A Dublino il primo bar d’Irlanda senza alcolici: a Canal Street il Virgin Mary si ispira al famoso cocktail analcolico

images/stories/varie_2019/Dublino_VirginMary03_CocktailVirginMary.jpg

E’ il primo bar in Irlanda a non servire alcolici. A guardarlo, nella sua location di Canal Street nel cuore di Dublino, il Virgin Mary ha proprio l’aspetto, l’atmosfera e la vivacità di un pub tradizionale – c’è persino lo snug, la zona dei salottini riservati – ma in realtà si tratta del primo bar completamente alcool-free d’Irlanda, e sta facendo affari d’oro.

 

(TurismoItaliaNews) Questo innovativo locale è un esempio unico in una delle strade più vivaci e goderecce della città, con i suoi pub, caffè e ristoranti tutti a portata di mano. Al Virgin Mary si degustano tantissimi tipi di cocktail, vini, birre e bevande varie, tutti con una caratteristica in comune: zero per cento di alcool.  E quello del Virgin Mary è un approccio che non sta passando inosservato: nonostante sia aperto solo da poche settimane, il bar è già stato nominato tra i finalisti nella categoria Innovative Bar del prestigioso Ireland’s Bar of the Year Award. Giunto alla dodicesima edizione, questo premio è il più importante del settore in Irlanda e il 19 agosto il Virgin Mary si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento.

A Dublino il primo bar d’Irlanda senza alcolici: a Canal Street il Virgin Mary si ispira al famoso cocktail analcolico

A Dublino il primo bar d’Irlanda senza alcolici: a Canal Street il Virgin Mary si ispira al famoso cocktail analcolico

Il Virgin Mary, che prende il nome dal più famoso cocktail analcolico, naturalmente ne offre la sua versione, fatta con succo di pomodoro e succo di lime spremuti sul momento, salsa piccante Scarlet (prodotta a Dublino con peperoncini coltivati nella zona), un mix esclusivo di spezie e guarnizione di cetriolino. La carta dei cocktail del bar comprende una bevanda a base di melograno, ibisco e cardamomo nero dal nome Tiki Street, e una a base di datteri, latte d’avena e salsa tahini dal nome Dessert Anyone?

Il Virgin Mary propone anche una vasta gamma di birre analcoliche come la danese Mikkeler, vini de-alcolati come lo spagnolo Natureo, liquori senz’alcool come il britannico Ceder’s, e l’irlandese Silk Tree e persino caffè nitro all’azoto da bere alla spina, realizzato usando la birra scura analcolica Braxzz. Perfetto per chi è astemio, per chi beve alcool solo saltuariamente e per chiunque sia alla ricerca di una serata un po’ diversa, questo bar di dimensioni ridotte è capace di creare un’atmosfera intima e accogliente nella quale tutti si sentono a proprio agio. 

Il cockatil Tiki StreetIl dessert Anyone

Alla guida del pub c’è Anna Walsh, che ha imparato il mestiere in bar prestigiosi di Cork e Dublino ed ha rappresentato più volte l’Irlanda ad eventi internazionali per baristi. Il suo entusiasmante menu di originali cocktail analcolici è ideato con lo stesso amore e cura per i dettagli ed equilibrio, di un qualsiasi corrispettivo alcolico. L’idea di questo bar, nasce dalla crescente popolarità delle birre artigianali e dei cocktail analcolici, e dal desiderio di offrire agli astemi uno spazio in cui socializzare in modo completamente alcool-free. In una città che ama socializzare, il Virgin Mary è zero per cento alcool, cento per cento craic…

Per saperne di più
thevirginmarybar.com
irlanda.com/dublino

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...