Moldova: Orheiul Vechi, nell’anfiteatro naturale scavato dal fiume le grotte adibite a chiesa e una fede bimillenaria

Giovanni Bosi, Orheiul Vechi / Moldova

Un monastero ancora abitato da un piccolo gruppo di monaci ortodossi; una suggestiva chiesetta rupestre che documenta una fede antichissima; un paesaggio naturale frutto dell’erosione del fiume Raut. E’ come affacciarsi su un intero universo quando si getta lo sguardo su Orheiul Vechi, il complesso storico e archeologico della Moldova in attesa di essere iscritto dall’Unesco nel Patrimonio mondiale dell’Umanità.