MUSICA A Tunisi l'undicesima edizione del festival “Jazz a Carthage”, sul palco grandi musicisti da tutto il mondo

(TurismoItaliaNews) La grande musica jazz protagonista a Cartagine fino al 16 aprile 2016. L'undicesima edizione del festival alle porte di Tunisi. “Jazz a Carthage” dopo aver superato il traguardo del decennio senza neppure una ruga, ha iniziato il suo secondo decennio con l'intento di posizionare la "nuova generazione" di musicisti, la cui l'età media non supera i 40 anni. Tra i grandi nomi niente meno che Melody Gardot, Charlie Winston, Raul Midon e Terence Blanchard. Con grandi esempi da seguire come nel caso di Gardot e Midon, che gli imprevisti della vita hanno rafforzato, trasformando le loro debolezze in forza e mettendo la loro energia nella loro arte, per superare il dolore e sfidare il destino.

 

Charlie Winston e José James competono in originalità, rivisitando radici americane e apponendo la loro impronta digitale unica. Terence Blanchard, solo 53 anni, è il decano di questa edizione del festival: più di una delle sue canzoni ci hammo portato attraverso i drammi di Spike Lee, che ha firmato il B.O. magistralmente. Per quanto riguarda Selah Sue, il più giovane di quest'anno, il successo lo ha conquistato ad appena 26 anni.

Guardando in casa, Omar el Ouaer, i fratelli M'raihi oppure Amal Sharif incarnano questa "nuova generazione tunisina”, pur essendo profondamente radicati, aperti ai quattro venti, ma senza perdere la loro autenticità, offrono repertori eclettici che rendono in tutto lo charme della "tunisianité". Il vecchio continente intanto, mostra la sua giovinezza con un jazz tonificante mescolato con il rock degli elvetici Hillbilly Moon Explosion, il blues di Benjamin Siksou, tra anima e hip-hop con Electro Deluxe, o ancora dall'Austria Kompost 3 (vincitore del Jazzprice Bremen, premio austriaco di nuova generazione). Un vecchio continente pieno di sorprese, che diventa la terra di adozione dell'americano Robynn Bennett. Un continente di fusione, ben rappresentata da un 'isola, il turco-cipriota Okan Ersan, e Istanbul Superband, prendendo il jazz ai confini d'Oriente.

 

Una undicesima edizione così colorata, che ravviva la costa di Cartagine. E sempre con la stessa cura di un team abituato alle esigenze di un fedele seguito di intenditori e a quelle di artisti abituati a calcare i palcoscenici più prestigiosi.

Per saperne di più

 

 

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...