restauro - Turismo Italia News

  • 21 APRILE | Natale di Roma al Colosseo: il Parco archeologico apre le porte dei cantieri di restauro e manutenzione

    In occasione del Natale di Roma, che si celebra il 21 aprile, il Parco archeologico del Colosseo apre virtualmente i suoi cancelli con una speciale visita ad alcuni dei cantieri di restauro e manutenzione in programma nel corso del 2020. Sulla scia delle altre iniziative di successo organizzate per le campagne #laculturanonsiferma e #iorestoacasa, il 21 aprile con foto e video ci accompagnerà virtualmente nell’Arco di Tito, ci farò camminare su mosaici e marmi antichi, farà scoprirr il progetto di anastilosi degli anni Trenta al Tempio di Vesta, ci farà salire a 40 metri fino alla statua di San Pietro sulla Colonna Traiana e visiteremo da vicino l’Arco di Settimio Severo.

  • A Firenze il Beato Angelico recuperato: in mostra il “Cristo crocifisso tra i santi Niccolò e Francesco”

    Un capolavoro della storia fiorentina viene restituito alla città: è il “Cristo crocifisso tra i santi Niccolò e Francesco”, opera poco conosciuta del Beato Angelico risalente al 1430 circa, che viene esposta dopo il restauro nella sede di Fondazione Cr Firenze, in Via Bufalini, fino al 24 giugno.

  • A L’Aquila riapre la Basilica di Santa Maria di Collemaggio: un lungo restauro finanziato da Eni dopo il sisma 2009

    E’ considerata una delle chiese più importanti dell’Aquila, icona della storia dell’architettura medievale. Gravemente danneggiata dal sisma del 6 aprile 2009 la Basilica di Santa Maria di Collemaggio ha riaperto dopo un restauro finanziato da Eni, con progettazione e direzione dei lavori curate dalla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per L'Aquila e cratere. Qui Pietro del Morrone fu incoronato Papa il 29 agosto 1294 con il nome di Celestino V.

  • A Pompei riaprono al pubblico la Casa della Fontana Grande, la Casa dell'Ancora e il Tempio di Iside

    Nel Parco archeologico di Pompei tre importanti riaperture al pubblico, a partire da venerdì 21 dicembre, a seguito degli interventi di restauro e manutenzione ma anche con la riproposizione di allestimenti storici, interventi di decoro del verde e indagini di ricerca. Ad essere nuovamente fruibili la Casa della Fontana Grande, la Casa dell'Ancora e il Tempio di Iside.

  • A Siracusa riapre l'ex Convento di San Francesco con la mostra “Icons” del grande fotografo Steve McCurry

    A Siracusa riapre l’ex Convento di San Francesco d'Assisi dopo un lungo restauro. Evento nell’evento è la mostra “Icons” di Steve McCurry, uno dei più grandi maestri della fotografia contemporanea.

  • A Tarquinia l’inaugurazione della Tomba dei Demoni Azzurri, altro importante tassello della civiltà etrusca

    Un altro importante tassello della civiltà etrusca viene restituito al grande pubblico, costituendo un nuovo elemento di conoscenza e di attrazione per questo straordinario territorio. A Tarquinia, nella Necropoli dei Monterozzi, viene inaugurata la Tomba dei Demoni Azzurri, scoperta fortuitamente nel 1985.

  • ABRUZZO | Il presidente Mattarella alla Festa della rinascita per la riapertura della Chiesa di Santa Maria del Suffragio

    Per la cerimonia di riapertura della chiesa di Santa Maria del Suffragio, detta delle Anime sante, rimasta gravemente danneggiata dal terremoto del 2009 e restaurata grazie ad una cooperazione italo - francese, è arrivato a L'Aquila il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

  • Accordo Anas - MiBact per la valorizzazione delle scoperte archeologiche nei cantieri stradali

    Fino ad oggi i ritrovamenti erano ritenuti un’interferenza del passato, una presenza ingombrante che, annunciando un bene da tutelare, ritardavano la costruzione di un’opera funzionale al presente. Con il patto sottoscritto da Anas e MiBact viene profondamente modificata la prospettiva: la scoperta è messa al centro di un circolo virtuoso che connette anche soggetti istituzionali e attori pubblici e privati che sappiano riconoscere l’archeologia come indice e acceleratore di benessere oltreché di crescita culturale e sociale.

  • Agli Uffizi il restauro del trittico con la Resurrezione di Lazzaro di Nicolas Froment

     

    Fino al 30 aprile 2017 agli Uffizi di Firenze, nella Sala del Camino, viene presentato al pubblico, dopo il restauro realizzato grazie al contributo dei Friends of Uffizi Gallery/Amici degli Uffizi, il dipinto del pittore francese Nicolas Froment, firmato e datato 1461. E’ una delle opere più considerevoli della collezione di pittura straniera delle Gallerie degli Uffizi del XV secolo.

  • ARCHEOLOGIA Roma, concluso il restauro della Piramide Cestia grazie a mecenate giapponese

    E’ il simbolo della moda “all’egiziana” che contagiò l’Impero romano dalla battaglia di Anzio in poi. E’ la Piramide Cestia, monumento costruito a Roma tra il 18 e il 12 avanti Cristo come tomba per Gaio Cestio Epulone e per la quale dopo poco più di un anno si conclude il restauro. Lavoro che si inserisce nell’ambito degli eventi per il Bimillenario Augusteo e che arriva in contemporanea con la mostra “Rivoluzione Augusto. L'imperatore che riscrisse il tempio e la città”, in programma fino al 2 giugno al Museo Nazionale di Palazzo Massimo.

  • ARCHEOLOGIA | Boscoreale: riapre Villa Regina, al via gli itinerari Campania by night per promuovere il patrimonio culturale

    Villa Regina riapre al pubblico al termine degli interventi di restauro e scattano subito gli itinerari Campania by night, progetto di valorizzazione e promozione del patrimonio culturale della regione promosso dalla Regione Campania, ideato e curato dalla Scabec.

  • ARCHEOLOGIA | L’Arco di Giano al Foro Boario: Watch Day e una settimana di visite gratuite nel cuore della Roma antica

    Una settimana di visite gratuite al Foro Boario di Roma, a partire dal 26 maggio con il Watch Day, per presentare i lavori di restauro e i futuri progetti per l’Arco di Giano e celebrare gli oltre vent’anni di collaborazione tra la Soprintendenza Speciale di Roma e il World Monuments Fund con American Express, per il restauro e la promozione dei monumenti antichi della Capitale.

  • ARCHEOLOGIA | Riapre dopo 30 anni la Casa del Bicentenario a Ercolano: preziosa collaborazione tra pubblico e privato

    Dopo più di 30 anni ha aperto al pubblico il “Cantiere open” della Casa del Bicentenario: per i visitatori diventa visibile la dimora con l’opportunità di entrare in alcuni ambienti di un gioiello di vita domestica antica, nonché laboratorio di conservazione per il futuro. Dopo il successo delle precedenti esperienze, diventa stabile il progetto di condivisione del dietro le quinte dei cantieri di conservazione messo in atto dal Parco Archeologico di Ercolano. Il progetto è condotto congiuntamente dal Parco Archeologico di Ercolano, il Parco Archeologico di Pompei, l’Herculaneum Conservation Project e il Getty Conservation Institute.

  • ARCHEOLOGIA | Ritornati in Siria i due busti di Palmira restaurati dall’Iscr: il lavoro dimostra l’eccellenza italiana

     

    Hanno fatto rientro in Siria i due busti in alto rilievo provenienti dal Museo Nazionale di Palmira e consegnati all’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo al termine dell’esposizione nella mostra “Rinascere dalle distruzioni. Ebla, Nimrud, Palmira” tenutasi al Colosseo.

  • ARTE | La Pala di San Marco restaurata torna al suo Museo: a Firenze presentata l’opera del Beato Angelico

    La maestosa tavola doveva costituire il momento culminante della committenza medicea, a mostrare con magnificenza l’impegno profuso dai Medici per la chiesa e il convento di San Marco. In questa circostanza fu deciso di rimuovere il trittico di Lorenzo di Niccolò, firmato e datato 1402, che venne destinato al convento di San Domenico di Cortona, dove ancora oggi si trova. La Pala di San Marco, eseguita tra il 1438 e il 1443, è stata restaurata e restituita al suo originale splendore. (TurismoItaliaNews) Nel 150° anniversario della nascita del Museo di San Marco, è stato presentato il restauro della pala di San Marco del Beato Angelico.

  • BARI | Il Castello Svevo torna a nuova vita: conclusi il restauro architettonico e l’allestimento museografico

    Il Castello Svevo di Bari non è più “un gigante di pietra silenzioso”. Sono stati conclusi i lavori per il restauro architettonico delle sale, l’adeguamento funzionale degli impianti e l’allestimento museografico degli ambienti interni. L’inaugurazione è avvenuta alla presenza del ministro dei Beni e delle Attività culturali e del turismo Dario Franceschini.

  • BENI CULTURALI | Accordo di collaborazione tra Mibact e Icom Italia per i musei delle aree terremotate

    Un accordo di collaborazione per la realizzazione del progetto “Adotta un museo”, predisposto da Icom Italia dopo il terremoto del 2016 nelle regioni Lazio, Marche e Umbria. Lo hanno sottoscritto il segretario generale del ministero deiBeni e delle attività culturali e del turismo,  Carla Di Francesco, e il presidente di Icom Italia, Tiziana Maffei.

  • CAMPANIA | Riapre il Museo dei Castelli di Casalbore: al via la stagione per valorizzare castelli e fortificazioni della provincia di Avellino

     

    L’obiettivo è di superare i risultati della scorsa stagione per la valorizzazione dei castelli e delle fortificazioni della provincia di Avellino. Il percorso didattico-espositivo del Museo dei Castelli di Casalbore riapre al pubblico dopo la pausa invernale.

  • Colonnato del Bernini: restauro finanziato anche dai collezionisti di francobolli

    Anche i collezionisti contribuiscono al restauro del Colonnato del Bernini, cornice di piazza San Pietro. Il 20 novembre 2012 l’Ufficio Filatelico e Numismatico del Governatorato della Città del Vaticano emette infatti un certificato filatelico di partecipazione ai lavori, novità assoluta nel campo collezionistico italiano. Dal 2009, dopo quattro mesi di cantiere pilota, è iniziata una complessa opera di restauro di questo grandioso monumento; nell’intento di ridurre l’impatto per turisti e fedeli, si sta procedendo per moduli, tecnica seriale utilizzata dallo stesso Bernini.

  • Da Parma una storia collettiva all'insegna della cultura: il restauro della Chiesa di San Francesco del Prato

    E' il gioiello gotico tra le novità più attese di Parma 2020 Capitale Italiana della Cultura, oggetto di importanti opere di restauro e luogo di eventi culturali che hanno consacrato la sua rinascita, preparando le sue storiche architetture, che spiccano nel cuore parmense, alla riapertura al pubblico e al culto l'8 dicembre 2020. La raccolta fondi collettiva per la Chiesa di San Francesco del Prato, che ha coinvolto l'intera città, ha visto riemergere la bellezza della sua facciata originaria, grazie all'eliminazione delle inferriate che la deturpavano da oltre 200 anni.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...