica mare e monti dettano legge, dal Sofigado al polipo ai ferri

    Giovanni Bosi, Lefkada / Grecia

    E’ qui che si trova la famosissima spiaggia di Porto Katsiki, il luogo presso il quale secondo la leggenda si sarebbe gettata nel vuoto la poetessa Saffo. Un’isola/non-isola si potrebbe dire, visto che per raggiungerla non servono traghetti ma si utilizza un ponte mobile. E che nel passato, per la sua posizione strategica, è stata praticamente appetibile per tutti, Repubblica di Venezia compresa. Giocoforza la sua storia emerge anche a tavola grazie a una contaminazione di sapori che fanno parte della tradizione. Siamo a Lefkada, una delle Isole Ionie ad ovest della Grecia continentale.

  • Il caldo abbraccio (sulfureo) dell'Egeo: il benessere delle Terme di Agia Paraskevi, tutto il piacere di Kassandra, Grecia

    Giovanni Bosi, Agia Paraskevi / Kassandra

    Se in passato Kassandra si chiamava Phlegra un motivo ci sarà. E non solo per la tradizione mitologica, a ben guardare. Basta andare ad Agia Paraskevi per scoprire come dalle viscere della Terra, complice l'origine vulcanica, a due passi dall'Egeo sgorga un'acqua calda terapeutica che dona tutte le sue virtù salutari. E a strapiombo sul mare c'è uno straordinario Centro termale gestito direttamente dal Comune di Kassandra. Provare per credere...

  • Vendemmia 2017, Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani: “Annata tra le più precoci, vini di grande prospettiva"

    L’annata viticola 2017 sarà ricordata per l’andamento climatico caldo ed in modo particolare per le scarse precipitazioni. L’inverno è stato mite con poche nevicate, mentre la primavera è stata contraddistinta da alcune piogge e da temperature sopra la media stagionale che hanno ulteriormente favorito lo sviluppo vegetativo della vite, che sin da subito si è dimostrato anticipato e che si è mantenuto per il prosieguo della stagione. Il punto della situazione dal Consorzio di Tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...