EVENTI Dimore storiche aperte alla scoperta della storia del Friuli - Venezia Giulia con Castelli Aperti edizione di primavera

(TurismoItaliaNews) Venti dimore aperte alla scoperta della storia del Friuli - Venezia Giulia. Castelli Aperti, manifestazione giunta al suo ventisettesimo appuntamento, torna con l’edizione di primavera sabato 9 e domenica 10 aprile e con decine di edifici storici che apriranno al pubblico grazie all’attività del Consorzio per la Salvaguardia dei Castelli Storici del Friuli Venezia Giulia, nato con l'intento di facilitare l'accesso alle testimonianze storiche rappresentate dai siti castellani e dalle altre opere fortificate della Regione.

 

Affacciati sul golfo o posti su verdi colline, immersi in grandi parchi o al centro di città di cui erano la dimora più prestigiosa, sorgono numerosi castelli privati. L'iniziativa è rivolta al visitatore individuale che desidera scoprire alcuni dei castelli più belli della Regione, dietro i loro portoni i loro segreti: magnifici giardini, saloni ricchi di arte, storia e memorie d'altri tempi. Sulle antiche scale di affascinanti castelli medioevali, potete essere accolti personalmente dai proprietari, ciceroni d'eccezione, oppure da professionali guide turistiche; insieme a loro, ritornerete indietro nel tempo scoprendo un patrimonio storico finora nascosto.

E Castelli Aperti continua a coinvolgere tutto il territorio della regione. Uno in provincia di Trieste: il Castello di Muggia; tre in provincia di Gorizia: Palazzo Lantieri, il Castello di Spessa di Capriva e il Castello di San Floriano del Collio; tre in provincia di Pordenone: il Castello di Cordovado, Palazzo d’Attimis Maniago e Castelcosa (a Cosa di San Giorgio della Richinvelda); tredici in provincia di Udine con il Castello di Arcano, il Castello di Susans (Majano), il Castello di Villalta (Villalta di Fagagna), Casaforte La Brunelde (Fagagna), Palazzo Romano (Case di Manzano), Palazzo Steffaneo Roncato (Crauglio di S. Vito al Torre), Villa Kechler de Asarta (Fraforeano di Ronchis), Rocca Bernarda (Ipplis di Premariacco), il Castello di Cassacco, il Castello di Villafredda (Loneriacco di Tarcento), il Castello di Flambruzzo (Rivignano Teor), la Centa di Joannis (Aiello del Friuli) e Villa Elodia (Trivignano Udinese).

 

Dopo il successo delle ultime edizioni, ad aprile ci saranno due aperture straordinarie: oltre ai consueti orari, il Castello di Cordovado aprirà domenica con orario continuato dalle 10 al tramonto. Il Castello di Arcano, invece, terrà aperto anche il sabato mattina con visite guidate alle 10, alle 11 e alle 12. Le visite partono all’inizio di ogni ora; alcuni castelli saranno visitabili solo domenica, altri sia sabato pomeriggio che domenica con il seguente orario: domenica mattina alle 10, 11, 12, sabato dalle 15 alle 18 e domenica pomeriggio dalle 14 alle 18 con inizio delle visite ad ogni ora. L’ingresso comprensivo di visita guidata è di 7 euro per ogni castello, ridotto (3,5 euro) per i ragazzi dai 7 ai 12 anni.

Sul sito del Consorzio www.consorziocastelli.it è possibile verificare orari e aperture delle singole dimore e scaricare il programma completo delle due giornate. Si può inoltre contattare la segreteria per prenotare per gruppi superiori a 20 persone.

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Tesori d'Etruria Firenze

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...