patrimonio - Turismo Italia News

  • Dalla Grand-Place a Notre Dame du Sablon: a Bruxelles ecco i luoghi dove si gusta la storia (in tutti i sensi)

    Angelo Benedetti, Bruxelles / Belgio

    La leggenda ha trovato il suo compimento ben 670 anni fa e da allora Notre Dame du Sablon è un luogo di pellegrinaggio. Oggi inevitabilmente è un luogo da visitare ed ammirare perché questa maestosa chiesa nel cuore di Bruxelles è anche uno dei migliori esempi di architettura gotica brabantina in Belgio. Ma di certo la città che E anche il centro politico dell’Unione europea, è tutta un luogo di grande fascino. A partire dalla Grand-Place…

  • Dalle albicocche ai khachkars i simboli della tradizione dell’Armenia: da Noè all’Ararat l’orgoglio di un popolo

    Giovanni Bosi, Yerevan / Armenia

    Simboli che parlano di storia, tradizioni, cultura, arte, perfino gusto e sapori. Ogni Paese ne ha, lo sappiamo bene noi italiani. A questo non sfugge neppure l’Armenia dove albicocche, duduk, vigneti e khachkars (le artistiche croci di pietra) sono autentici patrimoni che contraddistinguono nel mondo questo Paese nel Caucaso meridionale.

  • Dalle vette dolomitiche alle profondità della Terra alla scoperta delle miniere dell’Alto Adige

    C’è un mondo affascinante tutto da scoprire nel sottosuolo dell’Alto Adige, dove le montagne custodiscono i loro tesori più preziosi. Al Museo Provinciale delle Miniere (con le sue quattro sedi) e alla Miniera di Villandro, grandi e piccini fanno un viaggio nella storia e nella cultura mineraria della regione, attraverso sentieri didattici, percorsi interattivi e divertenti cacce al tesoro. E come base per quello che è un viaggio nella cultura, ci sono i Familienhotels Südtirol.

  • Danesi mobilitati per l’Hygge Patrimonio Unesco: è il segreto della felicità spontanea

    E’ una parola difficile da tradurre letteralmente e racchiude in sé un mondo di sfumature: condividere i piaceri semplici della vita, creare un’atmosfera intima, accogliente e rilassata, stare bene con se stessi e con gli altri. E’ l’Hygge, il segreto della felicità danese, tema di grande tendenza dal 2016, Adesso in Danimarca tutti sono mobilitati per ottenere il suo inserimento nel Patrimonio immateriale dell’umanità Unesco.

  • Debutta il Portale dei Cammini: uno strumento per viaggiatori e turisti pensato come una rete di mobilità slow

    C’è la prima mappatura ufficiale dei Cammini d’Italia, un contenitore di percorsi e itinerari pensato come una rete di mobilità slow. E’ il nuovo portale lanciato dal ministero dei Beni e delle Attività culturali e del turismo, uno strumento per viaggiatori e turisti, una vera e propria infrastruttura intermodale di vie verdi in cui si potrà scegliere la possibilità di muoversi lungo l’Italia a piedi, in bicicletta, a cavallo o con altre forme di mobilità dolce sostenibile, promuovendo una nuova dimensione turistica.

  • Devoto Cammino dei Sacri Monti: in Piemonte fra straordinari poli di fede, storia ed arte

    Ben 705 chilometri di percorso e 33 tappe in terra piemontese, un unicum che si innerva sulle grandi direttrici d’Europa: la Francigena (Canterbury, Roma e Gerusalemme) e la Via Jacobi, il tratto svizzero tedesco del Cammino verso Santiago. L’obiettivo – perseguibile - è di rendere integralmente percorribile quello che si presenta come il più grande sistema transalpino a mobilità slow avendo come fulcro quegli straordinari poli di fede, storia ed arte che sono i Sacri Monti del Piemonte e della Lombardia, patrimonio Unesco, in un ambiente ad elevatissimo valore culturale, naturalistico e turistico.

  • Dieci anni di Patrimonio mondiale Unesco per il centro storico di San Marino e il Monte Titano

    Eugenio Serlupini, San Marino

    Sono dieci anni che il centro storico di San Marino e il Monte Titano sul quale è arroccato, sono Patrimonio dell’umanità. Un riconoscimento che l’Unesco ha sancito perché questa è una delle più antiche repubbliche del mondo e l'unica città-stato italiana sopravvissuta, rappresentando una tappa importante nello sviluppo di modelli democratici in Europa e nel mondo. E neanche a dirlo arriva una serie di francobolli che sottolinea l’anniversario.

  • Dieci buoni motivi per essere a Valencia nel 2019: nuove culture, tradizioni, divertimento, natura, food e sport

    Città mediterranea dal clima sempre mite con oltre 300 giorni di sole all’anno, Valencia è una destinazione perfetta per ogni tipo di viaggio e viaggiatore. Le numerose attrazioni, eventi e punti d’interesse sia storici sia moderni, garantiscono nella città spagnola una vacanza rilassante e piacevole, all’insegna della scoperta di nuove culture e tradizioni ma anche del divertimento, della natura, dell’enogastronomia e dello sport.

  • Disco verde alla candidatura della “Cerca e cavatura del tartufo in Italia” a Patrimonio culturale immateriale Unesco

    Disco verde alla candidatura a Patrimonio culturale immateriale Unesco della “Cerca e cavatura del Tartufo in Italia: conoscenze e pratiche tradizionali”. Il Consiglio direttivo della Commissione nazionale italiana per l'Unesco ha approvato la proposta, che verrà presentata al Segretariato Unesco entro martedì 31 marzo.

  • Dolomiti, Cortina resta a casa ma guarda al futuro: assegnati i lavori per la nuova cabinovia Tofane - Cinque Torri

    Un collegamento strategico anche in vista dei Campionati mondiali di sci 2021. La cima è sempre più vicina: a giugno al via i lavori per la nuova funivia che collegherà Pocol alle 5 Torri, a Cortina d'Ampezzo. In un momento di emergenza come quello attuale, pensare e poter investire sul futuro è un grande segno di fiducia nei confronti della conca, della montagna e dell’Italia.

  • È Skellefteå l'ultima frontiera d'Europa: nella Lapponia svedese l’incontro con Babbo Natale nella sua capanna nel bosco…

    Safari in motoslitta nelle foreste, pesca nel ghiaccio, passeggiate con le ciaspole, incontro con Babbo Natale nella sua capanna immersa nel bosco: Skellefteå è la nuova destinazione lontano dal turismo di massa in Lapponia svedese. I paesaggi incredibili scandinavi, nei mesi invernali, si arricchiscono ancora di più di fascino e incanto…

  • E’ il boom turistico dell’Albania: al di là dell’Adriatico e dello Ionio c’è un Paese tutto da scoprire

    Giovanni Bosi, Milano

    Albania, questa sconosciuta. Forse è davvero il caso di dirlo, perché in realtà appena sull’altra sponda dell’Adriatico e dello Ionio c’è un Paese ricco di patrimonio artistico, culturale, naturale e sicuramente anche umano. Un territorio che merita di essere conosciuto e valorizzato, al di là di ogni sciocco pregiudizio. Un viaggio qui può davvero tradursi in una rivelazione.

  • E’ il lavash il patrimonio dell’Armenia: nel sottile pane tradizionale c’è la storia bimillenaria del Paese asiatico

    Giovanni Bosi, Yerevan / Armenia

    E’ lo specchio del Paese. Un testimonial autentico e immutato di un popolo e di un Paese che ha saputo mantenere intatte le sue tradizioni difendendo la propria storia. E non è stato facile perché il passato ha riservato agli Armeni prove difficili e dolorose. Non è un caso che proprio un alimento sia il loro elemento distintivo e che l’Unesco abbia voluto iscriverlo nel Patrimonio culturale mmmateriale dell’Umanità : il Lavash, il sottile pane tradizionale che fa parte integrante della cucina armena. La sua preparazione, caratterizzata da un lavoro di gruppo al forno, rafforza i legami familiari, comunitari e sociali.

  • E’ l’Anno di Göbeklitepe: eventi e conferenze per lo straordinario sito archeologico nell’Anatolia sud-orientale

    Giovanni Bosi, Turchia

    Collocato sulle montagne Germuş nell’Anatolia sud-orientale, è uno dei tesori della Turchia. Il il sito archeologico di Göbeklitepe, con le sue monumentali strutture megalitiche tonde-ovali e rettangolari erette dai cacciatori-raccoglitori nell’età neolitica pre-cereana tra il 9600 e l'8200 avanti Cristo sono indiscutibilmente un patrimonio dell’Umanità. Lo ha sancito lo scorso anno l’Unesco e così la Turchia ha deciso di dedicare il 2019 alla valorizzazione di questo straordinario luogo.

  • E’ nel Cilento uno dei più grandi monasteri del mondo: la Certosa di Padula, Patrimonio dell’Umanità

    Angelo Benedetti, Padula / Campania

    In passato è stato il confine tra le colonie della Magna Grecia ed Etruschi e Lucani. Ma al di là del periodo classico che ha donato ai posteri testimonianze artistiche straordinarie, che insieme al paesaggio costituiscono un unicum irripetibile, ci sono anche altri tesori unici in cui perdersi piacevolmente. Come la Certosa di Padula. Siamo in Campania, ovviamente.

  • Ecco Sofia underground: un suggestivo percorso sotto alla Basilica porta due millenni indietro nella storia

    Giovanni Bosi, Sofia / Bulgaria

    C’è una Sofia underground preziosa e imprevedibile, emozionante e ricca di misteri ancora da svelare nella loro interezza. A metri di profondità c’è la storia di un luogo che ha molto in comune con tante città italiane, per essere stata allo stesso modo cornice di capitoli importanti dell’espansione dell’impero romano. Ma anche della spiritualità dei suoi abitanti. E inevitabilmente l’archeologia diventa un motivo in più per scoprire la capitale della Bulgaria sulle tracce dell’antica Serdica. Con non poche sorprese.

  • ECODOLOMITES | Mobilità sostenibile in Val Gardena, a settembre i passi dolomitici palcoscenico dei veicoli elettrici

    EcoDolomites 2017 si svolge il 9 settembre con partenza da Ortisei: in primo piano la tutela delle Dolomiti, Patrimonio mondiale naturale dell'Unesco: in occasione della manifestazione i quattro passi Sella, Pordoi, Campolongo e Furcia saranno il palcoscenico dei veicoli elettrici.

  • Ecuador, alla scoperta di comunità indigene, mercati tradizionali e incredibili avventure tra vulcani e canyon

    Alla scoperta di comunità indigene e mercati tradizionali, incredibili avventure tra vulcani e canyon, spericolati zigzag in treno sulle montagne ed escursioni sulle più incontaminate isole delle Galapagos. Ecco l'Ecuador, la “Mitad del Mundo”.

  • Edizione speciale di “Pienza e i Fiori”, a Palazzo Borgia riemerge capolavoro che si riteneva andato perduto

    La trentaduesima edizione di “Pienza ed i Fiori”, dal 1° al 13 maggio 2018, dà appuntamento naturalmente nel centro storico della “Città Ideale” del Rinascimento. Fulcro spettacolare della manifestazione sarà ancora una volta piazza Pio II, sullo sfondo della Cattedrale. La grande piazza in pietra si trasformerà, in un meraviglioso giardino effimero offrendo un colpo d’occhio imperdibile, fragilissimo e stupefacente, unico al mondo. E c'è anche un capolavoro da vedere...

  • EMILIA-ROMAGNA | Sostegni al turismo invernale dell’Appennino e alle pro loco per valorizzare le risorse ambientali, storiche e culturali

    Dalla Regione Emilia-Romagna 350mila euro per le attività di 18 associazioni di pro loco dell’Emilia-Romagna. I fondi, messi a disposizione della Giunta regionale, sono rivolti alla valorizzazione e animazione turistica e delle risorse naturali, ambientali, artistiche, storiche e culturali dei territori.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...