ricette - Turismo Italia News

  • “La Mia Pasta Madre”, come farina e acqua, pazienza ed emozioni possono raccontare storie di vita e paesaggi montani

    “La Mia Pasta Madre - Il pane, i dolci, la vita in montagna”, edito da Raetia, racconta la cadenza delle stagioni interpretata attraverso le ricette dell’ autrice e protagonista Vea Carpi, in collaborazione con Irene Hager e le illustrazioni di Giorgia Pallaoro. Pisana di nascita ma trentina per scelta, Vea spiega come è stato importante per lei fare il pane in casa: le ha cambiato radicalmente la vita e l’ha portata a decidere di lasciare un lavoro in città per preferire la montagna, il Mas del Saro in Valle dei Mocheni, vicino a Trento. Il fil rouge della sua storia è la pasta madre, un impasto magico fatto di sola farina e acqua.

  • Alacce con cipolla, peperoni e capperi di Salina: il pesce azzurro che non ti aspetti

    Una bella ricetta che porta a tavolo un prodotto del nostro Mediterraneo (ma può arrivare anche dall’Atlantico): l’alaccia, nome scientifico Sardinella aurita. Assomiglia molto alla comune sardina ma si può riconoscere per diversi caratteri: una vistosa linea dorata sui fianchi, la sagoma è più tozza, è presente una carena di scaglie rigide che percorre tutto il ventre ed è mediamente più grande e può raggiungere i 30 centimetri di lunghezza. Ecco dunque la proposta che arriva dalla cucina di Casa Spineto.

  • Arrosto morto di quaglia con delicate di rapa rossa

    Un piatto di grandi sapori, dove la tradizione si fa sentire grazie ad ingredienti che arricchiscono non poco: il guanciale, l’olio extravergine d’oliva, cipolle rosse, salsiccia. E poi la protagonista di questa ricetta di Casa Spineto: la quaglia.

  • Biscottini della salute al miele, zucchero di canna, latte fresco e cannella

    Per uno snack, per il mattino a colazione o più semplicemente come dessert a fine pranzo. Ecco i Biscottini della salute di Casa Spineto, i cui ingredienti bastano a spiegarne il nome: miele (di qualità, da scegliere a secondo dei gusti), latte, olio extravergine di oliva e un po’ di cannella per profumarli. Adattissimi in ogni stagione e in ogni circostanza.

  • Carciofi fritti dorati alla moda di Casa Spineto

    Tempo di carciofi, versatili, gustosi e sempre ben accolti a tavola. La frittura è uno dei metodi più apprezzati dai commensali, a patto di saper preparare una pastella leggera e una cottura in olio bollente che non risulti troppo pesante.

  • Cartoccetti di arista al cotto e Provola con carciofi croccanti

    Ma perché chiamarli involtini? Cartoccetti è il termine più giusto che conia Laura Bosi Celletti dalla cucina di Casa Spineto per questa ricetta che a partire dall’arista, consente di presentare a tavola un piatto veloce e gustoso.

  • Cavolfiore bianco all’olio extravergine di oliva e aceto con pane casareccio

    Si può consumare bollito, fritto, arrostito o cotto al vapore. Può comparire a tavola come contorno oppure come piatto principale nelle zuppe di verdura. Gustoso, economico, versatile, ma pure con tante proprietà: minerali, vitamine (in particolare la C), antiossidanti, antinfiammatori, indicati in caso di diabete per controllare la glicemia. E’ il cavolfiore, protagonista della ricetta di Casa Spineto.

  • Chitarrine all’uovo con pannocchie, pistacchi e Pecorino

    Pannocchia, ma anche canocchia oppure cicala di mare o persino Squilla mantis in termini scientifici. Chiamatelo come volete, ma di certo questo gustoso crostaceo che si trova lungo tutte le coste del Mediterraneo, è un ingrediente prelibato che si abbina bene a tavola in diversi piatti. Peraltro è di facile reperibilità durante tutto l’anno, anche se i mesi migliori sono marzo, aprile, maggio, giugno, luglio, agosto, settembre e  novembre. E la pannocchia è ovviamente una delle componenti della nuova ricetta che arriva da Casa Spineto.

  • Crema di lenticchie al tartufo nero con bruschetta all’Extravergine: una cucina tutta umbra, da Norcia a Castelluccio

    Quella che propone in questa occasione Casa Spineto è una ricetta tipicamente umbra perché tutti umbri sono gli ingredienti: le lenticchie di Norcia, il tartufo nero di Norcia, l’olio extravergine umbro. L’insieme di questi ingredienti, come suggeriti da Laura Bosi Celletti, ci porta a gustare una Crema di lenticchie al tartufo nero con bruschetta all’Extravergine. Gustosissima. Provare per credere. E l’occasione è propizia per parlare di Extravergine d’oliva.

  • Dai Pizzoccheri alla Torta Madesimo: i sapori autunnali della Valchiavenna, ecco le ricette della tradizione

    Vivere la stagione autunnale all’insegna della tradizione e del buon gusto. La Valchiavenna, località ai piedi delle Alpi lombarde e immersa nella natura rigogliosa, è nota per la sua tradizione culinaria e, in particolare, per alcuni piatti tipici perfetti da gustare durante questa stagione di transito verso l’inverno.

  • Diventano Igp i gustosi Pizzoccheri della Valtellina

    Arriva il riconoscimento dell’indicazione geografica protetta per i Pizzoccheri della Valtellina. La proposta è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.50 del 29 febbraio 2012 e riguarda, come noto, la pasta (sia secca che fresca) prodotta nella provincia di Sondrio utilizzando un impasto  di  grano  saraceno e sfarinati di altri cereali. Di colore marrone più o meno scuro, dopo la cottura in acqua e sale assumono un sapore delicato e tipico dei  prodotti ottenuti con questi ingredienti.

  • Duecento anni di gusto: Forlimpopoli celebra il centenario di Pellegrino Artusi con una settimana di eventi

    Il 4 agosto 1820 nasceva a Forlimpopoli Pellegrino Artusi. Sono passati duecento anni e la Romagna celebra l’anniversario della nascita del padre della cucina italiana, con un’edizione speciale de “La festa Artusiana”, in scena dal 1° al 9 agosto proprio a Forlimpopoli. Una settimana di appuntamenti per celebrare uno dei cittadini più illustri.

  • Fagottini di maiale alla crema di fave con scamorza della Puglia e speck dell'Alto Adige Igp

    Buoni e variegati ingredienti per questa ricetta che sforna la cucina di Casa Spineto. Laura Bosi Celletti propone fagottini di maiale serviti con crema di fave con scamorza e speck. Considerando la scelta degli elementi, dal gusto deciso e saporito, il risultato a tavola non potrà che essere apprezzato dai commensali.

  • Farro all’olio extravergine di oliva con rucola, pomodorini e scaglie di tartufo

    Il farro (triticum dicoccum) è il cereale più antico tra tutti quelli pervenuti fino ai giorni nostri. Già coltivato dagli Italici, per molti secoli ha rappresentato la coltura comune a tutti i popoli latini. I Romani lo usavano per fare il "Puls", una minestra di cereali bolliti, oppure focacce azzime e lo davano come premio ai soldati per le battaglie vinte. In Umbria, a Monteleone di Spoleto, c’è la prima Dop d’Europa. La nuova ricetta che arriva da Casa Spineto ha come protagonista proprio il farro…

  • Fregnaccia di pane (avanzato): il dolce “povero” ma buono e profumato

    Il pane avanzato in dispensa può rivelarsi un ottimo ingrediente per preparare un dolce “povero” ma buono grazie al profumo e al gusto garantito dagli altri componenti, come l'anice e la cannella. Ecco la nuova ricetta di Laura Bosi Celletti.

  • Gnocconi di patate alla ricotta di pecora con noci e guanciale

    Non solo di giovedì, come recita l’adagio popolare. Gli gnocchi fatti in casa sono buoni sempre e per qualunque occasione, soprattutto se preparati con ingredienti che assicurano gusto e sapidità. Come nel caso di questi Gnocconi di patate alla ricotta di pecora con noci e guanciale che arrivano dalla cucina di Casa Spineto.

  • Grande gusto a Lefkada: sull’Isola ionica mare e monti dettano legge, dal Sofigado al polipo ai ferri

    Giovanni Bosi, Lefkada / Grecia

    E’ qui che si trova la famosissima spiaggia di Porto Katsiki, il luogo presso il quale secondo la leggenda si sarebbe gettata nel vuoto la poetessa Saffo. Un’isola/non-isola si potrebbe dire, visto che per raggiungerla non servono traghetti ma si utilizza un ponte mobile. E che nel passato, per la sua posizione strategica, è stata praticamente appetibile per tutti, Repubblica di Venezia compresa. Giocoforza la sua storia emerge anche a tavola grazie a una contaminazione di sapori che fanno parte della tradizione. Siamo a Lefkada, una delle Isole Ionie ad ovest della Grecia continentale.

  • HALLOWEEN | Coldiretti: i dolci tipici della tradizione italica che si sposa con quella nordamericana della notte delle streghe

    Non solo caramelle e cioccolatini, dalle favette al pane fino alle ossa dei morti, ma anche fanfullicche, stinchetti e zaleti sono solo alcuni dei dolci preparati lungo tutta la Penisola in occasione del giorno dedicato alla commemorazione dei defunti che quest’anno registra un inaspettato ritorno del fai da te casalingo.

  • Il gusto della Valtellina arriva a casa: la ricetta per preparare i Taroz, piatto della tradizione

    Territorio da scoprire e dalle mille sfaccettature. in questo periodo particolare in cui siamo tutti in casa, possiamo comunque vivere questo splendido territorio attraverso i suoi sapori, le sue storie, i suoi colori e le sue tradizioni. E' la Valtellina, dove - in attesa di tornare a viaggiare quale luogo del cuore, in cui rigenerarsi e divertirsi - la mente aiuta comunque a vagare appigliandosi ai ricordi. Così che questo lembo di Lombardia lo si può rivivere nelle proprie case. Ma senza farsi attanagliare dalle nostalgia...

  • Insalata di riso Baldo del Delta del Po con Fagioli Diavoli e cipolla fresca all’Extravergine

    Si chiama Baldo la varietà di riso che a Casa Spineto è stata scelta per preparare questa insalata accompagnata da Fagioli Infernali e cipolla fresca all’Extravergine. In particolare il Baldo è una varietà di riso superfino italiano introdotta nel 1977, derivato dall'incrocio dell'Arborio con Stirpe 136, e quello scelto è stato coltivato nel Delta del Po veneto.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...