Budapest - Turismo Italia News

  • In giro per la capitale ungherese con un’Ape: ecco l’idea divertente di Budapest Tuk-Tuk per scoprire la città

    Giovanni Bosi, Budapest / Ungheria

    L’idea di per sé non è originale perché mutua il tradizionale sistema di trasporto di molte città asiatiche, Delhi in primis. Ma è di certo divertente e stimolante. Così anche a Budapest si può visitare la città a bordo di un Tuk-Tuk, o meglio un’Ape Piaggio allestita come motocarrozzetta e scoprire i tanti angoli famosi e romantici della capitale.

  • LOW COST | La compagnia Ryanair lancia la programmazione record per l'inverno 2017/2018 da Napoli: nove nuove rotte

     

    Nuove nuove rotte (24 in totale) e 1,7 milioni di clienti: la compagnia low cost Ryanair ha lanciato la sua prima programmazione per l'inverno 2017/2018 da Napoli che include 2 aeromobili nella base (un investimento da 200 milioni di dollari) e 9 nuove rotte per Bologna, Breslavia, Bruxelles, Budapest, Dublino, Cracovia, Malta, Porto e Salonicco.

  • LOW COST | Ryanair annuncia nuovi voli per l'estate 2019: Rimini – Budapest e Alghero - Berlino Tegel

    Da Rimini a Budapest, con una frequenza di due voli a settimana e operativa da aprile 2019, come parte della programmazione per l'estate 2019. E' la nuova rotta annunciata per l'aeroporto della riviera romagnola dalla compagnia low cost Ryanair.

  • Memento Park, ecco dove sono finite a Budapest le statue giganti e i simboli della propaganda comunista

    Angelo Benedetti, Budapest / Ungheria

    Si rivela un emozionante viaggio nel tempo, al di là di quella che prima del crollo del Muro di Berlino si chiamava Cortina di Ferro, quando la contrapposizione tra l’Occidente e il blocco comunista era materialmente segnata e la Guerra Fredda era una realtà da temere ogni secondo. E quando la propaganda era un ingrediente di primo piano. Tutto questo evoca la visita al Memento Park di Budapest, dove sono finite le statue dimenticate della dittatura comunista.

  • Saint Paul de Vence, la Costa Azzurra degli artisti

    di Annarosa Toso, Saint Paul de Vence / Francia

    C'è un posto in Costa Azzurra diventato famoso negli anni '30-40 perché gli artisti di quell'epoca lo avevano scelto come proprio rifugio. Con il passare del tempo, la sua notorietà è rimasta intatta ed è tuttora legata alla presenza di pittori, scultori e di persone che fanno dell'arte contemporanea e della bellezza lo scopo della propria vita. E' Saint Paul de Vence.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...