cupola - Turismo Italia News

  • EVENTI | Torna il passaggio del Sole nello “gnomone” del Duomo di Firenze, è uno degli strumenti astronomici più antichi al mondo

    Sarà possibile osservare il passaggio del Sole nel Duomo di Firenze grazie a uno degli strumenti astronomici più antichi al mondo: l’appuntamento è nei giorni 11, 14, 18 e 21 giugno. Uno spettacolo unico al mondo, con i raggi del Sole che scenderanno attraverso la Cupola del Brunelleschi per formare un'immagine del disco solare che andrà a sovrapporsi perfettamente a quella posta sul pavimento del Duomo.

  • Firenze, i 600 anni della Cupola di Brunelleschi: per la prima volta nella storia spettacolari proiezioni in 3D sull'esterno

    Per le Celebrazioni dei seicento anni della Cupola del Brunelleschi, a Firenze prime esecuzioni assolute di Salvatore Sciarrino, Davide Rondoni e Silvia Colasanti con spettacolari proiezioni in 3D - per la prima volta nella storia - sull'esterno della monumentale costruzione simbolo del Duomo.

  • Firenze, il segreto della Cupola del Brunelleschi: un libro rivela tutti i dettagli tecnici

    (TurismoItaliaNews) Con la sua bellezza attira da secoli lo sguardo di visitatori. Ma anche per gli studiosi rappresenta un oggetto di interesse sia per la sua particolare e innovativa tecnica costruttiva sia per le sue dimensioni. E’ la Cupola del Duomo di Santa Maria del Fiore, costruita a Firenze da Filippo Brunelleschi tra il 1420 e il 1436. Ad essa è dedicata il libro “Il segreto della Cupola del Brunelleschi a Firenze” (Editore Pontecorboli). Quello intorno alla celebre Cupola è un interesse che il trascorrere del tempo non ha attenuato come dimostra l’ultima ricerca frutto del lavoro di Roberto Corazzi, professore ordinario di Fondamenti ed applicazioni della geometria descrittiva, e Giuseppe Conti, professore associato di istituzioni matematiche, presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Firenze.

    Uno studio che dunque è stato raccolto nel libro “Il segreto della Cupola del Brunelleschi a Firenze” pubblicato dall’editore Pontecorboli, e che rappresenta un fondamentale contributo alla comprensione delle tecnologie utilizzate dal Brunelleschi per la realizzazione del suo capolavoro. Si tratta di una importante ricerca, che nasce da anni di lavoro, sviluppata grazie alla collaborazione della Facoltà di Architettura di Firenze. Lo studio ha permesso di scoprire nuove caratteristiche della cupola, sulla sua forma e sulla sua configurazione spaziale, e di approfondire le tecniche di costruzione utilizzate per realizzare quello che nel corso degli anni è diventato uno dei simboli della nostra città.

    La celebre cupola del Brunelleschi che costituisce la copertura della crociera del Duomo di Firenze, è la più grande in muratura mai costruita (diagonale maggiore della cupola interna: 45 metri, quella dell’esterna: 54). Con questa nuova ricerca di Corazzi e Conti si è voluto imprimere una svolta decisiva e, con l’apporto delle più recenti tecnologie nei settori del rilievo e della diagnostica, si è avviata una campagna di indagini. I risultati ottenuti sono estremamente interessanti: tutte le teorie elaborate dagli studiosi nel corso dei secoli forniscono quasi lo stesso identico modello geometrico (a parte pochissime eccezioni). Il risultato è di estrema importanza poiché dimostra che tutti gli studiosi, pur con parole diverse, hanno dato, in maniera indipendente ed inconsapevole, la stessa risposta allo stesso problema.

    "Abbiamo iniziato un rilievo sistematico della struttura, con particolare attenzione alla tessitura muraria della Cupola. La realizzazione di un modello sperimentale di una porzione di vela, con le stesse caratteristiche di quello reale e costituito con gli stessi materiali, disposti secondo quanto emerso dalle indagini effettuate. Il confronto tra i risultati ottenuti dalle indagini svolte sul modello e sulla Cupola hanno permesso di fare precise affermazioni sulla tipologia della struttura".

  • Per i 600 anni della cupola di Santa Maria del Fiore il Vaticano conia una moneta bimetallica da 5 euro

    Per la prima volta il Vaticano mette in circolazione una serie divisionale di monete fior di conio contenente una moneta bimetallica da 5 euro, oltre alla consueta serie divisionale fior di conio. L’occasione è quella del 600° anniversario della cupola di Santa Maria del Fiore a Firenze. Data di emissione l’8 marzo 2018.

  • Per il 600° anniversario della cupola di Santa maria del Fiore in Firenze c’è il francobollo del Vaticano

    Alla moneta bimetallica da 5 euro si affianca il francobollo del Vaticano per la celebrazione del  sesto centenario della progettazione da parte di Filippo Brunelleschi della cupola sovrastante Santa Maria del Fiore, cattedrale di Firenze, ritenuta una delle imprese costruttive più significative dell’intero Rinascimento. Dalle Poste di San Pietro arriva un dentello da 1 euro in circolazione dal 3 maggio 2018, lo stesso giorno hanno visto la luce altri due francobolli per altrettante celebrazioni.

  • Unispace+50, i francobolli dell’Onu celebrano la cooperazione globale in materia di spazio

    Con Unispace+50 si celebra il cinquantesimo anniversario della prima Conferenza delle Nazioni Unite sull'esplorazione e gli usi pacifici dello spazio extra-atmosferico e l’evento diventa anchel’occasione per valutare i contributi all'amministrazione globale dello spazio forniti dalle tre conferenze Unispace tenutesi a Vienna nel 1968, 1982 e 1999. Per gli Stati membri delle Nazioni Unite, gli osservatori permanenti, le entità delle Nazioni Unite, le agenzie spaziali, le ong, il mondo accademico, la società civile, gli studenti, il settore privato e l'industria si tratta anche di un'opportunità per incontrarsi e valutare la direzione futura della cooperazione globale in materia di spazio, perché vada a beneficio di tutta l'umanità.

Tesori d'Etruria Firenze

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...