SLOVENIA Si celebra il centenario della Cappella russa sotto il passo Vrsic: una storia di prigionieri di guerra che ancora commuove

 

(TurismoItaliaNews) Compie cento anni la Cappella sotto il passo Vrsic (nella zona di Kranjska Gora) costruita fra il 1916 e il 1917 durante la prima guerra mondiale dai prigionieri russi, per ricordare i loro connazionali, vittime di una valanga di neve. Quei prigionieri erano stati trasportati nella zona dal fronte orientale nel 1915 dall'esercito austro-ungarico, al fine di costruire rapidamente una strada attraverso il Passo Vrsic (a 1.615 metri di altitudine) per la nuova linea del fronte che si è formata nella Valle del Soda (l’Isonzo) dopo che l’Italia si era schierata al fianco dell'Intesa con la dichiarazione di guerra al suo ex alleato austriaco con la prospettiva di riunire sotto il tricolore sabaudo Trieste e la zona circostante, l'Istria e parte della Dalmazia.

 

Gli austriaci avevano trasferito nella zona circa 12.000 prigionieri di guerra russi (numero che quasi certamente comprendeva anche soldati di altre nazionalità in servizio tra le fila dell’Esercito imperiale russo). “Erano stati sistemati in baracche provvisorie e decisamente anguste per il tremendo freddo invernale che si registra in diverse località di Kranjska Gora e della valle di Trenta – evidenzia Igor Furlan, vice presidente della Slovenia - Russia Society - erano malvestiti e denutriti nonostante il lavoro pesante che erano obbligati a fare. La malattia era diffusa (dissenteria, vaiolo e anche colera) e gli incidenti erano frequenti. Come se non bastasse, nel marzo 1916, a seguito di un inverno ancor più rigido, due valanghe si abbatterono su Mojstrovka e diverse centinaia di prigionieri e alcune guardie rimasero sepolti perdendo la vita”.

Si stima che diverse migliaia di giovani prigionieri russi sono morti per la costruzione di questa strada. Per cento anni sono rimasto qui, nel suolo sloveno, lontano da casa, vicino alla strada che nel 2006 è stata ufficialmente denominata Ruska Cesta – “la strada russa” - in loro onore. A ricordarli c’è questa cappella in legno modesto, simile al "tserkvushkas" della loro terra d'origine, costruita in un momento di guerra e di morte. Oggi, invece, con le cerimonie commemorative annuali si, contribuisce a tessere e approfondire i legami tra due nazioni amiche. Ogni anno, infatti, l’ultima domenica di luglio si svolge qui una manifestazione commemorativa con la partecipazione di rappresentanti della Slovenia e della Russia. Quest’anno il centenario viene ricordato con l’emissione congiunta di Slovenia e Russia di un francobollo dedicato alla Cappella

 

Visita virtuale

 

Dove si trova
Vršiška cesta 4280, Kranjska Gora

 

turismo italia news
turismoitalianews
TurismoItaliaNews.it
www.facebook.com/turismoitalianews
www.twitter.com/turismoitalianw

Chi siamo

TurismoItaliaNews, il web magazine che vi racconta il mondo.

Nasce nel 2010 con l'obiettivo di fornire un'informazione efficace, seria ed obiettiva su tutto ciò che ruota intorno al turismo...

Leggi tutto

Questo sito utilizza cookie, di prima e di terza parte, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la Cookie Privacy...