EAsT Lombardy, la Lombardia orientale è Regione Europea della Gastronomia 2017: un anno di eventi da gustare

images/stories/gastronomia/GastronomiaPoLombardia01.jpg

Per i territori compresi fra le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova è un prestigioso riconoscimento internazionale: quella che costituisce la Lombardia Orientale è Regione Europea della Gastronomia 2017. East Lombardy, appunto.

(TurismoItaliaNews) Il riconoscimento per l'East Lombardy è all’origine di una collaborazione inedita fra territori con caratteristiche e risorse turistiche diverse, accomunati da un’offerta di eccellenza sotto il profilo enogastronomico. La Lombardia Orientale è infatti uno fra i bacini italiani ed europei con la più alta concentrazione di prodotti alimentari certificati e vanta un’offerta ampia e di riconosciuta qualità sotto il profilo della ristorazione.

Lo dimostra la presenza sul territorio di 25 prodotti di origine protetta, altrettanti vini a denominazione di origine e ben 22 ristoranti stellati, senza contare le decine di ottime insegne distribuite sul territorio, ambasciatrici di una cucina sempre più attenta alla valorizzazione della produzione locale. L’offerta turistica per l’anno 2017 si profila ricca di eventi, proposte ed esperienze turistiche creative e coinvolgenti. Sono state strutturate proposte per i vari segmenti di turista identificati: il turista gourmet potrà godere dei menu in carta nei 22 ristoranti stellati, così come di quelli proposti dalle eccellenti osterie e trattorie della tradizione diffuse sul territorio, senza contare le prelibatezze in vendita nelle migliori vetrine di ogni città e piccolo borgo; il turista enogastroculturale in visita alla città d’arte potrà ritemprarsi scoprendo insegne golose fra pasticcerie e gastronomie molte delle quali sono veri gioielli storici; il turista enologico e il foodie in generale, troverà un’ampia offerta di proposte in grado di soddisfare le proprie passioni, accanto al piacere di assaporare il gusto di terre e luoghi che riservano golose sorprese.

Il palinsesto eventi è estremamente ricco di momenti che andranno ad arricchire la visita del turista lungo l’arco del prossimo anno. L’offerta si struttura su più livelli: l'evento di apertura; grandi eventi territoriali in special edition dedicata al food (dalla 1000 Miglia al Festival Monteverdi, dal Festival Franciacorta in Cantina a Bergamoscienza…); grandi eventi tematici (Food Film Fest, Festival della Mostarda…); feste e sagre fra le oltre 80 iniziative diffuse sul territorio. Gli itinerari proposti sono in primo luogo quelli delle 8 Strade del Vino e dei Sapori che permettono una fruizione diversificata, dalla bicicletta all’auto storica. Il lavoro sino ad ora svolto è stato inclusivo a più livelli, dal coinvolgimento dei 10 partner istituzionali, ai successivi 100 stakeholder locali (Strade del vino, consorzi, associazioni di categoria, …), agli oltre 600 operatori in fase di registrazione. Il sito eastlombardy.it è il riferimento per chi desidera partire alla scoperta della Lombardia Orientale e propone informazioni di attualità, itinerari, indirizzi eccellenti e informazioni sui prodotti certificati, ma anche sulle specialità tradizionali testimoni di una cultura gastronomica secolare, all’insegna della qualità.

“Fra le priorità del 2016 - sottolinea Roberta Garibaldi, direttore del progetto - vi sono state il coinvolgimento e la sensibilizzazione del mondo della produzione e dell’ospitalità attraverso lo sviluppo di una rete di operatori preparati ad accogliere e soddisfare le aspettative del turista gastronomico e consapevoli di operareall’interno di una regione la cui attrattività turistica non sia esclusivamente riconducibile alla ricchezza culturale espressa dai quattro capoluoghi lombardi o alla bellezza e al patrimonio artistico che si concentra lungo la riva occidentale del Garda. Il riconoscimento Regione Europea della Gastronomia rappresenta in questa chiave uno strumento e uno stimolo a fare rete e a diffondere un nuovo modello di cultura del territorio”. Gli operatori turistici, del settore agricolo e della produzione locale, oltre che del commercio e dei servizi, sono l’anima del progetto EAsT Lombardy - Regione Europea della Gastronomia 2017 e, nell’ambito dell’iniziativa, numerose sono le attività attualmente in corso volte a stimolarne la creatività e soprattutto l’integrazione di rete in chiave innovativa e sostenibile e con un’attenzione speciale al tema, sempre più di stringente attualità, della sostenibilità.

Roberta Garibaldi, forte della sua esperienza internazionale, essendo fra l’altro membro del Board di Igcat (International Institute of Gastronomy, Culture, Arts and tourism), anticipa le possibili ricadute positive dell’iniziativa: “Abbiamo notato i risultati di altri progetti di valorizzazione integrata del Food nel turismo: in Scozia la spesa dei turisti internazionali in cibo e bevande è aumentata del 21% nel biennio 2014-2015, ed è cambiata l’immagine della destinazione, si sono incrementati il tasso di ritorno e la condivisione sui social. In Australia le spesa in cibo e bevande è aumentata di 1 miliardo di dollari (+25%) rispetto al 2013 e questo Paese ha raggiunto la sesta posizione nella classifica mondiale dei Paesi caratterizzati da un’offerta enogastronomica ampia e di qualità”. Tra gli effetti attesi dall’EAsT Lombardy forse il più rilevante sarà il riposizionamento dell’immagine del territorio e delle città, ma sono previste ricadute economiche e sociali, incrementando l’offerta per i visitatori, con l’aumento del numero di eventi organizzati durante l’anno e delle presenze turistiche in un’ottica di lungo periodo.

Lombardia Orientale | Regione Europea della Gastronomia 2017
La Lombardia Orientale, costituita dai territori compresi fra le province di Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Regione Europea della Gastronomia 2017. L’assegnazione del titolo ha dato l’avvio a una collaborazione inedita fra territori con caratteristiche e risorse turistiche diverse, accomunati da un’offerta di eccellenza in campo enogastronomico che fa della Lombardia Orientale un bacino di assoluto interesse considerata la presenza di prodotti certificati, ristoranti di eccellenza e la diffusione di prodotti tradizionali che sono espressione di una cultura che da secoli punta sul territorio e le sue risorse. Unendo le forze, i 10 partner del progetto: Bergamo, Brescia, Cremona e Mantova, le rispettive Camere di Commercio, Regione Lombardia e l’Università di Bergamo (per il coordinamento scientifico), intendono promuovere un’unica grande destinazione turistica, puntando sul connubio tra patrimonio artistico e naturalistico e la tradizione eno-gastronomica locale.

Per saperne di più

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...