Sfumature e contaminazioni gastronomiche: il bello e il buono della cucina del Perù, i piatti da assaggiare assolutamente

Stampa
images/stories/peru/Lima_Panchita03.jpg

Espressione di incontri e contaminazioni, la sua cucina è in continua evoluzione: deliziando i palati con piatti eccellenti e autentici, è oggi il risultato di una preziosa fusione culturale che dura nel tempo e in cui l'influenza regionale, in modo particolare quella dell’Amazzonia, ha una rilevanza eccezionale. Proprio le sue singolari e differenti identità gastronomiche hanno reso il Perù per sette anni consecutivi la Migliore Destinazione Culinaria del Mondo secondo i World Travel Awards.

 

(TurismoItaliaNews) Le diverse sfumature e contaminazioni gastronomiche rendono oggi la cucina del Perù il punto d’incontro per eccellenza di sapori, profumi e ingredienti provenienti da ogni angolo della regione e del mondo. Cecina, patate autoctone, inchicapi, fagioli di pusto, foglie di bijao, zucca, paiche, farina di aguaje, sapacho, coriandolo e majambo sono solo alcuni dei prodotti coltivati nella foresta Amazzonica peruviana: terra di frutti selvatici ma anche di freschissimo pesce e verdure davvero singolari, l’Amazzonia offre una grande varietà di prodotti, alcuni dei quali addirittura sconosciuti ai più, che contribuiscono a rendere unica e indimenticabile ogni esperienza culinaria in questa regione e in tutto il Perù.

Lima, il Mercato di San Jose

Lima, il Mercato di San Jose

Sfumature e contaminazioni gastronomiche: il bello e il buono della cucina del Perù, eccellenza di sapori e profumiJuane di pollo
Pilastro di tutta la cucina peruviana, il Juane di pollo è uno dei piatti più rappresentativi dell’Amazzonia e deve il suo nome a San Giovanni Battista, San Juan, Santo in onore del quale questo piatto viene tradizionalmente cucinato. Ingredienti principali di questo stufato peruviano sono riso, uova, olive, pollo e palillo, una spezia simile allo zafferano, ma la caratteristica che lo rende unico e speciale è sicuramente la sua presentazione, poiché viene avvolto in foglie di bijao. Il pollo viene condito con aglio, cipolla e pepe e fatto bollire: una volta cotta, la carne di pollo viene scolata e si procede versando nello stesso brodo il riso, che una volta cotto si condisce con le uova crude sbattute, le olive e il palillo. Il tutto viene infine avvolto in foglie di bijao.

Tacacho con cecina e insalata di cocona
A dare il nome a questo tradizionale piatto dell’Amazzonia è la parola «tacacho», che deriva dal termine quechua «taka chu» e che si riferisce a «ciò che viene colpito»: durante la preparazione del tacacho, infatti, la banana viene colpita e schiacciata. All’impasto di banana verde, poi, vengono amalgamati piccoli pezzi di salsiccia cotta, che può essere arrostita, fritta o grigliata a seconda della tradizione. Terzo ingrediente fondamentale del piatto è la cecina, carne di maiale essiccata che crea un contrasto di sapori davvero piacevole al palato, stuzzicato anche dal gusto delle diverse spezie che possono essere utilizzate per condire il piatto. Terzo e ultimo ingrediente è la cocona, un frutto di colore giallo-arancione a polpa gialla dal sapore simile a quello di un pomodoro, che in questo piatto viene tagliato e condito creando un’insalata da accompagnamento.

Lima, uno dei piatti del ristorante Panchita

Lima, uno dei piatti del ristorante Panchita

Palmito con salsa di avocado
Il palmito, comunemente chiamato anche "cuore di palma", è un prodotto che si estrae dalla gemma di diverse specie di palma, in particolare da quelle di cocco, jasará o azaí. Alimento tra i più consumati sulle tavole peruviane fin dai tempi precolombiani, oggi è diventato un vero prodotto gourmet. In questo piatto, è accompagnato da salsa di avocado mescolata con succo di lime, che gli conferisce un retrogusto di agrumi esaltandone il sapore.

Inchicapi di pollo
Questa zuppa tipica dell’Amazzonia si è guadagnata un posto speciale e privilegiato nella cucina peruviana. Consumata abitualmente a colazione, il suo nome nasce dall’unione delle parole quechua "Inchik" che significa arachide e "api" che significa invece zuppa. Proprio le arachidi, infatti, sono l’ingrediente principale con cui si prepara l'Inchicapi di pollo: le arachidi vengono macinate e unite a manioca, aglio, mais, foglie di sachaculanter, sale e cumino. Infine, a completare il piatto è il pollo creolo.

Lima, uno dei piatti del ristorante Panchita

 

A passeggio nel Monastero di pietra vulcanica patrimonio dell’umanità: ad Arequipa, in Perù, c’è un’incredibile città nella città

Lassù dove volano i condor delle Ande: in Perù le suggestioni dei giganti del cielo che volteggiano sulla Valle del Colca

Arequipa e il sapore delle picanteríe: i profumi e i sapori decisi della cucina peruviana più tradizionale

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...