Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna

Stampa
http://www.turismoitalianews.it/images/stories/spagna/MedinaAzahara01_Cordoba.jpg

Eugenio Serlupini

Una sontuosa città costruita a metà del decimo secolo per la dinastia degli Omayyadi come sede del Califfato di Cordoba. Dopo un prospero periodo di ottant’anni, Medina Azahara fu saccheggiata durante la successione della guerra civile del 1009-1010, terminata con il potere dei califfi. I resti della città caddero nell'oblio per oltre mille anni, fino alla sua riscoperta all’inizio del Novecento. Oggi questi resti maestosi sono Patrimonio dell’Umanità perché unico esempio conservato di città con queste caratteristiche nel continente europeo, specchio della cultura islamica.

 

(TurismoItaliaNews) Medina Azahara – ovvero Madīnat al-Zahrā, in arabo “la città dei fiori”, ma anche “la città di Zahrā” – si trova ai piedi della Sierra Morena, a una manciata di chilometri da Cordoba. La Spagna è un Paese privilegiato nel conservare con grande attenzione siti archeologici straordinari come questo. E del resto la stessa Cordoba è un esempio lampante di città “rifunzionalizzata” sulle architetture del passato.

Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna

Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna

Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna

L'occultamento della città califfale per quasi un millennio le ha permesso di rimanere inalterato nei secoli e tramandare alle generazioni future un assetto urbanistico praticamente completo: strade, ponti, sistemi idraulici, edifici, elementi decorativi e oggetti di uso quotidiano che consentono di conoscere più a fondo il periodo di maggiore splendore della scomparsa civiltà islamica occidentale. Il 1° luglio 2018 il Comitato per il patrimonio mondiale dell'Unesco, riunito nella sua 42.a sessione a Manama, in Bahrain, ha approvato dunque all'unanimità la candidatura presentata dalla Spagna per iscrivere Medina Azahara nella World Heritage List dell’Unesco. Non poteva essere diversamente. Ci si rende conto della bellezza di questo luogo solo visitandolo, scomprendo la cura dei dettagli e la sapienza applicata alle belle arti. Peraltro l’Unesco ha raccomandato di tenere in considerazione diversi aspetti, tra i quali la preservazione del suo nome storico: Caliphal City of Madinat Al-Zahra, ovvero Città califfale di Medina Azahara.

Ma quali sono le sue caratteristiche? Il sito archeologico corrisponde a una città di nuova fondazione eretta a metà del decimo secolo come sede del Califfato di Córdoba dalla dinastia degli Omayyadi occidentali, ed è stata distrutta dopo un breve periodo di vita, rimanendo nascosta fino alla sua riscoperta all’inizio del ventesimo secolo. Il luogo, proprio grazie alla sua straordinaria conservazione, consente una conoscenza esaustiva della cultura materiale di una civiltà scomparsa nel momento del suo massimo splendore. Inoltre, è l'unico esempio conservato di una città di queste caratteristiche all'interno della sfera europea e anche di questo periodo storico in tutta la cultura islamica.

Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna

Medina Azahara patrimonio Unesco: la Città califfale a due passi da Cordoba racconta la bellezza della cultura islamica in Spagna

Basti pensare che Abd al-Rahmān III, primo califfo andaluso, nel 936 ne avviò la costruzione con un progetto urbanistico che per immagine, importanza e utilizzo di risorse può essere paragonato, con le dovute proporzioni, alla realizzazione di San Pietroburgo, Caserta o Versailles, tanto da essere definita “la Versailles dimenticata del Medioevo”.

In questo 2020 la Spagna promuove l’unicità della sua Ciudad Califal de Medina Azahara con l’emissione di un francobollo da 4 euro stampato in foglietto dalla Fábrica Nacional de Moneda y Timbre - Real Casa De La Moneda. Una bella realizzazione che rende davvero onore a questo sito Patrimonio dell’Umanità, assolutamente da visitare.

In questo 2020 la Spagna promuove l’unicità della sua Ciudad Califal de Medina Azahara con l’emissione di un francobollo da 4 euro stampato in foglietto

Per saperne di più
https://www.turismodecordoba.org
https://www.spain.info/it
www.fnmt.es

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...