Grande gusto a Lefkada: sull’Isola ionica mare e monti dettano legge, dal Sofigado al polipo ai ferri

images/stories/grecia_Lefkada/Lefkada_Salsiccia.jpg

Giovanni Bosi, Lefkada / Grecia

E’ qui che si trova la famosissima spiaggia di Porto Katsiki, il luogo presso il quale secondo la leggenda si sarebbe gettata nel vuoto la poetessa Saffo. Un’isola/non-isola si potrebbe dire, visto che per raggiungerla non servono traghetti ma si utilizza un ponte mobile. E che nel passato, per la sua posizione strategica, è stata praticamente appetibile per tutti, Repubblica di Venezia compresa. Giocoforza la sua storia emerge anche a tavola grazie a una contaminazione di sapori che fanno parte della tradizione. Siamo a Lefkada, una delle Isole Ionie ad ovest della Grecia continentale.

 

(TurismoItaliaNews) Come non sedersi a tavola in una delle sue tante taverne? Mangiare bene a Lefkada è d’obbligo perché qui si tiene ancora molto alla tradizione e alla genuinità dei sapori. Peraltro i prodotti sono quasi tutti a chilometro 0: il mar Jonio garantisce pesce freschissimo pescato secondo i metodi tradizionali e un territorio verdissimo dominato dall’ulivo permette un’agricoltura fiorente e l’allevamento di ovini, con tutto quel che ne consegue in termini di filiera.

Insomma una vacanza a Lefkada, oltre ad assicurare suggestioni grandissime (il superlativo non è esagerato) si rivela una scoperta anche dal punto di vista gastronomico, a dimostrazione di come la cucina greca non sono soltando greek salad o moussaka. Così un tranquillo giro per le taverne permette di scoprire i piatti tradizionali e rendersi anche conto della sussistenza di gestioni familiari, tramandate di generazione in generazione, come nel caso del ristorante Molos a Mikros Gialos o dell’Old Plane Tree della famiglia Lekatsas a Kontarena, oppure il Kato Rahoula a Rachi di Nidry. Quando siete sull’isola andate e provate…

Ma cosa si mangia allora? Intanto va sottolineato come la natura abbia la sua incidenza: “Miele di timo, arbusto che cresce spontaneamente nei paesi di Draganos e Athani, tavolette di miele e sesamo e mandorlati, la bibita chiamata Soumada fatta con mandorle amare, liquori casarecci come il Rosolì, liquore di menta, di rose, la tipica focaccia a base di olio d’oliva, le ciambelle sempre all’olio d’oliva, olio dagli ulivi ultrasecolari, lenticchie da Eglouvì, salami stagionati, salsicce, bottarga dai pesci del vivaio della laguna, vini bianchi e rossi sono i prodotti principali di questa terra” ci spiegano dalla Prefettura di Lefkada.

L’Old Plane Tree è conosciuto per essere il detentore di alcune ricette tradizionali. Come il Manzo stifado a base di carne di manzo, aceto, olio d’oliva, vino rosso, chiodi di garofano, cannella, concentrato di pomodoro, pomodoro fresco, cipolla e alloro. Un’autentica bontà. Oppure il Sofigado di Lefkada: manzo, olio d’oliva, patata o mele cotogne, cipolle, aceto melassa, rosmarino e aglio. Altra leccornia locale è l’insalata di lenticchie di Lefkada con cipolla, peperoni, zucchine, finocchio selvatico, aneto, formaggio Feta, olio d’oliva e pomodori secchi. E che dire del Baccalà con salsa di aglio? Il piatto ha come ingredientri il baccala fritto in burro, patate, aceto, aglio, olio d’oliva e noci. C’è poi la Pastitsiada, ovvero un pasticcio con carne di manzo, cipolla, vino rosso, cannella, concentrato di pomodoro, pomodori freschi, alloro, chiodi di garofano e bucatini.

Al ristorante Molos nella splendida baia di Mikros Yalos si va per la zuppa di pesce, gli spaghetti ai ricci di mare (la pasta è cotta al dente come si conviene) oppure la tipica Salsiccia di Lefkada accompagnata con pomodoro fresco e la Feta a dadini. Al Kato Rahoula a Rachi di Nidry irrinunciabile il maiale allo spiedo con miele e sesamo da accompagnare con un bicchiere di Ghiomatari rosso e dolce; mentre lo Spiridoula di Sivota (che serve pesce fornito dalla propria motobarca che esce quotidianamente in mare) è specializzato nel polipo ai ferri. Altri piatti da assaggiare un po’ ovunque sono le sardine ai ferri, la melanzana ripiena di pomodoro fresco e feta, grigliata di pesce e tra i dolci l’immancabile baklava.

Capitolo vini. Particolarmente prelibato è quello che si produce dalla rara varietà di uva chiamata Barzamino, molto probabilmente portata dai Veneziani nel 1684 e coltivata nei comuni di Sfakiotes, Karià, Apollonio e Ellomenos ad un’altitudine che varia dai 200 fino ai 700 metri ed è considerata una delle varietà migliori prodotte in Grecia. Altre varietà di vino di Lefkada sono il Cheropati bianco, il Laghero vino delicato e leggero.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...