In Sardegna via libera al marchio "Prodotto di montagna": opportunità per valorizzare eccellenze e qualità

images/stories/sardegna/Sevadas01_PhVisitNuoro.jpg

Potrà identificare i prodotti realizzati con materie prime che provengono essenzialmente da zone di montagna o trasformati in zone di montagna. E' il marchio pensato in Sardegna per valorizzare le eccellenze di qualità. La Giunta regionale ha approvato le direttive che disciplinano le attività di competenza relative all’indicazione facoltativa.

 

(TurismoItaliaNews) Via libera in Sardegna al “Prodotto di montagna”, un marchio che potrà essere utilizzato dagli operatori del comparto agroalimentare per comunicare le particolari caratteristiche delle proprie produzioni. La Giunta regionale ha approvato le direttive che disciplinano le attività di competenza della Regione relative all’indicazione facoltativa di qualità che potrà identificare i prodotti realizzati con materie prime che provengono essenzialmente da zone di montagna o trasformati in zone di montagna.

Una specialità sarda: i Culugionis Igp

Il pane Carasau

"È uno strumento istituito dall’Unione europea - spiega l’assessore regionale dell’Agricoltura, Gabriella Murgia - voluto per stimolare le attività imprenditoriali delle zone di montagna e rafforzare il legame tra il territorio montano e i suoi prodotti agroalimentari, offrendo all’agricoltore la possibilità di comunicare al consumatore le caratteristiche, le proprietà e il valore aggiunto di tali prodotti. È una grande opportunità per valorizzare tutte le produzioni del nostro comparto agroalimentare realizzate nel rispetto di determinate regole che sono garanzia di una maggiore qualità”.

Gli operatori che vogliono utilizzare l’indicazione facoltativa “Prodotto di montagna” sono tenuti in particolare a garantire la rintracciabilità dei prodotti, delle materie prime e dei mangimi utilizzati nel ciclo di produzione, e a rendere disponibile, su richiesta, la relativa documentazione agli organi di controllo ufficiali. Con l’approvazione delle specifiche direttive regionali si disciplina la modalità di presentazione della dichiarazione da parte degli operatori sardi, le modalità di controllo della Regione Sardegna, la tempistica prevista per l’attività di verifica e per l’informazione al Ministero.

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...