tradizione - Turismo Italia News

  • E’ il lavash il patrimonio dell’Armenia: nel sottile pane tradizionale c’è la storia bimillenaria del Paese asiatico

    Giovanni Bosi, Yerevan / Armenia

    E’ lo specchio del Paese. Un testimonial autentico e immutato di un popolo e di un Paese che ha saputo mantenere intatte le sue tradizioni difendendo la propria storia. E non è stato facile perché il passato ha riservato agli Armeni prove difficili e dolorose. Non è un caso che proprio un alimento sia il loro elemento distintivo e che l’Unesco abbia voluto iscriverlo nel Patrimonio culturale mmmateriale dell’Umanità : il Lavash, il sottile pane tradizionale che fa parte integrante della cucina armena. La sua preparazione, caratterizzata da un lavoro di gruppo al forno, rafforza i legami familiari, comunitari e sociali.

  • Ecco il canederlo più grande del mondo: 77,150 kg di pura bontà cucinato dagli abitanti di Imèr, pronti per la loro Knödelfest 2017

    Pesa 77,150 kg il canederlo più grande del mondo: a cucinarlo sono gli abitanti di Imèr, ai piedi delle Pale di San Martino, i quali hanno così conquistato il Guinness World Record. Il piccolo paese i prepara ad ospitare il 2 e 3 settembre l’undicesima edizione della Knödelfest. Un goloso weekend tra le Dolomiti trentine per assaggiare più di 20 varietà di canederli passeggiando tra le vie del centro, il tutto accompagnato da musica tirolese, escursioni nella natura e tanto divertimento per grandi e bambini.

  • Ecco Sofia underground: un suggestivo percorso sotto alla Basilica porta due millenni indietro nella storia

    Giovanni Bosi, Sofia / Bulgaria

    C’è una Sofia underground preziosa e imprevedibile, emozionante e ricca di misteri ancora da svelare nella loro interezza. A metri di profondità c’è la storia di un luogo che ha molto in comune con tante città italiane, per essere stata allo stesso modo cornice di capitoli importanti dell’espansione dell’impero romano. Ma anche della spiritualità dei suoi abitanti. E inevitabilmente l’archeologia diventa un motivo in più per scoprire la capitale della Bulgaria sulle tracce dell’antica Serdica. Con non poche sorprese.

  • El Salvador, ecco le Pupusas: un piatto tipico per eccellenza che risale addirittura ai tempi precoloniali

    Giuseppe Botti

    Se non il cibo tradizionale più popolare in El Salvador, sono comunque un piatto tipico per eccellenza, che risale addirittura ai tempi precoloniali. Sono le Pupusas, che secondo la tradizione consistono in una tortilla di grandi dimensioni, fatta con pasta di mais o riso e ripiena di formaggio. Col passare degli anni, questo piatto si è arricchito con un'infinita varietà di ripieni. È così tipico che, dal 2005, nella seconda quindicina di novembre viene celebrato la Giornata nazionale delle Pupusas.

  • Estate 2020: Sardegna, i "Caraibi italiani" di Is Molas Resort con le ville-sculture di Massimiliano Fuksas

    Paesaggio splendido, caratterizzato da una natura incontaminata e immerso nella macchia mediterranea, gli avvistamenti di cervi e daini in libertà siano all'ordine del giorno, quando questi magnifici esemplari, ogni tanto, lasciano i boschi attigui di Su Gutturu Mannu per fare capolino nei dintorni dell'hotel, o dei campi da golf.... Non c'è bisogno di andare all'altro capo del mondo per trovare spiagge bianche e acqua cristallina: c'è la Sardegna a due passi.

  • Extravergine Sicilia Igp: il sole e la tradizione della più grande isola mediterranea si riscoprono nel gusto di questo prezioso olio d’oliva

    La discontinuità territoriale con il continente europeo ha creato in termini di biodiversità, un panorama varietale unico per la specie e differenziato dalle altre aree olivicole. I fattori pedoclimatici e umani, strettamente correlati al territorio, determinano il profilo organolettico dell'olio extravergine di oliva Sicilia. Che adesso può vantare l’Indicazione Geografica Protetta.

  • FERRAGOSTO | Prima estate senza sagre per 7 italiani su 10: il cibo vero valore aggiunto di gite e vacanze Made in Italy

    Primo Ferragosto senza sagre per i 7 italiani su 10 (73%) che ogni estate partecipano a eventi enogastronomici e folkloristici organizzati da nord a sud per raccontare le bellezze della Penisola e le sue tradizioni. E’ quanto emerge da una analisi di Coldiretti/Ixè diffusa in merito all'aggravarsi delle difficoltà causate dal nuovo allarme per la risalita dei contagi al settore legato alle fiere, alle feste, alle sagre ed eventi, oltre che alle discoteche.

  • Festival e pellegrinaggi: in Portogallo il colore unico e la ricchezza di tradizioni nei luoghi di fede

    Eugenio Serlupini, Lisbona / Portogallo

    Sono tante e sono sempre tutte molto partecipate. Come accade in Italia, anche in Portogallo le ricorrenze religiose seguono una liturgia radicata nei secoli che, fra devozione e tradizione, sono ormai un appuntamento molto sentito dalla gente dei luoghi in cui si svolgono, tanto da diventare un vero e proprio patrimonio popolare. E pure eventi a cui assistere… Tanto che le Poste portoghesi dedicano ora una serie-cortometraggio di ben dieci francobolli a festival e pellegrinaggi religiosi che si tengono nel Paese lusitano.

  • Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba: un 90° anniversario da celebrare con un ricco calendario di eventi

    Un 90° anniversario da celebrare con un ricco calendario di eventi, rigorosamente all'insegna della sicurezza di visitatori e del territorio. Dal 10 ottobre all'8 dicembre 2020, in un connubio di eventi fisici e digitali, è di scena la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d'Alba.

  • Filindeu e carasau, sapori semplici e immortali della Sardegna: la tradizione a tavola si intreccia con quella religiosa

    Dici Sardegna e dici grande gastronomia. E se dici carasau, è come citare un grande testimonial dell’Isola, peraltro dalla radici antichissime. Ma c’è anche un’altra prelibatezza che fa parte della tradizione a tavola, legata persino a quella religiosa: su filindeu, i fili di Dio…

  • Fiori di zucca fritti in pastella alla birra: leggerezza e doratura in tavola

    La frittura può rivelarsi un'insidia a tavola, ma anche un elemento di apprezzamento da parte dei commensali. Come nel caso dei fiori di zucca, buonissimi se proposti in pastella a base di birra e fritti. Ecco allora I consigli di Laura Bosi Celletti dalla cucina di Casa Spineto.

  • Foligno, Umbria: per Santa Lucia le cialde sottili opere d'arte, la tradizione di una festa molto amata

    Giuseppe Botti, Foligno / Umbria

    Sottili come un’ostia, delicate come un’opera d’arte. A dominarle è l’anice, che non solo ne costruisce il sapore ma ne caratterizza perfino l’aspetto. A Foligno, in Umbria, per la festa di Santa Lucia c'è una tradizione tutta dolce che affonda le proprie origini alla fine del primo millennio.

  • FOOD | Festa della Cicerchia all’insegna dei sapori della memoria: a Serra de’ Conti si conclude il Grand tour delle Marche

    Celebrazione di un legume povero, autentico scrigno di benessere, buongusto e biodiversità Dopo sette mesi e ben trentadue tappe attraverso altrettante manifestazioni, l’edizione 2017 del Grand Tour delle Marche si conclude a Serra de' Conti nell’entroterra anconetano, al centro di un suggestivo paesaggio ondulato dai dolci colli trapunti dai vigneti del Verdicchio dei Castelli di Jesi, che si estende tra i contrafforti della dorsale appenninica e l’azzurra linea del mare Adriatico.

  • Francia, Les Halles de Lyon: nella mitica istituzione del cibo a Lione, sulle tracce di chef Paul Bocuse

    Giovanni Bosi, Lione / Francia

    L’hanno definito in tutti i modi: mecca delle papille gustative, mitica istituzione del cibo, crocevia essenziale di gusti e sapori, riferimento internazionale per i buongustai. E’ proprio così: a “Les Halles de Lyon - Paul Bocuse” risuona l’anima di Lione, capitale della gastronomia. In questo gigantesco mercato coperto - dedicato al grande chef francese Paul Bocuse – si ritrova per intero la reputazione di eccellenza della città francese, con i terroir circostanti e il know-how dei suoi chef.

  • Francia: Huile de noix du Périgord Dop, la tradizione delle noci dona un patrimonio gastronomico ancestrale

    Giuseppe Botti

    Non è un caso che proprio da queste parti si produca un prelibato olio ricavato unicamente da gherigli di noci. Siamo in Francia, un territorio tradizionalmente vocato alla produzione di noci grazie ad un clima particolarmente idoneo alla coltivazione. La zona è quella pedemontana del Massiccio Centrale, regione segnata da estati calde accompagnate da forti precipitazioni. Siamo nel Périgord, in Francia, e questo è l’Huile de noix du Périgord.

  • Fregnaccia di pane (avanzato): il dolce “povero” ma buono e profumato

    Il pane avanzato in dispensa può rivelarsi un ottimo ingrediente per preparare un dolce “povero” ma buono grazie al profumo e al gusto garantito dagli altri componenti, come l'anice e la cannella. Ecco la nuova ricetta di Laura Bosi Celletti.

  • Germania, il Ballo dei bottai a Monaco ogni 7 anni si ammira anche dal vivo: l’appuntamento è per l’Epifania 2019

    C’è anche il il Ballo dei bottai o Schäfflertanz, raffigurato nel carillon della Marienplatz a Monaco nel ricco patrimonio di tradizioni della Baviera, che nel 2018 celebra il suo centenario. Ogni 7 anni (la prossima nel 2019 dall'Epifania a Martedì Grasso) lo si può ammirare anche dal vivo, quando danzatori in giacca rossa, calzoni bianchi e cappello piumato verde si esibiscono in tutta la città per circa 400 volte insieme a un arlecchino.

  • Giornata internazionale dell'Hummus: lo chef-star Ariel Rosenthal condivide suggerimenti e ricette

    E' un piatto amatissimo, condiviso nel Mediterraneo, al quale da quattro anni viene dedicata addirittura una Giornata: il 13 maggio si celebra infatti la Giornata Internazionale dell'Hummus. celebrata in tutto il mondo e che a Tel Aviv e dintorni trova una particolare vitalità. Perché in effetti è un tesoro culinario nazionale israeliano. Ariel Rosenthal, celeberrimo chef israeliano esperto nella realizzazione di questo piatto mediorientale, svela i segreti della preparazione, insegnando anche a realizzarlo.

  • GIST | Travel Food Award 2020: “Langhe Monferrato Roero on air” premiata come Miglior Campagna di Marketing

    Con lo slogan Restart & Reload la campagna “Langhe Monferrato Roero on air” ha ricevuto dal Gist il Travel Food Award 2020. Il Gruppo Italiano Stampa Turistica ha premiato i vincitori della terza edizione Gist Travel Food Award 2020 a Ttg Travel Experience di Rimini.

  • Gli oliveti terrazzati di Vallecorsa paesaggio di interesse storico tra i più suggestivi del Lazio

    Ci sono più di ottocento anni di storia nel Dna di questo paesaggio rurale del Lazio:  gli oliveti terrazzati di Vallecorsa definiscono un territorio di interesse storico tra i più suggestivi della regione, nell'antica Castrum Valis Cursae, alle pendici sud-occidentali dei Monti Ausoni, in provincia di Frosinone. Ecco perché il ministero delle Politiche agricole ha voluto iscriverlo nel Registro nazionale dei Paesaggi rurali di interesse storico.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...