lago - Turismo Italia News

  • Lago di Levico e Caldonazzo: un bellissimo tour in bici alla scoperta delle bellezze del Trentino

    Sono due vere e proprie perle del Trentino: non a caso sono i più amati dai turisti, che specialmente nel periodo estivo ne approfittano per scoprire le meraviglie di questa zona. Sono i laghi di Levico e di Caldonazzo: se siete amanti delle due ruote e state cercando un bell’itinerario di facile percorrenza alla scoperta delle bellezze del Trentino, questo potrebbe proprio fare al caso vostro.

  • LAZIO | A Marta, sul lago di Bolsena, nel Borgo dei Pescatori la festa che si lega a sviluppo economico e turistico

    Nata quasi per gioco da un'idea di un pescatore locale, nell'ormai lontano 1998, la “Festa del Pescatore” che si svolge ogni anno a Marta, in provincia di Viterbo, stupenda cittadina sulle sponde del Lago di Bolsena, ha preso subito piede richiamando intorno a sé residenti e turisti accomunati dal piacere di mangiare buon pesce di lago, trascorrere due serate sotto il cielo stellato, davanti ad un bacino lacuale tra i più belli ed ammalianti d'Europa. L'appuntamento è dal 19 al 20 agosto.

  • LAZIO | Borgo DiVino, vini in festa nel cuore dei Castelli Romani: la quarta edizione nel borgo di Nemi

    Il borgo di Nemi, nel cuore dei Castelli Romani, ospita la quarta edizione di “Borgo DiVino” organizzata dal Comune di Nemi e CastelliExperience, da venerdì 11 a domenica 13 maggio 2018. L'evento, nato come vetrina per la produzione enologica del territorio e non solo, si sta affermando come uno degli appuntamenti più amati, con un afflusso di pubblico e di cantine in costante crescita.

  • LAZIO | Le reti d’impresa viterbesi protagoniste a VisiTuscia: dalle terme agli Etruschi, dalla Via Francigena all’olio Dop

    Comunicazione e marketing, innovazione tecnologica e commerciale: sono state queste le macro aree comuni dei progetti messi in atto dalle quattro Reti d’Impresa su Strada costituitesi grazie al finanziamento ottenuto dalla Regione Lazio e presentate nel corso di quel più grande contenitore che è VisiTuscia, la Borsa del Turismo e dell’Enogastronomia della provincia di Viterbo, organizzato dal Cat, Centro Assistenza Tecnica Sviluppo Imprese di Viterbo.

  • Lazio, sulle tracce dei Farnese: i misteri della torre dell’orologio di Marta e il mito della bella Giulia amante del Papa

    Giovanni Bosi, Marta / Lazio

    E’ la signora incontrastata del paese, ne domina lo skyline e consente un magnifico colpo d’occhio sul lago su cui si affaccia. Eppure, a secoli di distanza, nasconde ancora oggi molti misteri sulla sua reale funzione. E’ la torre dell'orologio di Marta, uno fra i più bei comuni lacustri dell’alta Tuscia viterbese, nel Lazio, con un'estensione di 23,5 kmq. Porzione di lago compresa. E poi c'è la storia della bella Giulia Farnese...

  • Le 15 spiagge più belle d’Italia del 2019 secondo Skyscanner: Marche, Campania e Puglia sono le reginette

    C’è la spiaggia delle Due Sorelle a Sirolo, nelle Marche, sul gradino più alto del podio per le spiagge più belle d’Italia secondo la classifica stilata dal motore di ricerca viaggi Skyscanner.it, appuntamento giunto alla sesta edizione e che premia 15 tra le cale e insenature più belle della Penisola. A seguire la Baia del Buon Dormire a Palinuro, in Campania, e Punta Prosciutto a Porto Cesareo, in Puglia. Ecco tutte le altre.

  • Le acque alluvionali nel Lago Eyre: in Australia spettacolo da una volta nella vita nell'Outback

    A 700 chilometri a nord di Adelaide, il lago Eyre è una straordinaria oasi incastonata nei panorami aspri dell'Outback del South Australia. L'evento dell'afflusso delle acque alluvionali che "ripopolano" il bacino asciutto del lago si è ripetuto nel giugno scorso, ed è uno spettacolo a cui pochi hanno il privilegio di assistere nel corso della loro esistenza. Ma è anche, paradossalmente, l'attrazione che ha dato nuovo impulso alla vita economica e turistica di questa area.

  • Le Fornaci Romane a Lonato del Garda: l’archeologia racconta il lavoro e le abitudini di duemila anni fa

    Raccontano il lavoro, la vita, le abitudini non solo dei potenti, ma anche degli umili, della gente comune. Sono le Fornaci Romane di Lonato del Garda, in provincia di Brescia: il classico caso in cui l’archeologia, oltre a far riscoprire un monumento del passato, riaccende le luci sui momenti di vita quotidiana di un tempo.

  • Le suggestioni dell’eco tra le piramidi naturali del Lago di Piediluco: gusto e vacanze outdoor

    Una festa che si ripete ogni anno, legata al rito del fuoco nel solstizio d’estate, non è che la testimonianza diretta delle origini antichissime di questo lago che dà il nome al paese che vi si affaccia. Siamo in pieno Appennino, ma sembra di essere in uno scenario alpino per la bellezza del paesaggio che fa da cornice a Piediluco, in Umbria, a due passi dalla Cascata delle Marmore, incuneato tra quelle due grandi piramidi naturali che sono il monte Luco e il monte Caperno. E quello che la gente chiama il “duomo”, parla di una storia in stretta simbiosi con il grande specchio d’acqua.

  • Leitisvatn - Sørvágsvatn, il lago con due nomi delle Faroe racconta (in un paesaggio meraviglioso) storie di troll e spiriti d’acqua

    Eugenio Serlupini, Roma

    E’ lo stesso lago, ma i nomi sono due perché la gente del posto – a seconda di dove abita – gli ha affibbiato denominazioni diverse: da una parte Leitisvatn e dall’altra Sørvágsvatn. Siamo alle Fær Øer, lo splendido arcipelago di competenza danese in mezzo all’Atlantico. Un paesaggio a dir poco meraviglioso fa da cornice a questo specchio d’acqua, intorno al quale aleggiano storie di esseri misteriosi e c’è persino una curiosa illusione ottica…

  • LOMBARDIA | A Limone apre la Ciclopista del Garda sospesa nel vuoto sul lago: è già definita la più bella del mondo

    Un invstimento da 5 milioni di euro per un percorso di due chilometri sospesi nel vuoto: è la Ciclopista del Garda realizzata dal Comune di Limone, in provincia di Brescia, fino al confine con la provincia autonoma di Trento, un nuovo tratto direttamente a sbalzo sul lago. E già viene definita la pista ciclabile più bella del mondo.

  • LOMBARDIA | Il futuro del turismo extra-alberghiero al centro dell’incontro a Iseo tra amministratori pubblici e operatori privati

    La ricettività extraalberghiera è una risorsa sempre più importante per il lago d’Iseo. Lo hanno capito perfettamente i titolari di b&b e case vacanze del territorio, soprattutto a partire dallo scorso anno quando “The Floating Piers” ha portato migliaia di turisti nelle loro strutture.

  • Non solo terme: a Comano nascono i percorsi del gusto. Fruizione e sapori slow tra le Alpi trentine

    Comano… non solo Terme: tra il lago di Garda e le Dolomiti di Brenta, nel cuore delle Alpi trentine, la vacanza è una esperienza straordinaria di salute e equilibrio psico-fisico, grazie soprattutto al connubio tra terme, natura e borghi, che insieme alle loro genti, offrono una esperienza di accoglienza autenticamente sincera e calda. Ma anche un’ esperienza di sapori. Debuttano i percorsi dedicati al sapore: la noce del Bleggio, la patata montagnina del Lomaso e la ciuìga del Banale.

  • Nuovi percorsi museologici del Museo delle Navi Romane, a Nemi si valorizzano i contenuti (e pure i contenitori…)

    “Nuovi percorsi museologici”, è questo il progetto che si inaugura al Museo delle Navi Romane di Nemi, in provincia di Roma. Il progetto si pone all’interno di una precisa linea del Polo Museale del Lazio e della direttrice Edith Gabrielli, volta sinteticamente a valorizzare non soltanto i contenuti, ma anche i contenitori…

  • Ohrid, l’antica città gioiello artistico e architettonico tra le colline della Macedonia

    Sappiamo tutti che non si capita per caso ad Ohrid (Ocrida in italiano), antica città gioiello artistico e architettonico tra le colline in suggestiva posizione panoramica sulle rive del lago omonimo, nel sud-ovest della Macedonia, la porta sud dei Balcani, al confine con l’Albania. Ma, trattandosi di un luogo di straordinaria bellezza e importanza storica, l’unico sito protetto dall’Unesco in questa giovane e minuscola nazione e sua principale attrattiva turistica, forse vale la penna di andarci appositamente.

  • Piemonte, nella Valle Antrona c’è un prezioso smeraldo: il lago, tra natura, storie e leggende

    Giovanni Bosi, lago di Antrona / Piemonte

    C’è chi racconta che quando il livello delle acque si abbassa, tornano visibili tratti delle mura in pietra delle baite del paese che oggi non c’è più. Sono quasi 400 anni che il lago di Antrona - uno smeraldo verde incastonato tra le Alpi Pennine orientali in Piemonte - riflette gli straordinari colori delle montagne che lo circondano. Qui lo scenario un tempo era ben diverso, ma il suo odierno fascino è un’irrinunciabile attrazione. Compreso quel pizzico di mistero che da secoli aleggia sul lago.

  • SARDEGNA Prende forma il progetto “Lago Omodeo 2.0”: è vinta la sfida raccolta dai Comuni del Guilcer e del Barigadu

    (TurismoItaliaNews) Creare un progetto di sviluppo del territorio a partire dal lago Omodeo: è questa la sfida raccolta e vinta dai Comuni del Guilcer e del Barigadu, ovvero i cuore e l'identità stessa della Sardegna. Il lago artificiale dell'Omodeo è stato realizzato tra il 1919 e il 1924, con uno sbarramento del fiume Tirso nella gola di Santa Chiara D'Ula, è il più importante invaso dell'Isola e per molto tempo ha detenuto il primato di più grande d'Europa.

    Il progetto di sviluppo del territorio intorno all'area lacuale, denominato “Lago Omodeo 2.0”, ruota intorno al recupero di alcune strutture storiche come l'albergo “Tirso” e la ex caserma di Lochele, alla realizzazione di un centro sportivo, alla riqualificazione paesistica e delle infrastrutture viarie. "Le zone interne sono tante cose diverse: concentriamoci sulle singole vocazioni per far diventare importante la somma delle parti. Stiamo parlando del cuore e dell'identità stessa della Sardegna - sottolinea il presidente della Regione, Francesco Pigliaru - ogni scelta politica che facciamo per questa regione è una scelta politica per le aree interne e lo sviluppo di queste zone sarà al centro della seconda parte della legislatura".

    Per poter costruire l'invaso, è stato sacrificato l'antico paese di Zuri, ricostruito poi a monte con il materiale originario, compresa l'antica chiesa romanica dedicata a San Pietro, che venne come smontata e riedificata pezzo per pezzo, in modo tale da non lasciare ad alcuno la possibilità di accorgersene. La superficie d'acqua è lunga oltre 22 chilometri e larga più di 3, e si estende tra i monti del Barigadu, andando poi a confluire, all'altezza di Fordongianus, nelle acque del Flumini Mannu.

    L'Omodeo è una meta turistica molto interessante perché il lago è circondato da altopiani basaltici ed aspre montagne che rappresentano una Sardegna affascinante e selvaggia, nonostante la natura artificiale dell'invaso, immerso quindi in un'area importante sia da un punto di vista florofaunistico che archeologico: numerosi sono infatti i nuraghi distribuiti nella zona. Certo resta da risolvere lla questione del Poligono: "Qui una parte importante della crescita è legata al lago Omodeo e il fatto che si svolgano esercitazioni è chiaramente un problema - aggiunge Pigliaru - ci siamo già fatti carico della richiesta di spostarle e l'abbiamo portata all'attenzione del ministro Pinotti che ci ha assicurato il suo interesse. La porteremo subito all'attenzione anche degli altri ministri interessati. La Sardegna ha già un carico eccessivo di servitù militari, tenerne parti sparse in più luoghi non ha senso quando si possono fare dove già se ne fanno altre".

    "Questo è un progetto che asseconda realmente la vocazione del territorio, un percorso concreto intorno al quale costruire valore, un modello che non interessa soltanto i Comuni che si affacciano sul lago, ma riguarda tutta la Sardegna – osserva l'assessore fregionale del Turismo, artigianato e commercio, Francesco Morandi - Omodeo 2.0 è coerente con la visione di sviluppo della Regione e con la strategia dell'assessorato. Un'iniziativa complementare al turismo balneare e in grado di promuovere una delle aree interne dell'isola, creando nuove motivazioni di viaggio e arricchendo il sistema di offerta turistica. Adesso è importante attrarre gli investimenti privati e procedere con decisone per realizzare gli interventi necessari. E per promuovere un progetto propongo una nuova sfida: identificare un grande evento Internazionale, che qualifichi il territorio e ci consenta di raccontare al mondo la nuova idea di sviluppo".

    Come arrivare

    Percorrendo la ss.131 da Cagliari si arriva al km 120 dove si trova l'uscita per Paulilatino. Da qui si percorre la Strada Provinciale per Busachi, da dove si diparte un sentiero di 3-4 km che porta fino al lago. La strada non è però segnalata, perciò è consigliabile chiedere informazioni in loco. Da Sassari si percorre sempre la ss.131 e si prende lo svincolo per Abbasanta, da l quale di prosegue in direzione Fordongianus - Busachi. Da Busachi si prende lo stesso sentiero non segnalato.

    Per saperne di più
    www.unionecomunibarigadu.it
    www.unionecomuniguilcer.it

     

  • Sciare ammirando la bellezza del lago di Resia e del campanile immerso nel ghiaccio: si può fare a Belpiano – Malga San Valentino

    Sciare ammirando la bellezza del lago di Resia e del campanile trecentesco immerso nel ghiaccio: si può fare ora a Belpiano – Malga San Valentino, l'area sciistica in Alta Val Venosta che, grazie al collegamento dei nuovi impianti tra le due località, apre la stagione il 14 dicembre e diventa meta ideale per le famiglie che vogliono passare il Natale sugli scii. A pochi passi dal confine austriaco, offre con un solo skipass l'accesso a 211 km di piste e a cinque comprensori. Numerose le iniziative pensate per il divertimento dei piccoli, come il funslope.

  • Scozia, Loch Ness, il mito: il lago non placa l’animo, ma appaga l’occhio

    Eugenio Serlupini, Loch Ness / Scozia

    Loch Ness evoca in ognuno di noi l’emozione dell’ignoto e l’angoscia dell’incontrollabile. Il mistero che lo avvolge quanto la nebbia della vallata scozzese di Great Glen, esercita un’attrazione fortissima tra scetticismo e curiosità. Vederlo non placa l’animo, ma appaga l’occhio. Complici i formidabili ruderi del castello medievale di Urquhart nella cornice di un paesaggio maestoso. E’ stato la residenza di un nobile pitto nel VI secolo dopo Cristo e nei suoi 500 anni di storia, teatro di molti assedi… Compreso quello dei fotografi a caccia del mostro.

  • Sul lago di Bolsena tra miti, leggende e tradizione si riscopre la vocazione a pesca e turismo: il Flag diventa la bandiera di Marta

    Giovanni Bosi, Marta / Lago di Bolsena

    Vocazione fa rima con tradizione a Marta, sul lago di Bolsena. Ma tradizione e vocazione oggi più che mai sono un valore aggiunto nell’economia di un piccolo centro e dunque un’opportunità di crescita. Così, a partire dalla pesca lacustre, si vuol mettere a regime un progetto di valorizzazione che – ovviamente – non può prescindere dal turismo. Siamo in provincia di Viterbo.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...