Yangon, col naso all’insù in cerca delle architetture coloniali nella vecchia capitale della Birmania

Giovanni Bosi, Yangon / Myanmar

Caotica come tutte le megalopoli dell’Est asiatico, coloratissima, indaffaratissima, chiassosa. Dopo essere stata defenestrata da capitale del Myanmar, ovvero la Birmania, Yangon – alias Rangoon – non ha certo perso il suo smalto e la sua attrattività. Passeggiare per le sue strade a caccia di architetture coloniali, ormai assorbite nello scenario variegato e variopinto della città, si rivela un’esperienza assolutamente da provare.